Le abitudini di Putin: le usanze a cui il leader non rinuncia, nemmeno negli incontri ufficiali

Kremlin.ru
Dal gelato al salone dell’aviazione, alle vacanze in mezzo alla natura selvaggia. Ognuno ha le proprie abitudini… e il presidente russo non fa eccezione

Mangiare un gelato al MAKS

Per Putin mangiare un gelato all’annuale salone dell’aviazione MAKS rappresenta una tradizione ormai dal 2005: in quella edizione aveva acquistato due coni gelato al prezzo di 15 rubli, aveva pagato ed era scomparso nella sua auto. Da allora il presidente russo è solito comprare un gelato a tutti gli ospiti che lo accompagnano. L’ultimo a “essersi leccato i baffi” è stato il presidente turco Recep Erdogan. 

La passione per l’hockey

Nel 2011 Putin ha suggerito di creare un campionato di hockey per dilettanti, la Night Hockey League. Da allora partecipa ogni anno con la maglia numero 11. Durante l’ultimo campionato, la squadra del presidente ha vinto 14-7 e Putin ha segnato otto punti. 

Animali selvaggi 

Nel 2008 il presidente Putin ha ricevuto in regalo per il suo compleanno un cucciolo di tigre dell’Ussuri. Sembra che la sua passione per gli animali si sia rafforzata proprio da quel momento. Due anni dopo il capo del Cremlino è stato ripreso mentre dava da mangiare a un alce appena nato, e qualche mese dopo, durante una spedizione al Polo Nord, ha dotato un orso polare di un collare di localizzazione satellitare. 

Nel 2012 a bordo di un deltaplano a motore, ha portato in volo un gruppo di gru bianche siberiane, per indicare loro la via della nuova migrazione. Gli ultimi animali con i quali Putin ha “fatto amicizia” sono stati un cavallo Orlov (una razza di cavalli tipica della Russia) e un cucciolo di Taigan (una razza levriero del Kirghizistan).

Portare con sé il ritratto di suo padre

Dal 2015, nel giorno della Vittoria, che si celebra ogni anno il 9 maggio, Putin partecipa alla marcia del Reggimento Immortale alzando con orgoglio la foto di suo padre, Vladimir Spiridonovich, che aveva preso parte alla rottura dell’assedio di Leningrado. 

Mettersi al volante

Putin non va al lavoro in auto tutti i giorni, come fa la maggior parte della gente. Ma appena gli si presenta l’occasione, si siede al volante di un’auto. Nel 2010 ha guidato per 2.200 km lungo l’autostrada Chita-Khabarovsk a bordo di una Lada Kalina gialla. Nel 2011 ha provato l'auto ibrida russa Yo-Mobile e nel 2018 si è messo al volante di un camion Kamaz per l’inaugurazione del ponte di Crimea.

A tutta birra con i biker

Putin ama le due ruote e lo si è visto più di qualche volta ai raduni di motociclette. Ha guidato per la prima volta una Harley-Davidson a tre ruote nel 2010, in occasione di un raduno del club di motociclisti “Lupi della notte” nella periferia di Sebastopoli. 

Andare a pescare in Siberia

Tutti ricordano Putin a torso nudo… e i meme che ne sono seguiti! Il capo del Cremlino preferisce trascorrere le vacanze in mezzo alla natura in solitudine e in particolare nella Repubblica di Tuva. Spesso invita anche un ospite a tenergli compagnia, come il Principe Alberto II di Monaco o il Ministro della Difesa Sergei Shoigu.

Trascorrere il Natale in chiesa

Putin non trascorre mai la celebrazione di Natale in forma privata: ogni anno nella notte tra il 6 e il 7 gennaio si reca in chiesa, fuori dalla città, insieme ai normali fedeli. In passato ha celebrato la festa anche in Yakutia, Sochi e nelle regioni di Tver e Voronezh, Veliky Novgorod e nella nativa San Pietroburgo. 

Offrire cuccioli in regalo ai bambini 

Putin ha ricevuto spesso in dono degli animali… e a sua volta li ha regalati. La trama spesso si ripete: qualche bambino di provincia scrive una lettera al sito internet del presidente nella quale confessa di sognare un cucciolo da tempo. È successo con una ragazza di Bryansk, alla quale il presidente ha regalato un labrador di un mese, e con una giovane studentessa della Khakassia, che ha ricevuto un husky.

Regalare fiori alle donne 

Pur non essendo un gesto molto originale, quella di regalare fiori non è un’abitudine molto diffusa nell’ambito delle relazioni internazionali. Ma a Putin piace regalare fiori come forma di cortesia alle first lady e ai leader donna di altri paesi. A ricevere il gradito pensiero sono state Kolinda Grabar-Kitarović, leader della Croazia, la moglie del presidente francese Brigitte Macron e la cancelliera tedesca Angela Merkel.

Bere dalla propria tazza

Nel 2019 una tazza bianca uguale a quella utilizzata da Putin è stata il best-seller sul sito delle vendite AliExpress. Tutto è iniziato quando gli ospiti del G20 hanno notato con sorpresa che il capo del Cremlino utilizzava per bere una tazza personale. Successivamente il presidente ha sfoggiato questa “mug” in altre occasioni ufficiali, in conferenze stampa e incontri istituzionali. Secondo il suo portavoce, Putin "beve sempre il tè da questo thermos". Perché lo faccia, non è dato saperlo: probabilmente si tratta semplicemente di abitudine. 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie