Sette tedeschi illustri che contribuirono alla grandezza della Russia

Getty Images; Dominio pubblico
Apportarono grossi cambiamenti a livello ingegneristico, militare, medico e architettonico. E ci fu anche chi dimostrò intuizioni strategiche per sconfiggere Napoleone...

1 / Burkhard Christoph von Münnich (1683-1767)

Ritratto del conte Burkhard Christoph von Münnich (1683-1767)

Luogo di nascita: Granducato di Oldenburg; nacque in una famiglia militare di origini nobili.

Inizio del servizio/lavoro in Russia: Nel 1721, Von Münnich fu invitato in Russia per servire come ingegnere e generale. Al suo arrivo, Von Münnich riuscì a impressionare lo zar Pietro il Grande con le sue abilità di ingegnere specializzato in fortificazioni; continuò il suo servizio anche dopo la morte di Pietro.

Principali risultati ottenuti: A lui è attribuita la riorganizzazione cruciale dell’esercito russo avvenuta tra il 1732 e il 1741, quando era presidente del Collegio russo di guerra. Riorganizzò i ranghi e le formazioni dell'esercito, istituì il Primo Corpo Cadetti per i giovani nobili e pareggiò il salario degli ufficiali russi con quello degli specialisti militari stranieri invitati. Munnich fu anche il primo comandante di guerra nella storia russa a sconfiggere l'esercito turco in una battaglia terrestre durante gli scontri di Stavuchany, il 17 agosto 1739.

2 / Michael Andreas Barclay de Tolly (1761-1818)

Michael Andreas Barclay de Tolly

Luogo di nascita: Riga; nacque in una famiglia nobile baltica di lingua tedesca che apparteneva al clan scozzese Barclay.

Inizio del servizio/lavoro in Russia: Michael Barclay entrò nell'Esercito imperiale russo nel 1776.

Principali risultati ottenuti: Barclay si distinse come comandante di guerra, anche se il suo più grande contributo fu il piano che in seguito portò alla sconfitta di Napoleone. Durante la guerra (1806-1807) della quarta coalizione contro Bonaparte (la quarta coalizione fu l'alleanza costituita tra Gran Bretagna, Prussia, Impero russo, Svezia, Sassonia e Regno di Sicilia per contrastare la Francia imperiale di Napoleone), Barclay fu ferito; e durante il periodo di degenza ideò un piano nel caso in cui Napoleone avesse invaso la Russia. Il piano prevedeva di “attirare il nemico nel paese” e schiacciarlo, per poi ricacciarlo in Europa.

Nel 1812, Michael Barclay era ministro della Guerra dell'Impero russo, nonché comandante in capo dell'Esercito imperiale. Attuò la sua tattica, attirando la Grande Armata nelle profondità della Russia, ma divenne molto impopolare tra gli ufficiali e i soldati, convinti che stesse vigliaccamente evitando la grande battaglia, portando il nemico il più vicino possibile a Mosca. Nell'agosto del 1812, Mikhail Kutuzov prese il comando principale dell'Esercito imperiale, portando avanti in realtà ciò che Barclay aveva iniziato, sfinendo l'esercito di Napoleone fino alla totale sconfitta. Barclay continuò a servire come comandante di guerra fino alla sua morte, nel 1818. Il suo ruolo nella sconfitta di Napoleone fu poi riconosciuto dall'imperatore Alessandro I... ma solo in alcune lettere private.

3 / Ferdinand von Wrangel (1796-1870)

Ferdinand von Wrangel

Luogo di nascita: nacque a Pskov, nella Russia europea, in una nobile famiglia tedesca del Baltico. Il giovane Ferdinand era un lontano nipote di Friedrich Graf von Wrangel (1784-1877), feldmaresciallo generale dell'esercito prussiano.

Inizio del servizio/lavoro in Russia: Von Wrangel entrò nel corpo dei cadetti della Marina nel 1807 e, dopo essersi diplomato nel 1815, prese servizio nella flotta.

Principali risultati ottenuti: Wrangel divenne uno dei più famosi esploratori russi: prese parte a tre circumnavigazioni, realizzò spedizioni di ricerca lungo le coste settentrionali della Siberia e lungo la costa occidentale del continente nordamericano. Nel 1829-1835 ricoprì la carica di governatore dell'America russa (tra il XVIII e il XIX secolo, il territorio russo che oggi costituisce lo stato dell'Alaska) e diresse la Compagnia Russo-Americana nel 1840-1847. Fu anche uno dei padri fondatori della Società Geografica Russa. La sua più alta carica fu quella di ministro della Marina (1855-1857).

4 / Adam Johann (Ivan Fedorovich) von Krusenstern (1770-1846)

Ferdinand von Wrangel (1770-1846)

Luogo di nascita: Nacque ad Hagudi, nel Governatorato dell'Estonia (all’epoca Impero russo) da una famiglia tedesca baltica che discendeva dalla famiglia aristocratica svedese von Krusenstjerna.

