Le ricette degli scrittori: in cucina con Tolstoj, Gogol e Pushkin

“Aringhe con carne di vitello. Il libro su cibo, scrittori e ricette”, Eldar Orujev

“Aringhe con carne di vitello. Il libro su cibo, scrittori e ricette”, Eldar Orujev

Illustrazioni di Inna Bagaeva
Studiando le lettere, i diari e altri materiali, un russo ha raccolto alcuni piatti e cocktail che gli artisti del passato amavano cucinare o farsi preparare. Ecco tre idee per una cena colta

“Mangio patate al forno come un finlandese e uova alla coque come Luigi XVIII. Questa è la mia cena”, scrisse il poeta Aleksandr Pushkin a sua moglie Natalia, usando l’appellativo “majmist”, una parola ormai desueta che indicava i finlandesi e altre popolazioni baltiche che vivevano nel territorio dell’Impero ma non parlavano russo. 

La ricetta di Pushkin per le patate al forno può ora essere provata da tutti. Seguite queste semplici istruzioni: Fate bollire le patate novelle, sbucciatele e poi friggetele con burro, erbe aromatiche, sale e pepe.

Questa ricetta, così come l’immagine di Pushkin con le unghie lunghe (è lui, del resto, ad aver scritto la famosa frase “Puoi essere una persona ragionevole/ E pensare alla bellezza delle unghie ...”), può essere trovata nel libro di Eldar Orujev, “Aringa con vitello. Il libro su cibo, scrittori e ricette.”

“Questo libro è nato per caso: mi sono imbattuto in una ricetta del krupenik, e sono rimasto sorpreso dal fatto che una semplice ricetta della cucina tradizionale non sia oggi popolare, e così ho iniziato a studiare la questione”, ha detto Eldar a Russia Beyond. Più tardi, ha deciso di creare un libro strenna con le ricette come regalo per i suoi amici; quindi, questa edizione è stata pubblicata e presto sarà tradotta in inglese. 

Il Krupenik della famiglia Tolstoj

“Il Krupenik può essere mangiato sia freddo che caldo”, dice l’autore. “Può essere fatto senza ripieno, ma può anche essere cucinato in vari modi - come dolce (con albicocche secche o uvetta) e verdura (con broccoli, funghi, ecc.). È facile da preparare e può essere fatto negli stampi. Il krupenik tradizionale è di grano saraceno, un alimento molto sano, ma potete usare vari cereali al suo posto”. 

Ingredienti:

  • Grano saraceno – 600 gr.
  • Latte – sufficiente a coprire il grano saraceno
  • Uova – 6
  • Ricotta – 200 gr.
  • Zucchero – 1 cucchiaino
  • sale – q.b.
  • Burro –100 gr. 

Preparazione:

Cuocete il grano saraceno nel latte, aggiungete un po’ di zucchero, salate e lasciare raffreddare. Quindi aggiungete le uova e la ricotta. Mescolate, mettete nello stampo, aggiungete il burro e cuocete in forno preriscaldato a 180 °C per 20 minuti. 

Bere alla Gogol

Il libro di Orujev ha diverse righe tratte dalla lettera di Gogol a suo zio: “Tu non conosci tutti i miei talenti, so far bene diversi mestieri: sono un buon sarto… Io lavoro in cucina e so cucinare bene…” Segue la ricetta di questo cocktail Provate a farlo da soli. 

Ingredienti:

  • Latte di capra – 0,6 litri
  • mezza buccia di limone
  • Zucchero – 50 gr.
  • 1 albume d’uovo
  • Rum scuro – 50 ml.
  • Brandy – 100 ml.
  • Un pizzico di cannella 

Preparazione:

Riscaldate il latte in una casseruola con la scorza di limone, lo zucchero e la cannella. Fate bollire e togliete rapidamente dalla stufa. Mentre mescolate, aggiungete l’albume montato, poi rum e brandy. Servite caldo.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond