Dieci video musicali russi che hanno più di 100 milioni di visualizzazioni su YouTube

Open Kids, LITTLE BIG/youtube.com
In questa classifica rientrano gli stili più diversi, sia per quanto riguarda la musica che la sceneggiatura. Troverete sicuramente qualcosa di vostro gusto

1 / Little Big – “Skibidi” (313 milioni di visualizzazioni)

L’idea di questa danza virale è venuta al fondatore del gruppo rave Little Big, Iljà Prusikin.

“So che l’idea gli è nata così, all’istante. Mi ha mandato un video: ‘Guarda un po’; abbiamo scritto una canzone, mi è venuta in mente una danza’. Ilich aveva sempre sognato di lavorare con i suoni degli animali e di fare musica con questi ‘bau bau’ e ‘gra-gra’ e ‘chicchirichì’”, ha detto in un’intervista la regista del video, Alina Pjazok.

Si può spremersi le meningi per cercare di capire il significato della parola “Skibidi” (giravano voci che il termine fosse ispirato al cartone animato Scooby-Doo, ma non è vero), oppure si possono semplicemente imparare le mosse di questa danza e unirsi al flash mob su larga scala che questa clip ha generato, con tutti i russi (e non solo) che si sono messi alla prova nel tormentone. Il videogioco “Just Dance 2020” di Ubisoft potrà esservi d’aiuto: questa canzone è anche lì.

2 / Open Kids ft. Quest Pistols Show – “Kruche vsekh” (278 milioni di visualizzazioni)

Coreografia molto studiata, immagini vivide con colori sgargianti (e pensare che la serie tv americana “Euphoria” non era ancora uscita!), una canzone leggera leggera e un minimo di tagli di montaggio: ecco come nel 2016 il gruppo pop di ragazzini Open Kids e la band ucraina Quest Pistols Show hanno creato quello che è diventato quasi un inno non ufficiale della gioventù di lingua russa. Il titolo, “Kruche vsekh” si può tradurre come “il più figo di tutti”.

Ancora oggi, a oltre tre anni dall’uscita della clip, sulla sua musica i bambini ballano nei campi estivi e persino durante i riscaldamenti nelle lezioni di educazione fisica a scuola. Oltre a un ritmo vigoroso, gli studenti ricevono la carica e tanta motivazione dal testo:

“То самое чувство, когда ты круче всех.

То самое чувство, когда ты на волне.

То самое чувство, когда ты круче всех,

Круче всех. У тебя всё получится”

“Quella sensazione di quando sei il più figo di tutti.

Quella sensazione di quando cavalchi l’onda.

Quella sensazione quando sei il più figo di tutti

Il più figo di tutti. Avrai successo in tutto”

3 / Aleksej Vorobjov – “Sumasshedshaja” (254 milioni di visualizzazioni)

La relazione della coppia di questa clip (il titolo vuol dire “Pazza”) si basa su scherzi reciproci. Hai spaventato al mattino la tua ragazza svegliandola indossando una maschera da maniaco? Ricevi in risposta una scarica di corrente. Le metti dell’olio da motore nella bottiglia di quello girasole? Aspettati di sbattere la faccia a terra perché lei ti ha inchiodato le pantofole al pavimento…

Grazie a questi scherzi semplici ma divertenti, al ritornello “È pazza, ma è mia” in cui molti evidentemente riconoscono l’amata, e all’interesse per come andrà a finire questa relazione, il video ha sfondato quota 250 milioni di visualizzazioni. Anche se ci sono voluti quattro anni: il video è stato pubblicato nel 2015. Nel frattempo, ha avuto anche un sequel e un prequel: lì scoprirete come la ragazza ha deciso di vendicarsi del suo fidanzato per il suo compleanno, e come si sono conosciuti.

4 / Allj & Feduk / Feduk & Allj– “Rozovoe vinò” (248 milioni di visualizzazioni)

Le parole “Rozovoe vinò” (“vino rosè”) sono pronunciate nel video solo una volta, all’inizio, quando l’artista hip-hop Feduk e il suo amico sono a casa a fare freestyle. La clip è diventata un successo grazie all’abilità della regista Alina Pjazok (che realizza i videoclip di Little Big) e al ritornello che si appiccica alle orecchie.

“Здесь так красиво, я перестаю дышать

Звуки на минимум, чтобы не мешать

Эти облака - фиолетовая вата

Магия цветов со льдом в наших стаканах”

“È così bello qui, da smettere di respirare

Volume al minimo per non disturbare

Queste nuvole sono batuffoli di cotone viola

La magia dei colori con il ghiaccio nei nostri bicchieri”

Il conflitto tra Feduk e il rapper Allj, che rappa una parte della canzone, ha suscitato un interesse ancora maggiore: non sono stati in grado di decidere quale dei loro due nomi dovesse essere messo per primo nella firma della clip. Da allora, gli artisti si sono riuniti solo una volta per una performance congiunta, mentre negli altri casi cantano questo pezzo separatamente, e ognuno solo la sua parte.

5 / Little Big – “Faradenza” (165 milioni di visualizzazioni) 

L’intera canzone è composta da parole in inglese e spagnolo (più una goccia di giapponese). Guardate ad esempio questi versi: “Gran de la… vi/ la vida loca/Gusto rico dante… / power…/ konnichiuahua.”

Solo vedendo il video si riesce a capire che Faradenza è un marchio di profumi e che: “Ra-ta-ta-ta La bokka de lä cokka” è il suo assurdo slogan.

Secondo la trama della clip, il cantante della band Little Big arriva al tipico sanatorio sovietico Zarja (“Aurora”), dopo essersi ben profumato di Faradenza, suscitando il desiderio di tutte le pensionate in vacanza.

6 / Polina Gagarina – “Kukùshka” (154 milioni di visualizzazioni) 

La canzone è una cover di un celebre pezzo di Viktor Tsoj, frontman della leggendaria band “Kinò”, morto in un incidente stradale nel 1990. La canzone è stata usata come colonna sonora del film russo “Resistance - La battaglia di Sebastopoli” (2015), quindi l’intera clip è composta da estratti dal film.

La trama della pellicola si basa sulla storia della vita di Ljudmila Pavlichenko, la leggendaria donna cecchino che uccise 309 tra soldati e ufficiali nemici durante la Grande Guerra Patriottica; la Seconda Guerra mondiale. Sulla stampa americana era stata soprannominata “Lady Death”, tuttavia, sia il film che la clip non parlano delle brutali uccisioni, ma più del fatto che la guerra non sia un posto per le donne. “Kukushka” significa “cuculo”.

7 / Leningrad – “Eksponat” (151 milioni di visualizzazioni) 

La protagonista del video vive con sua madre in un piccolo appartamento. Su Internet videochatta con un uomo ricco. Per attirare la sua attenzione, la ragazza finge di essere un’artista che è scappata da un ricco padre tirannico e sta facendo ciò che ama.

Finalmente riceve un invito a un appuntamento, e non in un posto qualunque, ma alla mostra di Van Gogh. Resta solo da ottenere da un’amica in prestito delle false Louboutin per un evento così importante, nel quale vuole essere lei il “glavnyj eksponat” (“la cosa principale in mostra”). Qual è il risultato, guardatelo di persona.

8 / Sergej Lazarev – “Eto vsjò onà” (142 milioni di visualizzazioni) 

Anche nel più timido secchione risiedono la forza e il carisma necessari per sedurre qualsiasi ragazza. Basta solo sapersi vestire. Sembra questo il messaggio della clip. Se il video ha ottenuto così tante visualizzazioni deve essere perché un sacco di persone devono essersi interessate a sapere come è finito l’inseguimento di quattro sfigati a una modella che passava per caso vicino alla loro università. Il titolo si traduce “Lei è tutto”.

9 / Egor Creed feat. Philip Kirkorov – “Tsvet nastroenija chornyj” (134 milioni di visualizzazioni) 

Sia il video che le parole della canzone (il titolo si traduce “Il colore dell’umore è il nero”), sono una risposta alla clip di Philip Kirkorov “Il colore dell’umore è blu”, che ha raccolto “solo” 59 milioni di visualizzazioni.

Secondo la trama, Kirkorov firma un contratto con la famosa etichetta musicale Black Star, fondata dal rapper Timati. Lì, apprende tutte le difficoltà di lavorare per un’etichetta in cui tutti gli artisti indossano solo il nero e sono costretti a pubblicizzare pelmeny surgelati e dentifrici nelle loro clip (i video di Black Star sono costantemente criticati per l’uso eccessivo del product placement).

“Цвет настроения чёрный

На губах помада, цвет ликёрный

Она на чёрном стиле

Она так чувствует себя богиней

(Тело, как Ламборгини)”

“Il colore dell’umore è il nero

Il rossetto sulle labbra, liquore colorato

Lei ha uno stile nero

Così si sente come una dea

(Il suo corpo è come una Lamborghini)

10 / Jah Khalib – “Medina” (109 milioni di visualizzazioni)

Il regista Aisultan Seitov più che un videoclip ha girato un bellissimo film d’azione storico di 4 minuti. A prima vista, la trama racconta di un nomade che lotta per il suo amore. Tuttavia, lo stesso rapper ha affermato che Medina non è il nome di una ragazza né di una città, ma un’immagine.

“Medina è un’immagine di purificazione, una ricerca della verità, dell’amore, della famiglia, di soddisfazione e armonia”, ha spiegato Jah Khalib in un’intervista.

“И снова новый рассвет перебьёт сон

Ноги снова пойдут в путь, несмотря на боль

Чтобы почувствовать рук твоих тепло -

Хочу найти тебя - Медина”

“E ancora una nuova alba interromperà il sogno

Le gambe saranno di nuovo in cammino, nonostante il dolore

Per sentire il calore delle tue mani

Voglio trovarti, Medina”

I cinque video russi di canzoni pop che hanno fatto furore nell’estate 2019 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie