I “verbi con i prefissi” russi: la magia per espandere il vostro vocabolario (3- Delat)

JuliaTim/Getty Images
Partendo dal verbo “fare”, con poco sforzo impareremo a esprimere una quindicina di differenti azioni e conosceremo anche qualche sostantivo utile

Dopo il verbo “parlare” (“говорить”) e il verbo “scrivere” (“писать”) è l’ora di occuparci di qualcosa di più concreto: il verbo “fare”; “делать” (“délat”) e vedere come modificano il suo significato alcuni prefissi (indicheremo solo i verbi con prefissi di aspetto perfettivo).

Делать – Délat

È il verbo “fare”, anche se i suoi significati non sono così vasti come l’omologo italiano. In italiano si “fanno i piatti”, si “fa scalo”, si “ha a che fare”, si “fa il letto”, si fa “una bella (o una brutta) figura”, si “fa fuoco”, si “fa fortuna” e l’elenco potrebbe continuare a lungo. In russo no, ci sono altri verbi per queste e molte altre espressioni che in italiano usano il “fare”, e chi è alle prime armi con il russo deve cercare di evitare espressioni maccheroniche con abuso di “delat”. Ovviamente, anche il verbo russo ha vari significati più figurati e astratti, ma qui ci fermeremo ai tre principali e concreti: “fare” come “realizzare”, “fabbricare”, “creare” qualcosa; “fare” come “compiere”, “eseguire”, “commettere” (“un compito”, “un’operazione“, “un errore”…) e “fare” come “agire”, da cui la celebre domanda di Nikolaj Chernyshevskij e poi di Lenin: “Что делать?” (“Chto delat?”); “Che fare?”.

ПО-

Поделать – Podélat

Il prefisso “po-” dà il senso di: “un po’”. “Fare per un po’”; “fare non a lungo”. Per esempio “Поделать упражнения” (“podélat uprazhnénija”) vuol dire “fare un po’ di esercizi”. Insomma, non impegnarsi più di tanto. Interessante notare che la comune espressione “Что поделаешь” (“Chto podélaesh”) è un “non c’è niente da fare”, nel senso di “ci vuol pazienza”.

ПЕРЕ-

Переделать – Peredélat

Il primo significato che il prefisso “pere-” conferisce al verbo “delat” è quello dell’italiano “ri-”: “rifare”. Abbiamo fatto male qualcosa e dobbiamo “rifarlo” (“rifare un esercizio”, “rifare un lavoro venuto male”).  Il secondo è di “cambiare” “trasformare” (qualcosa o qualcuno). Il terzo dà il senso di “ fare molto”; “fare a lungo”, “fare tante cose”: “Я за сегодня переделал столько дел” vuol dire “oggi ho fatto un sacco di cose”.

ДО-

Доделать – Dodélat

Abbiamo già imparato, con “dogovorìt” e dopisàt, che il prefisso “do-” dà un senso di “fine”. “Dodelat” è quindi “finire di fare”, ossia “ultimare”; “portare a termine”. E ovviamente ha anche il senso di “rifinire” un qualche lavoro, nel senso di “apportare le ultime modifiche”.

ЗА-

Заделать – Zadélat

Con “za-” il verbo assume il significato di “otturare” “riempire”; “tappare” (“un buco”, “una fessura”).

ПРО-

Проделать – Prodélat

E con “pro-” è il contrario: “fare un buco”, “praticare un foro”; “aprire un varco” o “un’apertura”.

ПРИ-

Приделать – Pridélat

Con il prefisso “pri-” il verbo assume invece il significato di “fissare”; “attaccare”; “appiccicare”; ad esempio “attaccare la maniglia al cassetto”.

ОТ-

Отделать – Otdélat

E visto che a forza di parlare di “riempire buchi”, “fare buchi” e “attaccare maniglie” ormai siamo in vena di lavori di restauro, ricordiamoci che “otdelat” vuol dire “rifinire”, “ultimare”, e appunto anche “restaurare” e “ristrutturare”, per esempio “l’appartamento”. E se volete comprare casa in Russia, vi sarà probabilmente utile, per orientarvi nella scelta, un sostantivo derivato da questo verbo: “отделка” (“otdélka”); “rifinitura”. Le proposte del mercato immobiliare si dividono infatti spesso tra “квартира с отделкой” (“kvartira s otdelkoj”) e “квартира без отделки” (“kvartira bez otdelki”), ovvero “appartamento rifinito”, sostanzialmente pronto per andarci a vivere, e “appartamento al grezzo”, dove sarà necessario fare tutte le finiture.

Ma rifinire si può anche in un altro senso, più brutale: “otdelat” a livello gergale viene usato per dire “conciare per le feste”; “riempire di pugni”.

Отделаться – Otdélatsja

Il riflessivo assume invece il senso di “disfarsi” di qualcosa o “sbarazzarsi” di qualcuno. E ha anche il senso di “cavarsela”, “uscire senza grossi guai da una brutta situazione”.

НА-

Наделать – Nadélat

Il prefisso “na-” può dare un senso positivo e uno negativo al verbo. Quello positivo è “fare molto”, “preparare una gran quantità” di qualcosa (anche di cibo). Quello negativo è “combinare” (“errori”; “guai”): “Что ты наделал?” (“Chto ty nadelal?”) vale “Ma cosa hai combinato?”.

РАЗ-

Разделать – razdélat

Questo verbo vi potrebbe essere utile in cucina: è un “lavorare”, “trattare”, “preparare per l’uso successivo”. Per esempio quando la carne o il pesce vengono puliti, battuti, tagliati ecc. prima di passare alla cottura vera e propria.

C’è anche un fraseologismo interessante da segnalare: “разделать под орех” (“razdelat pod orekh”), letteralmente “trattarlo come noce”, che probabilmente viene dal gergo dei falegnami, ma che ormai vuol dire “rimproverare, criticare in modo durissimo”; “fare pelo e contropelo”.

ВЫ-

Выделать – výdelat

Come il precedente indica un “lavorare”, “trattare”, “preparare per l’uso successivo”, ma sottende “grande maestria” e si usa più per i materiali. Per esempio, in russo “conciare la pelle” è “выделать шкуру” (“vydelat shkuru”).

ПОД-

Подделать – poddélat

E qua bisogna stare attenti! Poddelat è “contraffare”, “falsificare” (“un abito di marca”, “una firma”) e anche “adulterare” e “sofisticare” (“alimenti e bevande”). Se girate per mercati e mercatini attenti quindi alla “подделка” (“poddélka”); sostantivo che indica un oggetto “falso”, “contraffatto”, “taroccato”.

LE PUNTATE PRECEDENTI: 1. Govorit; 2. Pisat.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie