Così l’Urss e l’India divennero “fratelli”

Legion Media, Freepik.com, M. Ganckin/Sputnik
Mentre il Paese asiatico si affrancava dal passato coloniale ottenne da Mosca un sostegno completo in ogni campo

Un tempo, ogni sovietico conosceva questa frase in hindi: “Hindi Rusi bhai-bhai”. Significava: “Indiani e russi sono fratelli”. Da dove nasce questa amicizia?

Tutto iniziò durante la lotta del popolo indiano contro gli invasori coloniali. I leader del movimento di liberazione indiano si ispirarono al successo della Rivoluzione d’Ottobre del 1917. I sovietici si impegnarono a sostenere in ogni modo l’India nella sua ricerca di libertà e indipendenza.

LEGGI ANCHE: Ecco come la Russia voleva portar via l’India agli inglesi

Nel 1927, Jawaharlal Nehru, il futuro primo ministro dell’India, visitò l’Urss. Rimase estasiato da una società di uguaglianza universale. Si augurava che la stessa cosa potesse un giorno accadere alla società indiana.

LEGGI ANCHE: Quattro indiani a cui sono stati eretti monumenti a Mosca

Il 15 agosto 1947, l’India divenne uno Stato indipendente. Nel periodo della sua formazione, l’India ricevette un sostegno completo dall’Urss: tecnologie moderne, finanziamenti, specialisti qualificati ed equipaggiamento militare…


LEGGI ANCHE: Ecco perché l’India è sempre stata il migliore alleato dell’Urss in Asia

Cari lettori, 

a causa delle attuali circostanze, c’è il rischio che il nostro sito internet e i nostri account sui social network vengano limitati o bloccati. Perciò, se volete continuare a seguirci, vi invitiamo a: 

  • Iscrivervi al nostro canale Telegram
  • Iscrivervi alla nostra newsletter settimanale inserendo la vostra mail qui
  • Andare sul nostro sito internet e attivare le notifiche push quando il sistema lo richiede
  • Attivare un servizio VPN sul computer e/o telefonino per aver accesso al nostro sito se risultasse bloccato nel vostro Paese

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie