Quali sono le auto migliori per affrontare i climi estremi del Nord della Russia?

Jakutsk in una giornata in cui il termometro segna -48°C

Jakutsk in una giornata in cui il termometro segna -48°C

Vadim Skryabin/TASS
Guidare quando il termometro segna -50 ºC, temperatura abituale in Jakuzia, Chukotka e nel Taymir, non è certo un gioco da ragazzi. Ecco quali sono i mezzi più affidabili secondo la gente del posto

Abbiamo già parlato di come i residenti di Jakutsk, Norilsk e Vorkuta riescano a usare le loro auto anche durante gli inverni nevosi e freddissimi delle loro zone. Ma che tipo di auto si possono vedere sulle strade delle regioni russe dove il clima è estremamente freddo? Sarete sorpresi, ma la gente del posto non tiene in grande considerazione gli enormi suv e i pickup che si vedono in tante città dai climi ben più miti…

Classici giapponesi per la Siberia e l’Estremo Oriente

Non sorprendetevi di incrociare, in inverno, auto con delle coperte sopra il tettuccio

Più si va a est, e più sulle strade russe dominano le auto giapponesi e cinesi, per lo più usate.

La Jakuzia è la regione più grande e fredda della Russia. Due località di questa repubblica, Ojmjakon e Verkhojansk, hanno registrato temperature vicine ai -70 ºC, e a Jakutsk, la capitale della regione, -50 ºC è qualcosa di abituale durante l’inverno. Si può guidare con un clima simile? E quali mezzi è meglio avere?

Il sito web automobilistico “Drom” ha stilato una classifica delle auto più vendute in Jakuzia, dopo aver analizzato più di 4 milioni di annunci pubblicati dal 2015 al 2020 e ha scoperto che i primi cinque posti in tutti gli anni sono stati occupati da diversi modelli del marchio giapponese Toyota, con guida a destra, mentre in altre regioni della Russia la Lada, di produzione nazionale, è rimasta la più venduta.

LEGGI ANCHE: Quali auto si guidano in Russia, sul ghiaccio e sugli sterrati? Ecco i dieci modelli più venduti 

Un'auto nella città di Anadyr, in Chukotka

Nel 2020 leader delle vendite in Jacuzia è stata la Toyota Vitz, una hatchback compatta, seguita dalla Toyota Corolla Fielder, una station wagon, poi dalle berline Toyota Allion e Toyota Premio e dal minivan Toyota Ipsum. Questi mezzi si comportano molto bene durante il periodo invernale e consumano poco (e questo è molto importante, poiché molti jakuti non spengono il motore per diversi mesi, in modo che l’auto non si congeli).

“C’è una diffusa convinzione che il cambio continuo (CVT) non sia adatto per l’inverno delle nostre zone. Facendo gli scongiuri, per ora il mio va benissimo. Ma con il freddo si indurisce e, a volte, ci vuole molto sforzo per cambiare marcia”, scrive Larisa, di Jakutsk, che guida una Toyota Vitz anche in inverno, e non ha un parcheggio caldo, ma solo un copriauto imbottito per proteggere il suo veicolo.

Norilsk, maggio 2018

Ha messo un secondo parabrezza sulla sua auto, ha incollato pellicole sui finestrini in modo che non si coprissero di gelo e ha istallato un “Webasto”; un riscaldatore diesel. “Il ‘Webasto’ fa un ottimo lavoro fino a -35 ºC. Sotto i quaranta il variatore si blocca e sotto i -45 le ruote diventano quadrate”, dice. “Ma dopo cinque chilometri di marcia, andando piano e con grande cautela, gli pneumatici iniziano a riassumere la loro forma naturale”.

Auto a Jakutsk coperte con un telo

“Se hai un garage e non vai fuori città, non c’è bisogno di riscaldare la macchina”, scrive un altro automobilista di Jakutsk. “Almeno parlo per la Toyota. Io ora guido una Corona Premium, e per proteggerla ho messo solo un po’ di cartone davanti al motore. Trascorre la notte in un garage caldo e di giorno sta dove lavoro”.

Se si guardano le offerte per la vendita di auto a Norilsk (a nord del Territorio di Krasnojarsk), anche qui la Toyota è in testa con un ampio margine. In particolare ci sono molti modelli del 4x4 Toyota Land Cruiser. Dopo il marchio giapponese in classifica vengono la russa Lada (soprattutto il nuovo modello Vesta), la KIA (domina la Rua), la Hyundai (ovviamente la più venduta è la Solaris) e la Nissan (soprattutto si vende il suv X-trail). La situazione è più o meno la stessa in Chukotka.

Ci sono poche auto diesel nelle regioni fredde, poiché questo carburante si solidifica a temperature inferiori a -50 ºC.

Quali mezzi preferiscono fuori città?

Turisti diretti ai Pilastri della Lena nel Parco Nazionale della Jakuzia

Tra le auto russe, nel Nord, il moderno suv “Patriot” della Uaz e i minibus soprannominati “Bukhanka”, inventati negli anni sovietici, sono i più popolari.

LEGGI ANCHE: Perché dopo sessant’anni il furgone sovietico “Bukhanka” è ancora il migliore? 

“La Uaz ‘Bukhanka’ è il principale mezzo di trasporto della Repubblica di Sakha-Jakuzia. Ambulanza, polizia, trasporto passeggeri interdistrettuale, trasporto merci, settore privato e aziendale. Lo Uaz 2206 ‘Bukhanka’ è usato ovunque”, afferma Vladimir Popov, residente a Jakutsk. Quasi tutti questi minibus vengono preparati per le temperature estreme rafforzando il telaio e installando una stufa aggiuntiva. A volte, dopo le modifiche, della “Bukhanka” resta solo lo scheletro.

Auto della polizia a Norilsk

Per la guida al di fuori delle città, non ci sono ancora alternative a questa vettura nella sua fascia di prezzo. Un veicolo del genere costa circa un milione di rubli (circa 11.700 euro), cioè approssimativamente quanto una berlina economica Kia Rio. Naturalmente, qui non vengono forniti molti optional, ma è molto più importante non rimanere bloccati nel mezzo del nulla a -50 ºC rispetto ad avere i sensori di parcheggio.

In inverno le temperature a Jakutsk scivolano facilmente a -50°C

Un’altra “macchina della vita” nel Nord è il furgone Gaz Sobol, sempre di di fabbricazione russa. “Finora sono completamente soddisfatto del mio Sobol, sono davvero contento. Ci ho fatto già 40 mila chilometri e non ha avuto guasti gravi. Rispetto allo Uaz, la visibilità è migliore e si guida meglio”, afferma l’autista dell’ambulanza centro mobile di rianimazione di Jakutsk Sergej Volkov.

Nevicata a Norilsk

I viaggiatori estremi che amano i viaggi su strada attraverso la taiga siberiana e le destinazioni invernali dell’Estremo Oriente preferiscono usare per le loto avventure in fuoristrada lo Uaz Patriot e lo Uaz Hunter. Ma è più prudente rimandare i viaggi all’estate e non viaggiare mai da soli nelle zone poco popolate!

Guardate questo video e capirete perché:


LEGGI ANCHE: Cosa fare a Jakutsk e in Jakuzia se arrivate qui nel bel mezzo dell’inverno 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie