Krupenik: dolcemente perfetto per la dieta

Krupenik.

Krupenik.

: Legion Media
Leggero e nutriente, è un dessert ideale anche da servire a colazione. Provatelo con uno spruzzo di panna acida e... buon appetito!

Il krupenik è un tradizionale budino al forno fatto con prodotti facilmente reperibili in casa in tutte le epoche storiche. Il suo nome deriva dalla parola russa “krupa” (крупа), che significa cereali.

A differenza delle torte a base di farina che riempiono e pur essendo deliziose hanno il grave svantaggio di essere molto caloriche, questo budino cotto al forno è un dessert più leggero adatto a chi cerca di mangiare sano. Insieme alla ricotta, il krupenik contiene anche dei cereali che ne fanno un cibo davvero nutriente che può essere servito non solo come dessert, ma come piatto principale, di solito per la prima colazione. Molti bambini russi di sicuro lo preferirebbero alla solita kasha!

Come abbiamo già detto, gli ingredienti per preparare il krupenik sono semplici e si possono reperire facilmente. Questo budino non è tradizionalmente considerato un piatto per le occasioni speciali, ma un’opportunità per variare il consueto menu casalingo. Inoltre, il  krupenik ormai da anni viene annoverato tra i piatti tipici della cucina russa.

All’inizio del XX secolo, nel periodo tra le due rivoluzioni russe, era stato descritto nel libro di ricette “La cuoca intelligente” e col tempo è diventato un piatto tradizionale fino a essere incluso nel famoso “Libro dei cibi gustosi e sani”, nonché in un gran numero di pubblicazioni di cucina successive. 

Il tipo di cereali usati nella preparazione del krupenik può variare da ricetta a ricetta così come il suo sapore. Nella variante più dolce i cuochi usano della semola, ma in altre ricette vengono utilizzati riso, miglio o avena: tutti i cereali sono ugualmente adatti per preparare questo budino.

La ricetta che vi proponiamo è la più nutriente e nella variante più comune contiene grano saraceno. Se siete combattuti tra l’amore per i dolci e la dieta, concedetevi questo piatto!

Ingredienti:250 g di grano saraceno300 g di ricotta2 uova100 g di panna acida30 g di burro2 cucchiaini  di crusca3 cucchiai di zucchero½ cucchiaino di sale

Come prepararlo:

1. Far bollire un litro d’acqua in una pentola, aggiungere ½ cucchiaino di sale e il grano saraceno quando l’acqua bolle. Continuare la cottura per circa 15 minuti fino a quando l’acqua smette di bollire.

2. Sbattere le uova, aggiungendovi lo zucchero. Quindi unire la ricotta. Mescolare la miscela con cura per impedire il formarsi di grumi. Aggiungere il grano saraceno e mescolarlo con gli altri ingredienti.

3. Prendere una piccola teglia da forno, ungerla di burro, e cospargerla di crusca. Collocare l’impasto nella teglia e quindi coprirlo con uno strato di panna acida o latte condensato.

4. Mettere la teglia nel forno già preriscaldato. Far cuocere il krupenik a 190° per 40 minuti. Quando è pronto servirlo caldo o freddo guarnendolo con della panna acida o del latte condensato: scegliete liberamente la variante che più vi piace!

Ti potrebbero interessare anche:

La grechka, la regina dell'anima russa a tavola

I mille volti del Tvorog

Tetjorki, biscotti di primavera

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale