Ecco le foto di Sasha Luss, la top model russa protagonista del film “Anna” di Luc Besson

Legion Media
Ha 27 anni e sogna un Oscar. Nella pellicola in uscita quest’anno interpreta una spietata killer del Kgb

L’ennesimo thriller con una bellissima spia russa in azione esce nelle sale quest’estate. Quello in “Anna” di Luc Besson è il primo ruolo da protagonista per Sasha Luss, 27 anni, nata nella remotissima Magadan il 6 giugno 1992. 

Circondata da un cast di star tra cui la Premio Oscar Helen Mirren, Cillian Murphy e Luke Evans, la modella russa diventata attrice interpreta una spietata killer del governo sovietico degli anni Ottanta, in un momento di scontro attivo tra Kgb e Cia. Il suo personaggio, la bella e apparentemente delicata Anna Poliatova, è in realtà un agente del Kgb che può eliminare una decina di gangster in un ristorante pieno di gente e non farsi prendere. 

“Anna” è il secondo film di Sasha, che anche la prima volta aveva recitato in un film di Luc Besson. Nel 2017 il cineasta francese l’aveva scelta per il suo “Valerian e la città dei mille pianeti”, dove interpretava la principessa Lihö-Minaa del pianeta Mül del 28° secolo, la cui morte per mano di alieni predatori metteva in moto la trama del film. Il regista aveva visto una foto di Sasha Luss su una rivista e aveva contattato la sua agenzia. Dopo una audizione di quattro ore a Parigi (ha dovuto cantare e persino inventare una lingua aliena), ha impressionato il regista e ottenuto il lavoro. 

Secondo Besson, Sasha ha un talento naturale per la recitazione. “Durante il casting doveva piangere in una scena particolare e ho capito che lei può davvero controllare le sue emozioni. Sono rimasto sorpreso: non aveva alcuna esperienza! Seguendo il mio consiglio, è andata a New York e ha studiato recitazione lì”, ha detto a “Forbes”. 

Besson aggiunge che avevano fatto il provino anche altre attrici per il ruolo da protagonista in “Anna”, ma i suoi partner americani hanno scelto Sasha. “Sono contento che abbia ottenuto il ruolo: può essere molto forte e molto gentile, a seconda della scena, e sembra sempre naturale. Sono molto orgoglioso di lei!”

Interpretare il ruolo da protagonista in “Anna” è stato un sogno che è diventato realtà, ha ammesso Sasha in un’intervista a “Just Jared”. Nata nel 1992 nella città portuale dell’Estremo Oriente di Magadan, da bambina ha guardato un sacco di volte “Il quinto elemento” di Besson (con Milla Jovovich). “Sono cresciuta in una piccola città nel mezzo del nulla e questo film mi ha dato una prospettiva diversa su quello che potevo fare. Immaginare mondi diversi al di fuori del mio. E questo è un altro motivo per cui ero così felice di fare questo film con Luc; lui mi ha insegnato come usare la mia immaginazione”, ha detto.

La futura top model Sasha non era una ragazza molto popolare ai tempi della scuola (era alta, magra e portava gli occhiali), ed era un po’ un maschiaccio che poteva sempre fare a botte, se occorreva.

“Ero sempre per la giustizia, quindi di tanto in tanto dovevo vedermela con i ragazzi, ovviamente. A volte era davvero difficile. E devo ammettere che spesso sono stata io a prenderne. Ma contrattaccavo sempre. Sembra che qualcosa sia cambiato con gli anni, perché durante le riprese di ‘Anna’ non avevo più tanta energia”, ha scherzato. A parte questo, ha avuto un’infanzia normale, ha fatto sport e le piaceva il balletto e, quando è stata avvistata da un’agenzia di modelle a 15 anni, non ha esitato a cogliere l’occasione.

Dopo il suo debutto come modella nel 2008 per la stilista russa Alena Akhmadulina durante la Moscow Fashion Week, Sasha si è fatta strada gradualmente nel mondo della moda internazionale. È stata notata da Karl Lagerfeld, e ha rappresentato i Trattamenti di Bellezza Dior e Carolina Herrera, ed è stata fotografata sul celebre calendario Pirelli nel 2015, con “Gigi” Hadid, Adriana Lima e Natalia Vodjanova.

Negli ultimi sei anni ha vissuto a New York, andando a trovare i suoi genitori a Mosca ogni mese. Eppure, nonostante la sua carriera di modella internazionale di successo, il suo sogno è vincere un Oscar. A un certo punto, prima di fare il casting per “Anna”, Sasha aveva ammesso, parlando con Luc Besson, di essere sempre più frustrata dal mondo delle sfilate, che aveva perso quasi ogni interesse ai suoi occhi, e gli aveva chiesto se recitare fosse qualcosa che faceva davvero per lei. Come ricorda, lui ha risposto: “Sì”. “Era tipo, ‘Come vedi la tua vita Tra cinque anni?’ E io: ‘Entro cinque anni, ho intenzione di avere un Oscar.’ E lui ha risposto tipo: “Non sembri una ragazza che ha appena girato una piccola scena in un grande film. Ma fammi vedere se posso aiutarti”.

Besson ha fatto scoprire al mondo diverse attrici e ora è il turno di Sasha. Come dice lei, anche se recitare in “Anna” è stato estenuante, sia mentalmente che fisicamente, è stato anche estremamente gratificante. “Quando una persona come Besson dice che stai facendo bene e che puoi farlo, ti immergi semplicemente nel lavoro con felicità”, ammette. “Sì, questo è un duro lavoro che richiede molta energia, ma quando ami qualcosa, lo fai con piacere. Sarei stata pronta a stare sul set per giorni senza cibo e acqua.

Посмотреть эту публикацию в Instagram

Happy 27😊

Публикация от Sasha Luss (@sashaluss)

“Anna” ha già aperto nuove porte a Sasha, anche se si rifiuta di rivelare i nuovi progetti. Come ammette, sogna di interpretare ruoli drammatici come il personaggio di Charlize Theron in “Monster” (2003). “Una tale trasformazione è straordinaria! Ma penso che il mio personaggio preferito, che mi piacerebbe interpretare, sia Julia Lambert del romanzo “La diva Julia” di William Somerset Maugham. Ma ho bisogno di crescere per questo ruolo, in tutti i sensi”.

La donna russa nel cinema mondiale: gli stereotipi nel corso degli anni 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie