Perché in Siberia e in altre regioni russe l’ingresso alla metropolitana è dentro le case? (FOTO)

Google Maps
No, non è solo per ripararsi meglio dal freddo. Spesso si tratta di scelte dovute alla densità architettonica del centro città. In ogni caso, alcune soluzioni sono davvero ingegnose e interessanti

A Mosca, le sale d’ingresso della metropolitana negli edifici residenziali non mancano. Per la maggior parte, furono costruite tra gli anni Trenta e i primi anni Sessanta, seguendo gli audaci progetti architettonici di quegli anni. Chi volesse saperne di più e andarle a scovare, ne troverà una guida completa nell’articolo “Perché in Urss costruivano stazioni della metropolitana dentro gli edifici residenziali?”

Ma il fenomeno è diffuso anche in altre regioni della Russia. Cominciamo dalla Siberia.

Metropolitana di Novosibirsk

Questa è la metropolitana più orientale della Russia e l’unica in Siberia (quella di Omsk, iniziata nel 1992 non è mai stata completata). La città è cresciuta molto rapidamente: in soli 70 anni ha ricevuto lo status di città “millionnik”, superando il milione di abitanti nel 1962 (oggi ne ha 1.625.000). Quando si decise di costruire la metropolitana a Novosibirsk, lo sviluppo della città era già piuttosto denso e la metropolitana doveva passare proprio sotto gli edifici residenziali. Pertanto, la metropolitana di Novosibirsk ha passaggi molto tortuosi che sarebbero stati semplicemente impossibili da costruire altrimenti. Ma le sale d’ingresso negli edifici residenziali sono apparse non solo per il risparmio di spazio, ma anche per la comodità dei viaggiatori: la città ha inverni ventosi e molto freddi.

Stazione “Marshala Pokryshkina” della metropolitana di Novosibirsk

Tre stazioni a Novosibirsk hanno accesso diretto dagli edifici residenziali: e sono gli edifici tipici più comuni che si possono trovare in qualsiasi città russa. La stazione della metropolitana, intitolata al geniale pilota e tre volte eroe dell’Unione Sovietica, maresciallo Aleksandr Pokryshkin (1913-1985), è stata inaugurata a fine dicembre del 2000. Due atri di questa stazione sono costruiti nei primi piani degli edifici residenziali di via Gogol, ai civici 36 e 40, e sono comparsi in questa forma solo nel 2008, quando sono state costruite le case.

Stazione “Krasnyj prospekt” della metropolitana di Novosibirsk

Anche Krasnyj Prospekt, una delle stazioni centrali della metropolitana di Novosibirsk, aperta nel 1986, ha un ingresso direttamente al primo piano di un edificio residenziale.

Stazione “Zaeltsovskaja” della metropolitana di Novosibirsk

E pure i due ingressi meridionali della stazione Zaeltsóvskaja, inaugurata nel 1992, sono costruiti in palazzi abitati. Gli appartamenti si trovano proprio sopra l’ingresso alla metro e le finestre danno sulla tettoia che sovrasta le porte!

Metropolitana di Ekaterinburg

L’unica stazione della metropolitana  della “capitale degli Urali” che ha un ingresso in un edificio residenziale si trova nella parte nord della città, non lontano dallo stabilimento industriale “Uralmash”, da cui prende il nome anche la fermata. È stata aperta nel 1991. La zona attrae gli amanti dell’architettura, poiché ci sono molti edifici interessanti, tra cui questo palazzo con ingresso della metropolitana incorporato al piano terra. Inizialmente si pensava di collocare l’ingresso direttamente all’ingresso della fabbrica, ma alla fine si è deciso di realizzarlo in una casa.

Stazione “Uralmash” della metropolitana di Ekaterinburg

Metropolitana di San Pietroburgo

Stazione “Nevskij prospekt” della metropolitana di San Pietroburgo

Come a Mosca, anche a San Pietroburgo molte stazioni della metropolitana nel centro della città hanno ingressi in vecchi edifici residenziali. Sono apparsi in aree dense di edifici storici, come la stazione “Nevskij Prospekt”, sul viale centrale della città, la celeberrima “Prospettiva Nevskij”

Stazione “Ploshchad Muzhestva” della metropolitana di San Pietroburgo
Atrio del palazzo con al suo interno la sala d’ingresso alla stazione “Ploshchad Muzhestva”

La stazione della metropolitana “Ploshchad Muzhestva” (“Piazza del Coraggio”, nome dato a questa piazza nel 1965 in onore dell’eroismo dei leningradesi nella Seconda guerra mondiale) è finita in un edificio residenziale per un motivo diverso. È stata inaugurata in una zona residenziale a nord di San Pietroburgo nel 1975 e l’atrio d’ingresso era originariamente costruito come edificio separato, ma vent’anni dopo gli è stato costruito a ridosso un grande edificio residenziale, quello al civico 17 di via Politechnicheskaja. E dalla metropolitana si usciva così direttamente o sulla piazza o nel cortile del palazzo. Ma questa seconda uscita oggi non viene più utilizzata.


Ma perché nella metropolitana di Mosca le porte d’ingresso sono così pesanti? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie