“Dubinushka”, il porridge a strati che è un’esplosione di gusti, colori e vitamine

Olga Brovkina
Inventato dal cuoco russo che ha seguito gli atleti della Nazionale alle Olimpiadi di Atene del 2014, questo piatto unisce cereali, legumi e verdure. Ideale sia per gli sportivi, sia per i vegetariani

Il porridge “Dubinushka” è un arcobaleno di gusti, colori e vitamine. È stato inventato pochi anni fa dal celebre cuoco russo Vladimir Mikhailov, che alle Olimpiadi di Atene 2004 ha lavorato ai fornelli presso il centro di riabilitazione della Nazionale. Mikhailov è un fermo sostenitore di una dieta sana ed equilibrata a base di cereali, come orzo perlato, grano saraceno, miglio e riso; legumi, come fagioli o piselli, e, naturalmente, verdure crude. Mikhailov si è ispirato proprio a questa combinazione di ingredienti per creare la sua ricetta del porridge “Dubinushka”. Un nome curioso, le cui origini derivano dalla parola “Dubina”, un soprannome che veniva dato a un uomo forte e robusto: nella regione di Smolensk, il forte e possente bogatyr (personaggio epico ed eroe delle leggende popolari russe, difensore dell’antica Rus’), veniva spesso chiamato “dubinushka”. Alla fine del XIX secolo iniziarono a circolare canzonette con un ritornello che faceva più o meno così: “Ehi, dubinushka, ukhnyem” (che si traduce più o meno come “Ehi, dubinushka, andiamo avanti”); le intonavano soprattutto i taglialegna e i trasportatori di chiatte durante i loro duri lavori. 

La moderna scienza nutrizionale ha confermato che il porridge ottenuto da una miscela di cereali è più salutare di quello preparato con un solo tipo di cereale, perché ogni cereale ha una propria composizione chimica. Maggiore è il numero di cereali utilizzati nella miscela, più alto è il valore nutrizionale del porridge. La ricetta della “Dubinushka” si basa proprio su questo principio. Proviamo?

Ingredienti per 6 porzioni:

  • Riso - 100-120 gr
  • Semola di grano saraceno - 100-120 gr
  • Semola d'orzo - 100-120 gr
  • Orzo perlato - 100-120 gr
  • Miglio - 100-120 gr
  • Zucca (grattugiata) - 1 tazza o 250 gr
  • Cipolla - 2 pezzi
  • Carote (medie) - 3 pezzi
  • Cetriolo - 1 pezzo
  • Pomodoro - 1 grande o 2 medi
  • Barbabietola (media) - 1 grande o 2 medie
  • Prezzemolo (tritato) - 2 cucchiai 
  • Acqua (calda) - 6 tazze
  • Olio vegetale - 30 ml
  • Pangrattato - 100 gr
  • Sale - q.b.

Preparazione:

Prendete una pentola dal fondo spesso, senza manici di plastica, e abbastanza alta. Ungete generosamente il fondo con olio e cospargetelo di pangrattato.

Sbucciate e grattugiate le barbabietole, quindi mettetele nella casseruola: questo sarà il primo strato.

Lavate il miglio fino a quando l'acqua non sarà di un colore chiaro e trasparente e versatelo sopra la barbabietola. Questo è il secondo strato.

Pelate le carote, grattugiatele e adagiatele sopra il miglio. Questo è il terzo strato.

Lavate bene il riso e mettetelo sopra le carote. Questo è il quarto strato.

Tagliate i pomodori a cerchi o a cubetti e disponeteli sul riso.

Tagliate il cetriolo a cerchi o a cubetti e disponetelo sui pomodori. Cospargete di prezzemolo. Questo è il quinto strato.

Lavate il grano saraceno e disponetelo sopra. Questo è il sesto strato.

Sbucciate e tagliate la cipolla e disponetela sul grano saraceno. Questo è il settimo strato.

Lavate la semola d'orzo e mettetela sulle fette di cipolla. Cospargete l'orzo perlato lavato. Questo è l'ottavo strato.

Successivamente, mettete la zucca grattugiata sopra l'orzo perlato. Questo è il nono strato.

Versate acqua calda e salata sul porridge. Mettete la pentola sul fuoco e cuocete per 20-30 minuti.

Quindi togliete la pentola, coprite con un coperchio e lasciate in infusione per un’altra ora.

Il liquido dovrà essere completamente assorbito dai grani.

Rovesciate la pentola di porridge caldo su un piatto: dovreste ottenere una torta a strati che può essere tagliata in deliziose porzioni. Buon appetito!

LEGGI ANCHE: Grano saraceno con gli shkvarki: un porridge rétro dal gusto sovietico 

Cari lettori, 

a causa delle attuali circostanze, c’è il rischio che il nostro sito internet e i nostri account sui social network vengano limitati o bloccati. Perciò, se volete continuare a seguirci, vi invitiamo a: 

  • Iscrivervi al nostro canale Telegram
  • Iscrivervi alla nostra newsletter settimanale inserendo la vostra mail qui
  • Andare sul nostro sito internet e attivare le notifiche push quando il sistema lo richiede
  • Attivare un servizio VPN sul computer e/o telefonino per aver accesso al nostro sito se risultasse bloccato nel vostro Paese

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie