I dieci edifici più belli da visitare a Ekaterinburg (FOTO)

La capitale degli Urali ha visto sfilare la storia, e oggi la commemora con una serie di palazzi, testimonianza del suo ricco e tragico passato

1 / Centro Boris Eltsin

Il Centro presidenziale Boris Eltsin è stato aperto nel 2015 a Ekaterinburg, città natale del politico sovietico, per conservare, studiare e presentare al pubblico l'eredità del primo presidente russo e la storia contemporanea del paese.

L'edificio principale ospita un museo interattivo con vari oggetti appartenuti a Eltsin, tra cui la sua limousine presidenziale e una copia meticolosamente ricreata del suo ufficio del Cremlino, dove il 31 dicembre 1999 annunciò le sue dimissioni.

Attualmente il centro conta 9 sale, una galleria d'arte, bar e negozi, e ospita regolarmente visite guidate, conferenze e festival cinematografici.

La costruzione del complesso è costata sette miliardi di rubli (è difficile calcolare il prezzo in dollari, dato che il tasso di cambio ha subito forti oscillazioni durante il periodo di costruzione, ma nel novembre 2015 questa somma è stata pari a più di 100 milioni di dollari); più della metà della somma è stata stanziata dal governo russo. Il centro è stato progettato dalla Ralph Appelbaum Associates, uno dei maggiori studi di architettura degli Stati Uniti.

2 / Edificio della vecchia stazione

Questa magnifica stazione ferroviaria è stata costruita nel 1879 e ha una stazione gemella, che si trova a Perm, a 300 chilometri da Ekaterinburg.

Anche se in origine era una stazione ferroviaria civile, è stata riadattata nel 1914 (quattro anni prima dell'inizio della Rivoluzione bolscevica) per trasportare il personale militare e i treni dell'esercito. Oggi la stazione ospita un museo dedicato alla storia del sistema ferroviario della regione. 

3 / Casa Sevastyanov

Una leggenda locale narra che il proprietario della Casa Sevastyanov inizialmente vivesse in una piccola catapecchia proprio di fronte a questo palazzo, in modo da poterne sempre ammirare la bellezza. Forse vi potrà sembrare una versione eccessivamente romantica della storia… Sta di fatto che Nikolaj Sevastyanov, funzionario dell'Impero Russo, amava talmente tanto questo palazzo che commissionò una stravagante riprogettazione della facciata esterna, dandogli la sua attuale prospettiva.

Dopo che Sevastyanov fu promosso e trasferito a San Pietroburgo, il palazzo fu acquistato dallo Stato e successivamente occupato da un ufficio del tribunale locale. Dopo la Rivoluzione del 1917, l'edificio ospitò la prima conferenza bolscevica a Ekaterinburg con un cartello che proclamava "Gloria alla classe operaia" affisso sul tetto. 

La Casa Sevastyanov ha ospitato i delegati dell'Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai durante il vertice dell'organizzazione nel 2009. 

4 / Teatro dell'Opera e del Balletto di Ekaterinburg

L'edificio - costruito tra il 1904 e il 1912 - fu realizzato dal progettista russo Vladimir Semyonov, prima che la sua famiglia fosse costretta a emigrare per volere delle autorità zariste, convinte che la moglie dell'architetto simpatizzasse per i bolscevichi.

Ironia della sorte, fu in questo stesso edificio che il Consiglio dei lavoratori e dei deputati dei soldati di Ekaterinburg proclamò l’ascesa del potere sovietico nella città e negli Urali. 

Dopo il ritorno dall'esilio, Semyonov servì come architetto capo di Mosca dal 1932 al 1934, una carica istituita dopo il 1917. 

5 / Circo di Ekaterinburg

Prima della costruzione di questo imponente edificio, realizzato nel 1980, la città possedeva un circo in legno. La progettazione del moderno edificio iniziò dopo lo scoppio di un incendio, nel 1976, che distrusse il circo originale.

All'epoca della costruzione, era considerato uno dei migliori edifici circensi di tutta l'URSS e ospitava complessi spettacoli.

6 / Edificio del Consiglio comunale di Sverdlovsk

Questo è uno dei principali punti di riferimento architettonici di Ekaterinburg. Prima della Rivoluzione d'Ottobre del 1917, quest’area era occupata da un Gostinyi Dvor, il mercato nella Russia zarista. Più tardi, il vecchio edificio (che oggi non esiste più) ospitava le sedi locali di un museo regionale. 

Tutto cambiò negli anni '30, quando, gradualmente, il vecchio edificio iniziò a essere ristrutturato e trasformato in qualcosa di completamente nuovo. Il periodo di trasformazione durò fino al 1954, quando l'edificio venne sormontato da una guglia con una stella a cinque punte. Fu proprio questa guglia, lunga 61 metri, a rendere l'edificio del Comune di Sverdlovsk un importante punto di riferimento architettonico della città.

Oggi ospita l'amministrazione della città e la Duma di Ekaterinburg.

7 / Chiesa di tutti i santi

Questa moderna chiesa, costruita tra il 2000 e il 2003, vanta una particolare considerazione da parte dei credenti russi: è infatti stata costruita sul luogo della Casa di Ipatiev, dove lo zar Nicola II e la sua famiglia furono giustiziati dai bolscevichi nell'estate del 1918. 

La casa di Ipatiev fu demolita nel 1977 per volere di Boris Eltsin. Nel 2003, la Chiesa ortodossa russa ha inaugurato il nuovo tempio, oltre a un complesso commemorativo dedicato alla famiglia Romanov. 

8 / Casa dei commercianti Agafurovy

Prima della Rivoluzione bolscevica, a Ekaterinburg vivevano tre fratelli della famiglia Agafurov. Nel 1870 il padre, Khisametdin Agafurov, fondò una piccola società commerciale che vendeva frutta e tabacco.

Quando Khisametdin Agafurov morì, nel 1883, i figli allargarono rapidamente l'attività di famiglia in altre città dell'Impero russo, trasformando una modesta impresa commerciale in una casa mercantile ben nota non solo a Ekaterinburg, ma anche in altri angoli del paese. Iniziarono a commerciare anche oro e argento, profumi e accessori per la caccia, scarpe, articoli di cartoleria e altro ancora.

Dopo la Rivoluzione, la famiglia Agafurov fuggì prima in Giappone e poi nella città cinese di Harbin, dove trovarono rifugio molti russi anti-rivoluzionari ed emigranti bianchi. 

Uno dei siti più importanti legati all’eredità lasciata da questa famiglia è la Casa dei Mercanti, un tempo di proprietà di Zainetdin Agafurov, uno dei tre fratelli. 

9 / Ekaterinburg Arena 

A differenza dello stadio Fisht di Sochi, che è stato costruito da zero prima delle Olimpiadi invernali del 2014, questo stadio è stato realizzato negli anni '50 del secolo scorso. Ha subito un'importante ricostruzione tra il 2006 e il 2011.

Ha ospitato quattro partite della Coppa del Mondo che hanno coinvolto le nazionali di calcio di Francia, Egitto, Uruguay, Perù, Giappone, Messico, Senegal e Svezia.

10 / Aurora Business Center

Questo edificio moderno dalla forma circolare non passa di certo inosservato! Ciò è dovuto ai molteplici pannelli di diversi colori che creano quasi un mosaico sulla sua facciata.

I progettisti dell'edificio si sono ispirati alle opere dell'artista moderno tedesco Gerhard Richter, di cui potete ammirare le creazioni qui.




Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie