Come hanno insegnato all’intelligenza artificiale a riconoscere la Russia dalle foto

Getty Images
Se togliete dagli scatti orsi, chiese con le tipiche cupole a cipolla e monumenti di Lenin o con i carri armati, può non essere un compito facile. Eppure Alice, la rete neurale di Yandex, se la cava piuttosto bene

Il gigante russo di Internet Yandex ha rilasciato un gioco online in cui agli utenti è richiesto di indovinare in quale Paese siano state scattate varie foto. Le immagini sono prese dal database di foto caricate da vari utenti nell’applicazione Yandex.Maps (un analogo di Google Maps). A competere con i giocatori c’è anche Alice (Alisa), la rete neurale artificiale appositamente addestrata da Yandex, che è già utilizzata come assistente vocale in molti prodotti del gruppo.

Per insegnare ad Alice a riconoscere le città e i Paesi, gli sviluppatori hanno preso foto dal database di foto degli utenti di Yandex.Maps e le hanno divise in due gruppi. Il primo gruppo di foto è stato mostrato ad Alice, comunicando dove ognuna delle immagini era stata scattata. L’aver visto in questo modo diverse migliaia di fotografie, ha permesso all’intelligenza artificiale di crearsi un immaginario iconografico di vari luoghi, in base a una specifica serie di elementi.

Per comprendere grazie a quali dettagli Alice riconosca una città o un Paese specifici, gli sviluppatori hanno tagliato ogni foto in piccoli quadrati e di nuovo hanno mostrato queste sezioni alla rete neurale. Quindi ad Alice sono stati mostrati pezzi di fotografie che non aveva visto in precedenza. In questo caso spesso falliva, ma con certezza riconosceva alcuni frammenti. Quindi gli sviluppatori hanno capito quali elemento del quadro aiutavano la rete neurale a indovinare il luogo in cui è stata scattata la foto.

“Ad esempio, riconosce i Paesi Bassi dalla combinazione di muri di mattoni scuri e contorni bianchi delle finestre, e l’Iran dai caratteristici archi e ornamenti sulle facciate”, spiega il servizio stampa di Yandex.

Il secondo gruppo di foto viene utilizzato solo nel gioco. Queste immagini non sono mai state viste dalla rete neurale e non le può dunque ricordare durante il gioco.

Finora, le persone hanno un leggero vantaggio rispetto alla rete neurale: Alice non ha ancora imparato a riconoscere le targhe delle auto, i testi delle insegne e dei cartelli stradali, le bandiere degli Stati. Inoltre, secondo le regole del gioco, non può cercare immagini simili attraverso il motore di ricerca, il che semplificherebbe notevolmente la sua attività.

Potete competere con Alice nel riconoscere i Paesi qui. E se volete invece provare a distinguere, facciamo il caso, Samara da Kostromà, cliccate qui


Alice, l’assistente virtuale con la voce più sensuale del mondo 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie