Come si vestono le russe? Sapreste riconoscerle al primo sguardo?

Anton Denisov/Sputnik, Pixabay
Esiste uno stile tipicamente russo, e non è esattamente qualcosa di cui di solito si va fiere quando si viaggia, perché all’estero è ritenuto quasi sempre eccessivo

Di solito lo shopping delle donne russe non si differenzia troppo da quello delle europee (a parte per il fatto che noi russe perderemo nel farlo, come minimo, il doppio del tempo). Noi non abbiamo negozietti segreti e atelier di moda che fanno di una donna russa come tante “proprio quella Donna russa”.

Al contrario, le russe si vestono spesso, proprio come le europee, da Zara, H&M e Mango e alcune da Massimo Dutti, o ordinano vestiti online dall’Europa su Yoox. Hanno una grande passione per gli outlet, perché possono trovarvi gli amati capi firmati a prezzi scontati (le russe adorano il lusso, anche quando non se lo possono permettere). E in ogni caso, la globalizzazione e il mercato di massa sono penetrati profondamente nel Paese.

Ma allora com’è che una donna russa all’estero può essere quasi sempre identificata al primo sguardo per come si veste?

Potremmo definirlo l’“inconfondibile stile russo”. Sarebbe forse un’esagerazione, ma solo in parte. Perché c’è davvero qualcosa di unico. Lo “stile russo” non è qualcosa che le donne di altri Paesi vorrebbero provare. Se non altro perché sarebbe per loro un compito dannatamente arduo (e anche insensato, a voler essere onesti).

Il fattore “over chic”

“Guardate le quantità di cose luccicanti che hanno addosso e comparatela con quella delle altre donne: più cose luccicanti hanno addosso, maggiore è la probabilità che siano russe. Può essere qualsiasi cosa: una giacchetta luccicante, delle scarpe luccicanti, e persino la faccia luccicante per un eccesso di trucco, dice l’indiano Utkarsh Bhardwaj, che vive da tre anni in Russia.

Sì, le russe amano l’illuminante per il viso (l’“highlighter”; un prodotto cosmetico contenente delle micro particelle che riflettono la luce), e gli strass applicati alle unghie e anche alle magliette e alle scarpe da ginnastica. Le russe amano brillare, e non importa se abbiano cinque o cinquant’anni.

Accostamenti cromatici come rosso su grigio o nero, verde e giallo con accessori dorati, e tutto quello che è vistoso fa molto russo. Il maquillage quotidiano un po’ più luminoso di quanto non sia necessario; quell’anello più pesante e costoso di quanto non servirebbe, e un collier vistoso al posto di una raffinata catenina; tutto questo fa russo. Russo di solito vuol dire “eccessivo”, conclude la stilista Lena Karin.

“Le ragazze russe. Ne riconoscerei una tra mille. Hanno sempre delle lunghissime ciglia artificiali, che mi spaventano sempre un po’. Mi ricordano dei ragni. Inoltre, amano le unghie smisurate e laccate di rosso. E i tacchi”, dice il ventinovenne olandese Nils. “Non posso sopportare quando la mia ragazza russa si mette quei tacchi alti come trampoli. Perché dopo mezz’ora inizia a lamentarsi che le fanno male i piedi. Eh no, bella, sei tu che hai voluto metterli! Ora, avanti, marsc’! Al parco!”

E quello che più di tutto calza a pennello alle russe sono le pellicce! Pelliccia naturale indosso, cappello di pelliccia e un po’ di pelliccia anche per decorare la gonna… “Non so, forse fanno caldo…”, dice Nils. Sì, Nils, a volte è per quello che indossiamo le pellicce. Ma non solo!

Il fattore “non perdere la faccia”

Questo me lo ha raccontato un mio amico italiano e riguarda la sua ragazza russa. Sono andati in vacanza e lei ha mangiato qualcosa che le ha fatto molto male, tanto che per rimettersi dall’intossicazione alimentare è stato necessario andare in ospedale. Mentre lui, premuroso, le metteva i calzini, lei, piegata in due dal dolore, cercava il suo beauty-case, lo specchietto e il fondotinta. “Sono molto pallida”, si è giustificata lei, intendendo che non poteva permettersi di presentarsi al pronto soccorso così. Anche se era pallida per dei frutti di mare avariati, voleva farsi bella.

Le russe si sono sempre distinte per una “eccessiva” cura del proprio aspetto. “Noi notiamo sempre se una non si è lavata i capelli o se ha un’unghia spezzata e internamente la giudichiamo”, dice una russa che si firma Ana Johnson su Quora. A Mosca proprio per questo ci sono molti saloni di manicure aperti ventiquattr’ore su ventiquattro per le emergenze e per le donne troppo impegnate con il lavoro. Vi sembra eccessivo? Può essere. “Ma le donne russe amano prendersi cura di sé’, ritiene Ana. “Molti pensano che qui si esageri, ma per noi è normale e fa parte della nostra routine”.

Questo è in parte il motivo per cui è così diffusa tra i russi la convinzione che una donna russa non apparirà in pubblico senza prima aver messo il viso in ordine (il che spesso significa trucco con l’uso di fondotinta, cipria, rossetto, mascara e qualcos’altro a seconda dei gusti). Non uscirà nemmeno in cortile a buttare via la spazzatura senza averlo fatto. E questo è anche in parte il motivo per cui, secondo Ivan, un expat in Russia, “non vedrai mai in Russia le ragazze ubriache vomitare dappertutto, come succede tanto frequentemente nel Regno Unito. Qui si trattengono. Non possono perdere la faccia”.

Il fattore “bello e scomodo”

Come avrete già capito, le russe non apprezzano troppo gli abiti unisex. La dimostrazione di femminilità (che spesso è interpretata come sinonimo di sensualità) è considerato l’elemento più importante al momento della scelta dei capi di abbigliamento. “La bellezza necessita sacrifici”, dice un famoso proverbio russo. E le donne russe lo interpretano alla lettera.

“Non sono russo ma sono stato a Mosca e a San Pietroburgo diverse volte. Mi lascia sempre di stucco come certe donne si vestano in modo succinto e leggero anche durante il freddo inverno. In modo molto simile alle donne qui nel Regno Unito, nell’Essex o a Newcastle, ma molto più presentabili e alla moda”, ritiene Charles di Manchester.

Sì, le gonne corte con il gelo invernale sono un’immagine classica. Così come i “vestiti alla moda”, qualunque cosa questo significhi. Le russe acquistano abiti nuovi quando sono annoiate da quelli che già hanno, e non quando ne hanno bisogno. Un altro buon motivo per fare shopping è che quello che hanno nell’armadio faccia ormai parte della scorsa collezione del mass market, mentre ora ne è uscita una nuova (e la moda varia più spesso delle stagioni dell’anno!). In questo caso, bisogna correre a comprare qualcosa di nuovo.

La conclusione è che negli armadi delle russe non ci sono capi di abbigliamento troppo cari o di qualità, ma sicuramente ce ne sono tanti. Perché le russe si comportano in questo modo? Di sicuro la spiegazione non è univoca e le cause sono svariate, così come per la domanda perché indossino sempre le pellicce o salgano sui tacchi con una frequenza così maniacale. Una delle cause più spesso citata è che in Russia gli uomini sono 10,7 milioni meno delle donne, e queste ultime sono in forte competizione per assicurarsi l’attenzione maschile. Anche se non vogliono che questo si capisca. Così come, quando sono all’estero, non amano che si capisca che sono russe. “Il miglior complemento per una russa è sentirsi dire: ‘Non avrei mai pensato che lei fosse russa’. E non ho mai capito questo desiderio di molte di eliminare da sé la russità”, dice Lena Karin. “Non ci vedo niente di male. Di solito essere riconoscibili è qualcosa di considerato positivamente”.

Forse è perché vestirsi come si vestono le russe va bene solo in Russia. “Ricordo come una volta a Mosca mi sono dimenticata di mettere in macchina le scarpe con i tacchi e mi sono dovuta presentare a appuntamento con le Ugg ai piedi. Pensavo di non sopravvivere”, ricorda la stilista Alena Akhmadullina.

“Ma poi una volta sono volata a Firenze dopo un duro giorno di lavoro a Mosca ed ero vestita con un abito nero con una gonna che finiva circa 12 centimetri sopra le ginocchia, e con delle scarpe molto alla moda di Nicholas Kirkwood, con i tacchi a spillo. E dopo essere atterrata là non mi sentivo per niente a mio agio, guardandomi intorno. Sentivo di dover aprire quanto prima il mio trolley e mettermi le ballerine, perché mi vergognavo”.

Come fanno le russe ad andare sui tacchi d’inverno senza cadere? 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie