I sapori della Buriazia e del Daghestan a tavola: dove provare la cucina regionale a Mosca

Daghestanskaya lavka
Non solo borsch e pelmeny: le regioni russe vantano una cucina autentica e variegata: piatti che si possono provare anche a Mosca! Dove? Prendete nota di questi indirizzi!

1/ Cucina della Buriazia 

Zuppe saporite, gustose carni e formaggi fatti in casa. Sono questi i “re” della tavola buriata. Fra i piatti da provare, ci sono i buuzy, gnocchi tradizionali di questa regione, ripieni di carne macinata, solitamente manzo o agnello, o farciti con una miscela di manzo e maiale. 

Se la vostra scelta ricade su una zuppa, provate il “bantan”, fatto con brodo di carne e pezzi di manzo o agnello e... farina! La versione solitamente proposta nei ristoranti sostituisce la farina con dei buuzy.

A Mosca si trovano diversi ristoranti di cucina buriata, spesso frequentati dai membri della comunità buriata locale. Il più famoso è Orda, vicino alla stazione metropolitana Turgenevskaya.

Da provare: buuzy tradizionale (410 rubli, 6,5 dollari), cetriolini “rotti” (350 rubli, 5,5 dollari), boovy (biscottini) con latte condensato (250 rubli, 4 dollari). 

  • Scontrino medio: 1.500 rubli (23 dollari)
  • Dove: Ulitsa Myasnitskata 43/2

Se invece preferite posti più economici, al secondo piano del Gastromarket (mercato alimentare) in via Maroseyka troverete un angolo di cucina buriata chiamato YURT, che utilizza prodotti importati direttamente dalla Buriazia. Il menu comprende buuzy di agnello (390 rubli, 6 dollari), zuppa bukhler preparata con brodo di agnello (450 rubli, 7 dollari), khushuury (chebureki, tipo fagottini) con manzo (150 rubli, 2,4 dollari).

  • Scontrino medio: 1.000 rubli (16 dollari)
  • Dove: Ulitsa Maroseyka 4/2

2/ Cucina del Daghestan

Lo sapevate che i khinkali del Daghestan e i khinkali georgiani sono due piatti molto differenti? In Daghestan, la carne e l’impasto vengono serviti separatamente, e accompagnati da una salsa e una scodella di brodo. 

La cucina daghestana è famosa anche per i chudus, focaccine con erbe tritate, formaggio, ricotta o manzo, e per i kurze, gnocchi di patate o carne accompagnati da brodo. 

Potrete assaggiare degli ottimi khinkali (290 rubli, 4,5 dollari) e chudus (150 rubli, 2,4 dollari) alla Dagestani Lavka nella piazzetta alimentare Tsvetnoy, nel mercato Danilovsky (a proposito, ecco i nostri consigli per fare la spesa nei mercati russi) e a Gastroferma in Ulitsa Baumanskaya. 

  • Scontrino medio: 800 rubli (12,5 dollari)
  • Dove: Ulitsa Mytnaya 74, Danilovsky Market

3/ Cucina tatara

La cucina tartara è una delizia per gli amanti della carne (manzo, agnello e carne di cavallo) e della pasticceria. E offre una grande varietà di scelta! Provate ad esempio gli echpochmaki (fagottini triangolari) e i peremyachi (rotondi), con carne e patate, il manti con verdure e il tortino di carne zur belish, oltre al famosissimo chak-chak, il dessert tartaro al miele (qui la ricetta).

Alcuni piatti tatari si possono trovare anche nei ristoranti di Mosca che propongono cucina europea, come l’azu (stufato di carne fritta), il manti e la baklava al miele.

Se volete provare un autentico ristorante tataro, dovrete andare nella parte orientale della città: il Miradzh si trova nella zona di Sokolinaya Gora (la stazione della metropolitana più vicina è Semenovskaya) ed è considerato l'unico ristorante davvero autentico di Mosca. Spesso ospita concerti di musica tatara e festival.

Da provare: pilaf tataro con uvetta e agnello (440 rubli, 6,9 dollari), chicken saj (mezzo chilo di pollo con verdure, 750 rubli, 11,7 dollari).

  • Scontrino medio: 1.500 rubli (23,5 dollari)
  • Dove: Prospekt Budennogo, 33

Non bisogna poi dimenticare la cucina tatara di Crimea, che si è sviluppata sotto l'influenza della cucina caucasica, mediterranea e sovietica. Il piatto più popolare, e non solo a Mosca, è il cheburek, un fagottino fritto ripieno con carne macinata o verdure. Molti moscoviti sostengono che i migliori chebureki della capitale si possano mangiare nel caffè in stile sovietico Druzhba (amicizia) che si trova vicino alla stazione della metropolitana Sukharevskaya. Prezzo a pezzo: 70 rubli, 1 dollaro.

  • Scontrino medio: 150 rubli (2,3 dollari)
  • Dove: Pankratyevsky per, 2

4/ Cucina della Cabardino-Balcaria

La cucina della Cabardino-Balcaria vanta molti piatti tipici caucasici come gli spiedini di agnello e l'ayran (bevanda a base di latte acido). Tuttavia, il punto forte sono le squisite focacce di khychin, preparate con una pasta a base di farina, acqua e sale. Le varietà più deliziose sono i khychins con ripieno di formaggio fatto in casa ed erbe aromatiche, ma si possono trovare anche ripieni di carne.

Se vi è venuta fame e avete deciso di rinviare la dieta, organizzate una cena al Food Market 21 a Novij Arbat: qui troverete buonissimi khychin a soli 150-200 rubli (3 dollari).

  • Scontrino medio: 600 rubli (9,4 dollari)
  • Dove: Novij Arbat St, 21.

5/ Cucina della Russia del nord

I popoli che vivono nel nord della Russia sono soliti preparare piatti minimalisti realizzati con ciò che la natura circostante offre loro. Molte popolazioni indigene di queste zone sono solite mangiare sagudai, una sorta di tartare di carne o pesce marinata in aceto, sale e cipolle. Un altro piatto popolare è la stroganina e altri piatti a base di carne di cervo e di orso.

Il ristorante Sever (nord) nella piazzetta alimentare StrEAT offre piatti tradizionali del nord reinterpretati in chiave moderna: qui potrete ordinare un hamburger di salmone con verdure al forno (490 rubli, 7,5 dollari), filetto di muksun (pesce bianco) con ratatouille (550 rubli, 8,6 dollari) e tartare di cervo (450 rubli, 7 dollari).

Scontrino medio: 1.000 rubli (16 dollari)

Dove: Leninskaya Sloboda, 26, bld 1

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie