Dieci ragioni per le quali non dovreste mai andare in una dacia russa

Vladimir Pesnya; Ekaterina Chesnokova/Sputnik; Legion Media; Getty Images
L’aura romantica che circonda le case di campagna in Russia è solo la punta dell’iceberg. Ma quali “insidie” nascondono?

1 / È difficile da raggiungere

I problemi cominciano fin all’inizio: come si arriva alla dacia? Se hai la tua auto e parti da Mosca o da un’altra grande città, puoi star sicuro di trascorrere tre ore in un ingorgo, perché mica sei il solo a voler andare alla dacia: tutti lo fanno il venerdì sera o il sabato mattina.

Se la macchina non ce l’hai, ti toccherà prendere un affollato treno suburbano (elektrichka) o un autobus, e dovrai stare in piedi tutto il tempo, perché quella babushka stracarica di vasetti con piantine deve sedersi, brutto maleducato! Quindi, dalla stazione o dalla fermata dell’autobus dovrai camminare per diversi chilometri fino alla dacia, e non dimenticare che sarai carico come un mulo da soma di sacchi di cibo e roba per sopravvivere due giorni.

2 / Devi lavorare sodo

Se immagini la dacia come un paradiso in cui ti rilasserai su una sdraio con un cocktail accanto, sei un povero illuso. Alla dacia devi lavorare, perché c’è sempre qualcosa che deve essere riparato, sistemato o piantato, mentre il prato deve essere falciato e l’orto coltivato. Ovviamente si può coprire tutto il territorio con cemento… ma poi sembrerà ancor meno un paradiso. E anche in quel caso, ci sarà comunque sicuramente qualcosa da sistemare all’interno della casa o almeno resterà la necessità di fare le pulizie.

3 / Pullula di zanzare

È tarda sera, hai fatto quasi tutto, e ti sei seduto su una sedia a dondolo fuori per berti finalmente il tuo cocktail e ascoltare le cicale che cantano. Ma non avrai la possibilità di goderti il momento… Perché, non appena il sole tramonta, inizia l’ora delle zanzare!

Quando arrivi in ufficio, al lunedì mattina, puoi sempre identificare facilmente i “dachniki” (le persone che vanno alla dacia): si grattano ancora come ossessi.

4 / Tutti i tuoi vestiti puzzeranno di fumo

Un fine settimana alla dacia vuole anche dire barbecue, o meglio shashlyk, il suo omologo russo. È sempre un uomo che si occupa di grigliare tutto. Ma indipendentemente che sia tu o meno quest’uomo, i tuoi vestiti si impregneranno di fumo. E dovrai tornare in città con quei vestiti puzzolenti prima di poterli mettere in lavatrice. Ah, aspetta… i russi hanno un modo di affrontare la questione: hanno speciali abiti “fumosi” che tengono alla dacia!

5 / I vicini sono dei pazzi

Sì, ok, anche nel tuo condominio hai diversi vicini e alcuni di loro sono rumorosi. Ma almeno non li vedi e non ti vedono! Nelle campagne della Russia, solo coloro che possono permetterselo economicamente costruiscono alti recinti di mattoni in modo che nessuno li possa vedere. Tuttavia, la maggior parte delle dacie ha solo una recinzione di rete o una bassa palizzata, ed entrambe consentono ai tuoi vicini di spiarti. Significa che non puoi lavorare liberamente sulla tua abbronzatura… E le feste pazze e le chitarre di mezzanotte sono sempre un problema.

I vicini poi possono iniziare a falciare l’erba con quel rumorosissimo decespugliatore alle 7 del mattino di domenica o possono mettersi a bruciare foglie secche quando fuori fa +30 °C. E non c’è scampo da quel fumo terribile; nemmeno i tuoi vestiti già puzzolenti ti salveranno.

Ma c’è di buono nell’avere vicini pazzi: puoi festeggiare un folle Capodanno con loro, scatenare giochi pirotecnici e bere tutta la notte.

6 / Toilette? Quale toilette?

La maggior parte delle dacie classiche hanno delle maleodoranti baracche di legno nel giardino per i richiami della natura. Quindi, se ti scappa di notte, dovrai vestirti, metterti le scarpe, prendere una lampadina e pregare che nessuna bestia notturna ti balzi addosso.

Un’altra cosa da sapere su questi servizi igienici è che si basano su un buco profondo che si riempie gradualmente durante l’estate. Ma lo capirai da solo annusando, una volta dentro. Inoltre, queste piccole capanne di legno sono il paradiso per decine di tipi di insetti… Beh, se sei un biologo o un entomologo, ti divertirai!

7 / Acqua calda, doccia? Torna in città, femminuccia!

I servizi igienici esterni possono essere considerati quasi un lusso, se si pensa che sono molto rare le dacie che hanno acqua calda (o acqua corrente in generale) e una doccia. Nella migliore delle ipotesi ci sarà un’altra cabina di legno con un serbatoio di acqua riscaldata dal sole. Se non ha piovuto, dovrai riempire tu stesso il serbatoio arrampicandoti su una scala con dei secchi. E, in ogni caso, dovrai pregare che l’estate sia soleggiata e che l’acqua si riscaldi almeno un po’. Buona fortuna! Oppure, meglio aspettare di tornare a casa nel comfort della città per fare il bagno…

8 / Niente riscaldamento

Quando è un’estate calda, la mancanza di comfort del bagno e della doccia non sembra poi così grave. E le dacie di legno mantengono sempre un po’ di fresco piacevole quando entri dentro dal caldo esterno. Ma se è un’estate piovosa, con temperature di15 °C, dovrai indossare tutti i tuoi vestiti fumosi perché la maggior parte delle case non ha riscaldamento. Questo è il motivo per cui i russi di solito non vanno alle dacie durante l’inverno. Le stufette portatili elettriche (ammesso che ci sia la corrente) non sono in grado di riscaldare un’intera casa bella congelata durante l’inverno.

9 / Il telefono prende poco o niente (come postare su Instagram?)

Ormai si dice “Non è successo, se non è pubblicato su Instagram”. Seguendo questo detto, i russi non vanno alle dacie, perché non possono pubblicare tutti quei fantastici fiori o piante di pomodoro e fragole della babushka. Per non parlare di quei fantastici abiti casual pieni fumo! Un amico ti ha inviato un video con gatti divertenti? Dovrai essere paziente fino a quando non sarai di nuovo in città, dove c’è abbastanza segnale per guardarlo. Vorresti ordinare una pizza da asporto con la app di delivery? Scordatelo!

10 / Alla fine devi lasciare la dacia

Ma la cosa più spiacevole e triste della dacia è che arriva sempre il tempo in cui devi partire e tornare in città, al traffico e al lavoro. Quei weekend pieni di sole quando discutevi con lo “chef” del barbecue su quanto cotta volessi la tua bistecca, o la caccia alle zanzare di notte in cui era impegnata tutta la famiglia o la rabbia per i vicini rumorosi… Tutto finirà. Quindi, con la dacia, piangi due volte: quando arrivi e quando parti.

P.S. L’autrice di questo articolo si lamenta sempre di tutti questi punti, ma si è avviata alla dacia subito dopo aver spedito il suo articolo in redazione. Che cosa vuol dire? Credici: una dacia è il luogo di riposo perfetto, specie oggi che non è male concedersi un po’ di digital detox. 


Vacanze in Russia? Ecco perché d’estate la campagna batte la città 10 a 0 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie