Dall’orto alla tavola: così nasce la nuova cucina russa a chilometro zero

Ufficio stampa
Nel ristorante degli chef Ivan e Sergej Berezutskij si possono assaggiare piatti realizzati esclusivamente con prodotti locali coltivati in una fattoria di Kaluga. Un caso imprenditoriale unico in Russia che promette di rivoluzionare il mondo della gastronomia in quest’epoca di embargo

Prima di loro la cucina russa non era altro che sinonimo di borsch, pelmeny e bliny. Ma oggi una nuova generazione di chef guidata dai gemelli Ivan e Sergej Berezutskij sta rapidamente stravolgendo questa concezione. Un cambiamento incentivato anche dall’embargo alimentare che ha costretto cuochi e cucinieri a rivedere i prodotti utilizzati per le loro portate.

Con l’embargo e la scomparsa di molte materie prime precedentemente importate, gli chef Ivan e Sergej Berezutskij hanno infatti deciso di puntare sui prodotti locali e sulla varietà di piatti che la cucina russa può offrire. Un’idea tanto semplice quanto rivoluzionaria, che ha gettato le basi per l’apertura del loro nuovo ristorante “Twins”: un angolo di buona cucina che rende omaggio alle prelibatezze gastronomiche del Paese più grande del mondo.

Stanchi però di essere sempre alla ricerca di nuovi ingredienti, i due chef hanno stretto un accordo con l’Accademia Agriculturale Timiriazev, la più rinomata del Paese, e hanno iniziato a coltivare 50 ettari di terreno nella regione di Kaluga. Questo nuovo progetto ha dato un forte impulso al loro ristorante, ribattezzato poi “Twins Garden”.
Attualmente il 70% della frutta, della verdura, del pesce, della carne e dei latticini utilizzati nella cucina del “Twins Garden” proviene dalla fattoria di Kaluga. Una filiera corta che permette di controllare ogni ingrediente portato in tavola. Si tratta dell’unico caso in tutta la Russia.
Il restante 30% degli ingredienti è pesce importato dall’Estremo oriente o prodotti acquistati da fornitori di fiducia.
Così come ha spiegato a Russia Beyond Sergej Berezutskij, i clienti si accorgono della differenza di sapori fin dalla prima forchettata. Le particolari sperimentazioni che avvengono in cucina, poi, rendono “Twin Garden” il regno in cui i piatti si trasformano in vere e proprie opere d’arte o in brillanti “esperimenti scientifici”.
Russia Beyond vi presenta una selezione di piatti davvero spettacolari che ben rappresentano la Nuova Cucina Russa.
Cavolo

Distinti tipi di cavolo cotti all’interno di un forno russo con salsa di formaggio affumicato sulguni.

Mora dell’Artico

Mora dell’Artico con latte condensato.

Formaggi caserecci

Quattro formaggi di capra e quattro formaggi realizzati con latte di vacca.

Polletto

Insalata di pollo con pomodorini e mais.

Storione

Storione al vapore con diversi tipi di barbabietola.

Pomodori

Tortino caldo di pomodori di diverso tipo e uvetta.

Granchio

Insalata di granchio della Kamchatka

Insalata Garden

Insalata mista con verdure fresche dell’orto.

Se vi è già venuta l’acquolina in bocca, concedetevi una pausa culinaria in questo ristorante! Potrete scegliere tra gli oltre 40 piatti presenti nel listino o uno dei sei menu degustazione.
Ottima anche la scelta del vino: qui potrete scegliere tra oltre 1.000 tipi di etichette, molte delle quali difficili da reperire in Russia.

E se volete continuare a sperimentare, ecco i migliori ristoranti di Mosca secondo i critici della “Gault & Millau”. 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più