Sei piatti da provare a San Pietroburgo

Legion Media
Lanciatevi alla scoperta dei sapori più autentici della città! Dai tradizionali tortini salati alle ciambelle, abbiamo selezionato per voi i bar e i ristoranti dove provare queste delizie

1 / Sperlano fritto 

A San Pietroburgo, con l’arrivo della primavera, potreste sentire con una certa frequenza la domanda: “Quando inizia la stagione della deposizione delle uova di sperlano?”. Questo pesce di acqua dolce vive prevalentemente nell’Estremo oriente russo, ma a San Pietroburgo è diventato da tempo il simbolo della primavera.

In passato i ristoranti della città servivano prevalentemente salmone del Baltico, ladoga e storione annaffiato da champagne. Lo sperlano finiva solo sulle modeste tavole degli operai e della servitù. Ma con la salita al potere del comunismo e i momenti difficili che ne conseguirono, lo sperlano ottenne via via maggior popolarità. E fu proprio allora, all’inizio del Novecento, che questo pesce si fece posto nella dieta abituale degli abitanti della città. 

La Festa dello Sperlano è oramai una tradizione che si rinnova ogni anno a maggio: in questi giorni i ristoranti della città propongono menu tematici, gustosi e originali, a base di sperlano. 

Purtroppo negli ultimi anni, a causa della pesca selvaggia, questa specie si è ridotta drasticamente, con un conseguente aumento dei prezzi sul mercato.

 

Dove assaggiare lo sperlano: ristorante Russkaya Ryumochnaya No. 1, Konnogvardeysky Boulevard, 4 

Restaurant Kokoko, Voznesensky Prospekt, 6

*** 

2 / Pyshki (ciambelle) 

Piccoli anelli di pasta soffici e caldi, coperti da una cascata di zucchero a velo. Sono questi i famosi pyshki di San Pietroburgo! 

I pyshki assomigliano molto alle ciambelle, e devono rigorosamente essere accompagnati da una tazza di tè bollente o da caffè lungo con latte.

 

Dove assaggiarli: Café Pyshechnaya, Ulitsa Bolshaya Konyushennaya, 25

Café Pyshechnaya, Ulitsa Sadovaya, 32

*** 

3 / Rassolnik di Leningrado 

Il rassolnik è una zuppa della tradizione russa molto diffusa non solo a San Pietroburgo, ma in ogni parte del paese. Gli ingredienti principali sono cetrioli sottaceto o in salamoia, carne, patate, carote e cipolle. A Leningrado (così come veniva chiamata San Pietroburgo in epoca sovietica), vista l’influenza della cucina finlandese, la lista degli ingredienti fu ampliata e includeva l’orzo perlato. Il rassolnik a base di orzo perlato è così passato alla storia come rassolnik di Leningrado.

 

Dove assaggiarlo: ristorante Banshchiki in Ulitsa Degtyarnaya, 1А 

Ristorante Tsar in Ulitsa Sadovaya, 12

***  

4 / Shawarma 

Lo shawarma (kebab) è comparso in Russia nei primi anni Novanta. In quel periodo lo si poteva acquistare nei chioschetti di strada vicino alle stazioni dei treni e della metropolitana. Col tempo, poi, i chioschi di shawarma si sono trasformati in tavole calde. 

A differenza di Mosca, dove questo piatto si pronuncia “shaurma”, a San Pietroburgo è chiamato “shaverma”. La ricette pietroburghese non prevede cavolo fresco o sottaceto, e l’insalata dovrebbe essere composta esclusivamente da cetrioli, pomodori, cipolle e salsa all’aglio. Ma visto l’altissimo numero di chioschi e locali dove viene preparato, è probabile che queste regole non siano rispettate in maniera rigorosa.

***

5 / Pirozhki 

Belyashi, tortini di uova e formaggio, torte di funghi, torte di fegato e cavolo. Sono questi i sapori con i quali sono cresciuti gli abitanti di San Pietroburgo. La città vanta numerosi forni e pasticcerie (pirozhkovye), piccoli bar o mense dove si vendono prodotti da forno cucinati secondo gli standard sovietici. 

Alcuni di questi locali sono in attività da più di mezzo secolo, come il Khozyayushka sul Moskovskij Prospekt. 

Rada&K in Ulitsa Gorokhovaya è invece una mensa vegetariana dove i tortini vengono preparati senza uova e burro. Da provare anche le torte salate a base di lenticchie o spinaci e le torte di formaggio della Circassia!

 

Dove provare queste prelibatezze: Pasticceria Khozyayushka, Moskovskij Prospekt, 192 

Ristorante Rada&K in Ulitsa Gorokhovaya, 36

 ***

6 / Pasticcini di Leningrado

Fin dall’epoca sovietica i souvenir più gettonati per chi viaggiava a Leningrado erano questi gustosi cabaret di pasticcini (pirozhki). Tra i più noti vi era il Lennabor (set di pasticcini di Leningrado), composto da bignè alla panna, eclair, cannoli e cubetti al cioccolato fondente.

 

Dove provarli: Café Sever-Metropol, Nevsky Prospekt, 44

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie