Mai stati a Saransk? Ecco cosa non dovete perdervi nella capitale della Mordovia

AFP
Gérard Depardieu, dopo aver ottenuto la cittadinanza russa, ha deciso di stabilire qui la sua residenza. E anche se in città lo si vede raramente, ha restaurato un cinema, che ora porta il suo nome. Non ha tutti i torti: il posto è interessante, tra panorami dai tetti, sculture in legno, una ricca storia e una cucina eccellente

Se andate a Saransk (650 chilometri a sud-est di Mosca) per assistere alle partite della Coppa del Mondo di calcio che inizierà in Russia il 14 giugno (qui la nostra guida completa all’evento), o semplicemente per una tappa del vostro viaggio nel Paese più grande del mondo, non preoccupatevi: anche se la città è piccola rispetto a Mosca o a San Pietroburgo, è ospitale e accogliente e desiderosa di condividere la sua cultura nazionale con gli ospiti stranieri.

È però vero che la Repubblica di Mordovia, e la sua capitale, Saransk, non sono mete di viaggio molto gettonate, neanche tra i russi. Prima di diventare una delle città ospiti del mondiale, la località era conosciuta come terra di prigioni (uno dei suoi carcerati più illustri dei nostri tempi è stata la Pussy Riot Nadezhda Tolokonnikova, che è stata reclusa qui nel 2013). La città è salita agli onori della cronaca anche quando l’attore francese Gérard Depardieu, che ha ottenuto la cittadinanza russa, ha registrato qui la sua residenza, e in seguito quando ha ristrutturato un cinema locale.

I visitatori saranno piacevolmente sorpresi dalle strade pulite di Saransk, dai siti storici affascinanti e dai locali accoglienti. Ecco alcuni suggerimenti per aiutarvi a rendere il vostro soggiorno indimenticabile.

1 / Godetevi una vista panoramica dal tetto della Università di Stato della Mordovia

Passeggiando per il centro città verso piazza del Millenario (Ploshchad Tysjacheletija) e la sua fontana musicale, riconoscerete un piccolo sosia del grattacielo della Università Statale Lomonosov di Mosca, che ha sede in una delle Sette Sorelle di Stalin: si tratta dell’Università Statale Ogarev della Mordovia. Andate sulla piattaforma panoramica sul tetto e godetevi la vista a volo d’uccello. È possibile individuare il nuovo stadio e una fontana a forma di nota musicale accanto al Teatro dell’Opera e del Balletto.

2 / Guardate le sculture di Stepan Erzia al Museo mordvino di Belle Arti

A pochi passi dall’università si trova l’edificio verde del Museo mordvino di Belle Arti, che ha una grande collezione di artisti locali, soprattutto Stepan Erzia (1876-1959), uno scultore famoso per le sue incredibili opere in legno.

Nato in un villaggio vicino, prese lo pseudonimo “Erzia” per onorare il suo gruppo etnico: Erzia è un sottogruppo del popolo mordvino. Le sue opere sono state esposte in Italia e Francia, e ha vissuto alcuni anni in America Latina, dove si è innamorato degli alberi locali e li ha persino portati con sé in Unione Sovietica! Se venite a Saransk e non vedete la sua arte, allora siete venuti invano! Sicuramente dovrete trovare un’ora o due per godere delle sue opere mozzafiato e ammirare i numerosi dipinti che raffigurano la vita locale.

3 / Scoprite il passato della Mordovia al Museo di Storia Locale

Il popolo mordvino vive da sempre in relazioni di buon vicinato con le altre nazioni della Russia, e nel 2012 la repubblica ha celebrato i mille anni di questa amicizia. Gli abitanti fanno del loro meglio per celebrare il loro passato e voi potete conoscere il passato al Museo di Storia Locale, situato di fronte al Parco Pushkin sul fiume Saranka. È uno dei pochi posti in cui è possibile vedere le tante ricchezze della natura locale, conoscere le tradizioni della Mordovia e capire quanto grande è stato il contributo di questa terra nella vittoria nella Grande Guerra Patriottica, la Seconda guerra mondiale.

4 / Assaporate la cucina locale presso il ristorante Mordovskoe Podvorje

Dall’altra parte della strada rispetto al Museo di Storia Locale vedrete l’edificio in legno del ristorante Mordovskoe Podvorje (“Locanda mordvina”) dove potrete assaggiare piatti della cucina tradizionale locale come “Medvezhja lapa” (“zampa d’orso”), pelmeni mordvini (tortelli), la zuppa tradizionale Soljanka e i soffici pancake Pachat. Non perdete l’occasione di assaggiare la cultura locale in questo luogo suggestivo con design e decorazioni mordvini!

5 / Guardate un film al cinema Gérard Depardieu

Perché non dare un’occhiata al cinema appena restaurato, frequentato dall’attore francese di fama mondiale? Depardieu ha ricevuto la cittadinanza russa nel 2013 e si è registrato come residente a Saransk. Alcuni sostengono che abbia casa nel centro della città, ma il fatto è che non viene praticamente mai. Tuttavia, nel 2016 ha rinnovato il cinema Rossija, che da allora porta il suo nome. La gente del posto ora può godersi i film di Hollywood ad un prezzo accessibile in un posto davvero piacevole, anche se si trova un po’ a sud rispetto al centro di Saransk. Prendete un taxi dal centro città e in 15 minuti potrete godervi un film!

Durante il vostro viaggio in Russia avete in programma anche una visita a Volgograd? Ecco cosa fare nei dintorni della ex Stalingrado 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie