Gli arredi italiani che piacciono in Russia

Lo showroom di Mosca.

Lo showroom di Mosca.

ufficio stampa
Con un nuovo showroom inaugurato a Mosca, l’azienda Poliform consolida la propria presenza nella Federazione, dove il marchio brianzolo è presente dalla fine degli anni '90

Quella di Poliform è una storia di famiglia. La storia di un'azienda di arredamento che, pur raggiungendo una dimensione internazionale, ha saputo mantenere la propria realtà familiare, come racconta l'Export Manager Franco Galli.

“L'azienda nasce da una piccola realtà artigiana del 1942. Negli anni '70 i fautori del cambiamento, Alberto Spinelli, Aldo Spinelli e Giovanni Anzani, tuttora alla guida della società, riescono a coniugare una conoscenza tecnica specifica e una cultura del 'saper fare' con una visione imprenditoriale in piena sintonia con i cambiamenti sociali ed economici di quel periodo”, afferma il manager. Ed è così che Poliform diventa un'industria in grado di investire nelle nuove tecnologie produttive per far evolvere la sua proposta commerciale verso i sistemi modulari componibili.

Franco Galli, Export Manager di Poliform. Fonte: archivio personale

“I tre soci rivestono differenti e complementari aree di responsabilità all’interno dell’azienda: la struttura decisionale di Poliform si basa quindi sull’unanimità, con il management a fare da supporto tecnico. La governance interna prevede che l’azienda continui a essere guidata da tre persone, una in rappresentanza di ciascuna famiglia fondatrice – precisa Galli -, in modo da far sì che Poliform conservi la propria dimensione familiare anche in futuro, rendendola l’espressione di persone il cui legame con l’azienda non è mai disgiunto dalla propria vita, dalle proprie passioni e aspirazioni”.

Poliform cresce e inizia ad esportare nei mercati Europei verso la fine degli anni ’80. Successivamente, tra gli anni ’90 e 2000, l'azienda consolida la sua presenza in Europa e inizia ad espandersi anche nei mercati internazionali attraverso l’apertura di showroom istituzionali nelle principali capitali del mondo. “Ad oggi Poliform conta oltre 600 punti vendita in circa 100 Paesi nel mondo, nonché tre partnership: Poliform Usa, Poliform UK e Poliform Qatar”, precisa l'export manager.

Showroom Poliform/Varenna di Mosca. Fonte:poliform.it

L'80% del fatturato aziendale viene dall'export, di cui il 5% proviene dalla Russia. L'azienda è attiva nella Federazione dalla fine degli anni '90, ma, precisa il manager, il grosso salto in questo mercato è stato fatto tra il 2000 e il 2005 con l’apertura dei due negozi monomarca, uno a Mosca e uno a San Pietroburgo.

“I nostri primi contatti con la Russia sono avvenuti attraverso le fiere: il Salone del Mobile di Milano, in primis, per poi consolidarsi attraverso la partecipazione, per diversi anni, alla fiera Mebel di Mosca. Abbiamo scelto di operare attraverso l’apertura di pochi punti vendita selezionati e molto concentrati. In Russia abbiamo oltre 20 showroom seguiti dalla nostra agenzia. Teniamo molto al rapporto diretto tra il punto vendita e l'azienda che manteniamo e alimentiamo con costanti visite per il training, per l'aggiornamento, la visita della produzione e al nostro showroom aziendale”.

Showroom Poliform/Varenna di Mosca. Fonte:poliform.it

Lo scorso luglio, l'azienda brianzola ha aperto un secondo monomarca a Mosca, all’interno del quartiere Artplay, importante centro di design della città, con il suo partner storico Hall Oscar.

“Hall Oscar ha avuto due ruoli importanti per lo sviluppo della nostra azienda in Russia, racconta Franco Galli. Anzitutto ha aperto tre negozi monomarca nelle due principali città della Russia, Mosca e San Pietroburgo. Questo aspetto è fondamentale proprio perché allineato alla filosofia che Poliform ha perseguito negli ultimi 15 anni, ovvero il prediligere l’apertura di negozi monomarca in centri strategici dei vari Paesi in cui è presente.

Il secondo aspetto da considerare è che Hall Oscar ha creato un ufficio che funge anche da agenzia per lo sviluppo del marchio Poliform in altre zone della Russia oltre a Mosca e San Pietroburgo, un elemento fondamentale per il nostro sviluppo e consolidamento”. Ed è proprio verso il consolidamento del mercato che l'azienda si sta dirigendo in questa fase. “Piuttosto che aumentare il numero dei punti vendita vorremmo crescere con i punti vendita che già attualmente abbiamo, ovvero far sì che i nostri showroom diano, al loro interno, sempre più spazio ai brand Poliform e Varenna. L’obiettivo è quindi quello di rafforzare la presenza e l’immagine aziendale con i nostri partner”. Il centro della strategia resta chiaramente il prodotto: arredi flessibili, che rispondono alle esigenze di qualità e originalità che il mercato russo richiede.

Showroom Poliform/Varenna di Mosca. Fonte:poliform.it

“Grazie alla varietà delle nostre finiture riusciamo a rispondere alle esigenze di mercati come la Russia, che richiede prodotti di alto livello e con caratteristiche in termini di tipologie di tessuti, legni e marmi che Poliform riesce a proporre - afferma il manager -. Al cliente russo piace un prodotto di eccellenza, con colori forti, pelli e tessuti particolari”. Forte di un fatturato consolidato di 137 milioni di euro nel 2014, e una previsione di 150 milioni a chiusura 2015, l’azienda con i suoi 700 dipendenti risponde da 20 anni, e con successo, a questa esigenza di eccellenza.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Leggi di più