Inizio del servizio/lavoro in Russia: Nel 1788, Krusenstern si diplomò al Corpo dei Cadetti della Marina prima del previsto per via della guerra russo-svedese, e di fatti fu inviato in battaglia molto presto. Prima dei 20 anni, aveva già preso parte a importanti scontri navali con gli svedesi.

Monumento a Ivan Krusenstern a San Pietroburgo

Principali risultati ottenuti: Nel 1793-1799, Ivan Krusenstern servì nella Royal Navy del Regno Unito, dove intraprese la sua prima circumnavigazione. Nel 1803, Krusenstern fu assunto dalla Compagnia Russo-Americana per comandare la prima circumnavigazione russa, che durò tre anni. Più tardi, divenne il capo del corpo dei cadetti della Marina.

5 / Friedrich Joseph Haass (1780-1853)

Friedrich Joseph Haass

Luogo di nascita: Bad Münstereifel, Euskirchen, Germania; nacque in una famiglia di medici.

Inizio del servizio/lavoro in Russia: Friedrich Haass iniziò la sua pratica come oculista a Vienna; il suo talento fu riconosciuto dal principe russo Nikolaj Repnin, che nel 1806 lo invitò a Mosca per diventare il suo medico di famiglia. In poco tempo, le abilità e le conoscenze di Haass lo resero uno dei medici più importanti del paese.

Principali risultati ottenuti: Dopo il 1825, Haass (che nel frattempo aveva imparato il russo e aveva cambiato il proprio nome in Fjodor) divenne il medico capo di Mosca. Nel 1826, aprì nella capitale il primo ospedale oftalmologico di tutto il paese. Ma la sua fama fu alimentata soprattutto per il suo lavoro di volontariato e per gli aiuti offerti ai detenuti: fu proprio Haass, infatti, a convincere il governo russo ad abbandonare la pratica di rasare metà della testa dei prigionieri e di incatenare fino a 10 persone a una barra gigante e pesante. Insistette anche sul fatto che le catene indossate dai prigionieri durante il viaggio in Siberia dovevano essere tre volte più leggere, e fece in modo che venissero foderate in pelle per evitare lacerazioni. È considerato una delle persone che più di tutti hanno contribuito a umanizzare il sistema penale russo.

6 / Peter Clodt von Jürgensburg (1805-1867)

Peter Clodt von Jürgensburg

Luogo di nascita: San Pietroburgo; nacque in una famiglia nobile tedesca del Baltico, i Clodt von Jürgensburg. Tuttavia, Peter Clodt trascorse la sua infanzia nella remota città siberiana di Omsk, dove suo padre era al comando di un corpo militare.

Inizio del servizio/lavoro in Russia: Entrò in una scuola di artiglieria a 17 anni. Ma passava buona parte del suo tempo libero disegnando cavalli, scolpendo o intagliando cavalli nel legno.

Principali risultati ottenuti: La fama di Peter Clodt si diffuse rapidamente: mentre stava ancora studiando, alcuni dei cavalli in legno che aveva scolpito arrivarono nelle mani dei granduchi Mikhail e Nikolaj, i figli dell'imperatore Nicola I. Le sculture erano così realistiche che Peter Clodt, all’inizio degli anni ‘30 dell’Ottocento, ottenne diversi ordini da parte di alcune famiglie nobili, raggiungendo la fama ancor prima di ricevere qualsiasi educazione artistica formale! I capolavori più famosi di Clodt sono la scultura di sei cavalli (1833) in cima all’Arco di Trionfo di Narva e i Domatori di Cavalli, il gruppo di quattro sculture sul ponte Anichkov sulla Prospettiva Nevksij a San Pietroburgo. Clodt eseguì personalmente la fusione di queste sculture in bronzo.

7 / Fjodor Schechtel (1859-1926)

Fjodor Schechtel

Luogo di nascita: San Pietroburgo; nacque in una famiglia di ingegneri di origine tedesca, i tedeschi del Volga di Saratov.

Inizio del servizio/lavoro in Russia: A 16 anni, dopo aver studiato in un ginnasio e in una scuola di formazione a Saratov, Schechtel si trasferì a Mosca dove iniziò un apprendistato sotto la supervisione di Aleksandr Kaniskij (1829-1897), uno dei più importanti architetti di Mosca. Nel 1875, entrò nella Scuola di Pittura, Scultura e Architettura di Mosca, ma fu espulso 2 anni dopo, a causa della sua mancata frequenza alle lezioni. Non terminò mai gli studi, ma ciò non gli impedì di diventare uno dei principali architetti della Mosca di inizio secolo.

La stazione ferroviaria Yaroslavskij a Mosca, ridisegnata nel 1902-1904 dopo un progetto di Fjodor Schechtel

Principali risultati ottenuti: Schechtel ottenne una licenza di gestione edilizia nel 1894, dopo aver completato uno dei suoi progetti più noti: la casa di Zinaida Morozova, in via Spiridonovka. Da allora, progettò e supervisionò la costruzione di numerosi palazzi privati, dacie, hotel, cappelle e teatri, realizzati in stile Art Nouveau e Revival russo (il Revival russo fu uno stile che fondeva in maniera eclettica l’architettura russa pre-peterina con elementi dell’architettura bizantina).

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie