Taxi a 1 euro e barbecue al laghetto: godersi la provincia come i veri russi

Sei consigli che vi faranno scoprire il lato più autentico dei villaggi

1 Cercare una mensa o una kulinariya

Alcune piccole città russe sono ancora in attesa del loro primo Big Mac. E i fast food sono un miraggio lontano chilometri. E allora… approfittatene! Mettetevi quindi alla ricerca di una mensa russa, un vero tempio del passato, dove potrete respirare le più autentiche atmosfere del periodo sovietico. Qui potrete trovare i piatti tradizionali della cucina sovietica ancora oggi molto popolari in Russia.

Questi locali di solito non hanno un nome vero e proprio, ma si chiamano semplicemente “Mensa N.1”.

I vantaggi: sono particolarmente economici (potete ordinare un pranzo di tre portate per 150 rubli, circa 2 euro) e potete provare la vera cucina casalinga. Borsch, insalata olivier (conosciuta in Italia come insalata russa), bliny, insalata Mimosa e tante altre prelibatezze vi aspettano.

I russi spesso frequentano questi luoghi non solo per mettere qualcosa di caldo e saporito sotto i denti, ma anche per placare la loro nostalgia sovietica. È per questo che tendono a dimenticare facilmente l’odore caratteristico di queste mense che spesso si appiccica ai vestiti e a perdonare le signore delle pulizie che spesso passano lo straccio sotto i piedi dei clienti proprio mentre vi state portando il cucchiaio di minestra alla bocca. 

2 Fare il giro dell’intera città in taxi con una guida russa a solo 1 euro

Tra i vantaggi che riscontrerete nella provincia russa di sicuro c’è che il taxi costa molto, ma molto poco. Non stupitevi quindi se riuscirete a fare il giro di tutta la città spendendo solo qualche manciata di euro.

Le opzioni migliori sono quelle offerte dalle app scaricabili sul vostro telefonino come Yandex Taxi, Uber o Vezet Taxi. In questo modo eviterete truffe o prezzi gonfiati.

Per i veri amanti del brivido c’è la marshrutka, i veicoli più tradizionali e folkloristici della Russia, oggi vietati nella capitale perché considerati pericolosi.

3 Godersi la quiete del museo di storia locale

Almeno una volta all’anno gli studenti delle scuole primarie vengono accompagnati in visita al museo di storia locale. Le chiassose scolaresche in gita riescono sempre a movimentare le giornate delle annoiate guardasale dei musei, di solito anziane signore che garantiscono il rispetto delle opere esposte. Ma si tratta di eccezioni: normalmente questi musei sono luoghi tranquilli, silenziosi e impolverati.

In questi musei non troverete installazioni interattive e multimediali, ma animali impagliati tipici di quella regione ed esposizioni etnografiche con manichini vestiti con gli abiti locali. 

4 Seguite le abitudini della gente del posto

Se vi capita di arrivare nella provincia russa in estate, recatevi al laghetto artificiale che con ogni probabilità si trova poco lontano. Lì potrete ammirare il fascino della provincia russa in tutto il suo splendore: ragazzini che fanno a gare per contendersi il titolo di DJ della spiaggia, spiedini e barbecue, birra e musica.

In inverno invece il passatempo più diffuso è scivolare lungo i pendii innevati. In mancanza di uno slittino, vi basterà un sacchetto di plastica o un pezzo di cartone. 

5 Cercate Lenin

In ogni città russa c’è un monumento dedicato a Lenin. Un must entrato a far parte del tipico panorama della provincia russa. E se pensate che il volto del leader della rivoluzione sia uguale ovunque, vi sbagliate: in Buriazia, ad esempio, alcune statue di Lenin hanno il volto con i tratti somatici simili a quelli della popolazione locale. 

6 Inalate una ventata di incenso

Le antiche chiese ortodosse della provincia russa sono davvero molto belle, soprattutto all’interno. Oggi cittadina, anche la più piccola, vanta almeno una chiesetta più o meno antica.

Non importa quale sia la vostra religione o se siate o meno credenti, vi basterà spegnere il telefonino, evitare di fotografare le icone e non avvicinarvi all’altare durante la funzione religiosa.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie