Perché i russi divorziano così tanto?

Getty Images
Oltre il 60 per cento di chi si è sposato negli ultimi due decenni in Russia ha visto fallire il proprio matrimonio. Si tratta di un record mondiale. Ma a cosa è dovuto?

Nel 2016, in Russia per ogni matrimonio ci sono stati 1,6 divorzi. Insomma, i russi divorziano più di quanto non si sposino. Negli ultimi decenni oltre il 60 per cento di tutti i matrimoni in Russia si è concluso con una separazione legale.

I russi danno la colpa di questo all’infantilismo dei neo sposi (nel Paese si continua a sposarsi molto prima che in Occidente e a fare figli presto) e alle condizioni di vita difficili, ma i sociologi dicono che il fenomeno non ha nulla a che spartire con questo. Una cosa è certa: la Russia, dove oltre un matrimonio su due finisce con il divorzio, domina in questo campo le statistiche internazionali.

Sposini infantili e leggi liberali

“Questo [numero elevato di divorzi] si verifica a causa dell’irresponsabilità e della spensieratezza dei giovani prima di sposarsi! Continuano a giocare ai loro giochi infantili e non riescono a immaginare cosa li aspetta dopo il matrimonio”, scrive Marina in un forum sulla famiglia.

In realtà, le coppie si disgregano in modo meno drammatico di quanto non faccia pensare questo commento emotivo, anche se a volte capita che le persone facciano scelte sbagliate all’inizio della relazione.

“Mia moglie e io ci siamo incontrati quando eravamo entrambi giovani. E quando i giovani crescono, spesso accade che le loro opinioni sulla vita cambino. Questo è quello che è successo anche a noi”, ha detto a Russia Beyond Aleksandr Pirogov, che ha divorziato all’età di 32 anni.

È parzialmente vero che i russi sono diventati più indipendenti nelle loro scelte di vita e più tolleranti nei confronti del divorzio nei decenni successivi al crollo dell’Unione Sovietica. E, dicono gli esperti, l’alto tasso di divorzi non ha niente a che spartire con l’infantilismo o l’irresponsabilità delle scelte.

“È sbagliato confrontare il numero di divorzi in Russia con quelli di qualsiasi altro Paese, dal momento che le procedure del divorzio, che hanno un enorme impatto sulle statistiche, variano molto da Stato a Stato”, dice Sergei V. Zakharov, vicedirettore presso l’Istituto HSE di demografia.
Il fattore principale di cui tener conto analizzando lo spaventoso numero di divorzi è, secondo Zakharov, la grande facilità dello scioglimento del vincolo matrimoniale, un procedimento legale che in Russia è estremamente breve e non gravoso economicamente.

Online, i russi possono facilmente trovare annunci di innumerevoli studi legali che offrono ai clienti un “divorzio chiavi in ​​mano”. Per un onorario compreso tra i 160 e i 335 euro, avvocati esperti possono metter fine al vostro matrimonio nel caso più complesso: senza la vostra presenza, senza il consenso del coniuge e anche se avete un paio di figli in comune. Se poi i due coniugi sono d’accordo nel dire basta e non hanno figli, allora bastano dieci euro e un mese di tempo. 

La vita è dura

“La vita in Russia è dura: i salari sono bassi, il lavoro è faticoso; la gente semplicemente non può godersi la vita in tali condizioni: è il reddito e non l’amore a occupare i loro pensieri”, ha scritto Anastasia sul forum.

Sorprendentemente, l’esperto nega anche che la situazione economica abbia un impatto importante sul tasso di divorzi in Russia.

“Il matrimonio e il divorzio sono cose molto più basilari dell’economia. Sono modelli comportamentali umani fondamentali e sono regolati dalla visione delle persone del loro ciclo di vita. E le persone adeguano i fattori economici ai loro bisogni di base e non viceversa”, ha detto Zakharov, ammettendo, tuttavia, che le persone si sentano generalmente più felici quando l’economia è florida e in crescita.

Tuttavia, le conseguenze negative di un reddito insufficiente potrebbero influire sul tasso dei divorzi nel Paese. Un sondaggio nazionale mostra che se come motivo della rottura circa il 40 per cento dei russi cita la dipendenza dall’alcol del coniuge, al secondo posto con il 23 per cento ci sono comunque le condizioni economiche difficili e la mancanza di una casa di proprietà. Mentre al terzo posto, con il 14 per cento, c’è l’invadenza dei suoceri (ecco la nostra guida per tenere a bada una suocera russa). 

Salvare i matrimoni

I bambini in comune e la dipendenza finanziaria di un coniuge dall’altro riducono il rischio di separazione, anche se difficilmente garantiscono una vita felice nel matrimonio.

“I bambini complicano le cose”, ha detto a Russia Beyond Elena Dvurechenskaja, una madre di tre figli che ha divorziato all’età di 30 anni. “Tre bambini rendono difficile per una donna trovare un lavoro adeguato; inoltre, è più facile sostenere economicamente i bambini quando i coniugi uniscono le loro entrate”, ha detto la donna.

Anche se i bambini non sono riusciti a mantenere unita questa famiglia, un sondaggio mostra che il 35% delle coppie sposate in Russia non divorzia per il bene dei bambini anche se i coniugi non sono felici.

Perché le persone si sposano in Russia (amore a parte)?

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

This website uses cookies. Click here to find out more.

Accept cookies