La torta di mele e smetana: preparate il dolce preferito da Marina Tsvetaeva

Klaus Wagenhäuser/Global Look Press
A quanto pare, questo era il dessert più amato dalla poetessa, e i suoi fan continuano a cucinarlo per festeggiare l’anniversario della sua nascita

Per la “torta della Tsvetaeva” in Russia di solito si utilizzano qualità di mele tipiche del tardo autunno, come la Antonovka e la Bogatyr. In Italia sarà difficile trovarle, ma abbiate cura di scegliere dei tipi di mela aspra, la cui acidità ben si sposa con il gusto dell’impasto e della delicata crema a base di smetana

Questa torta era un ospite frequente nella famiglia della famosa poetessa russa Marina Tsvetaeva (1892-1941), anche se non ci sono informazioni precise su chi fosse l’autore della ricetta. Si sa che, durante l’infanzia, Marina e la sorella Anastasia trascorrevano le vacanze in una dacia a Tarusa (140 chilometri a sud di Mosca; nella regione di Kaluga). E secondo una versione, le sorelle stesse avrebbero cucinato questa delizia, il che è improbabile, dal momento che, secondo la stessa Marina, poteva solo scrivere poesie ed era completamente inabile a qualsiasi compito domestico. Secondo un’altra versione più plausibile, erano i vicini di dacia a preparare la torta per la famiglia della poetessa.

In effetti, nelle sue memorie, Anastasia racconta del grande e accogliente giardino con le mele di prima scelta e la veranda, dove sul tavolo bolliva il samovar e c’erano torte dolci con la smetana. E di fatto la smetana è il più importante ingrediente di questa torta, insieme alle mele, ovviamente.

La stessa Tsvetaeva nacque in uno di quei giorni di ottobre da mele sul tavolo, con il cielo immobile e le foglie cadute che si perdono nel freddo delle prime nebbie. Proprio per questo, chi ama la poetessa, festeggia ogni anno l’anniversario della sua nascita (l’8 ottobre) cucinando questa torta alle mele.

Ricetta della Torta della Tsvetaeva

Per l’impasto

  • Smetana – mezzo bicchiere o 5 cucchiai
  • Burro – 150 g.
  • Farina – 1,5 bicchieri
  • Lievito per dolci – 1 cucchiaino

Per la crema:

  • Smetana – 1 bicchiere o 10 cucchiai
  • Zucchero – ½ tazza (può essere meno)
  • Uovo – 1
  • Farina – 2 cucchiai
  • Mele – 3-5

Preparazione:

1 / Per prima cosa, occupatevi dell’impasto. La cosa più importante è comprare una buona smetana grassa. Ai tempi delle sorelle Tsvetaeva, molto probabilmente, il dolce era cucinato con la panna acida del villaggio, ma funzionerà anche quella del negozio. La cosa fondamentale è che sia grassa (deve contenere almeno il 30% di grassi). È la smetana che renderà l’impasto di pasta frolla tenero, leggero e ricco.

Mettete la panna acida in una scodella profonda, quindi aggiungete il burro a temperatura ambiente e mescolate con le mani o con un mixer fino a quando gli ingredienti non si saranno completamente amalgamati.

2 / Setacciate la farina (per questo dolce è molto adatta quella integrale) e aggiungete il lievito. A seconda della densità e della quantità di panna acida, occorrerà da una a una tazza e mezzo di farina. Non occorre lavorare a lungo l’impasto, ma dovrebbe essere omogeneo e non attaccarsi alle mani.

3 / Schiacciate ora con le mani questo morbido impasto in una teglia e non dimenticatevi di lasciare i bordi (di 5-6 cm di altezza). È meglio rendere sottile lo strato di pasta.

4 / Tagliate le mele a fette sottili. La buccia la potete lasciare. Disponete nella teglia le file una dopo l’altra (è possibile fare più strati), ma non troppo fitte.

5 / Ora occupatevi della crema. Mescolate con un mixer in una ciotola smetana, zucchero, uova, e quindi aggiungere la farina. Versare uniformemente la crema sulla torta, e lasciatela riposare per circa tre minuti in modo che la crema si distribuisca bene sulla base.

6 / Infornate la torta a 180 ºC, cuocendola da 45 minuti a un’ora, a seconda del forno. Per scoprire se è pronta, foratela con uno stuzzicadenti: non deve uscire umido. Si dice che, dopo la cottura, la torta della Tsvetaeva dovrebbe riposare un paio d’ore. Ma la probabilità che non venga consumata durante questo periodo è pari a zero!

Prijatnogo appetita!

Le ricette degli scrittori: in cucina con Tolstoj, Gogol e Pushkin 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie