Rassolnik, la zuppa di cetrioli celebrata da Gogol

Vostock-Photo
Esistono varie versioni di questa ricetta: noi vi proponiamo quella che veniva prepara a Leningrado

La ricetta del rassolnik affonda le proprie radici nel XIX secolo. Inizialmente il piatto veniva servito non come zuppa, bensì sotto forma di tortino. Di questa ricetta parlò anche il celebre scrittore Nikolaj Gogol: “Il piatto conosciuto con il nome di rassolnik è un tortino con pollo e grano saraceno, al quale viene aggiunto il succo dei cetrioli e delle uova cotte tagliate a pezzetti”. Di questa straordinaria ricetta si parla anche nel libro “Le anime morte” di Gogol.
Il nome stesso della zuppa rassolnik deriva dalla parola “rassol”, ovvero la soluzione acquosa e salata delle verdure sott’aceto.
Esistono diverse maniere per la preparazione di questa zuppa, le più diffuse però sono le ricette seguite a Mosca e Leningrado (oggi San Pietroburgo).
Qual è la differenza?
Ci sono alcune differenze tra le ricette seguite nelle cucine di Mosca e di Leningrado.
Il rassolnik di Leningrado, per esempio, si fa con il brodo di carne e prevede l’utilizzo dell’orzo perlato. Come alternativa all’orzo si può utilizzare il riso. E la zuppa ovviamente viene servita con panna acida.
Il rassolnik di Mosca, invece, viene preparato con brodo di pollo: è questa la differenza principale tra le due ricette. Nell’antichità la ricetta prevedeva anche l’aggiunta di reni di vacca: un dettaglio che oggi non viene più seguito. La versione moscovita inoltre prevede abbondante pepe.
Di seguito vi proponiamo la ricetta del rassolnik di Leningrado.

Ingredienti:

  • 300 gr di carne magra
  • 3-4 patate
  • 1-2 cipolle
  • 1 carota
  • 50 gr di orzo perlato
  • 4 cetrioli sott’aceto

Procedimento:

1 Mettete in ammollo l’orzo per una notte.
2 Tagliate la carne in pezzi di medie dimensioni. Fate bollire l’acqua e aggiungete la carne. Cucinate a fuoco basso.
3 Finché il brodo si cucina a fuoco basso, iniziate a preparare le verdure. Tagliate la cipolla finemente e grattugiate le carote. Saltatele in padella per 5-10 minuti fino a quando avranno ottenuto una colorazione dorata.

4 A questo punto aggiungete l’orzo al brodo. L’orzo dovrebbe cucinarsi in circa 30 minuti, ma se viene messo in ammollo per una notte potrebbe tardare meno.
5 A questo punto tagliate le patate a cubetti e aggiungetele al brodo.
6 Lasciate cucinare per 5-10 minuti, fino a quando le patate risulteranno tenere. Aggiungete quindi le cipolle e le carote.

7 Tagliate i cetrioli e aggiungeteli al brodo. Aggiungete delle spezie, sale e pepe a piacere.

8 Servite il vostro rassolnik con panna acida!
Buon appetito!

Provate il borshch, l’eterno mistero di un evergreen irresistibile!

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

This website uses cookies. Click here to find out more.

Accept cookies