Dieci bellissimi fiori russi che non dovete raccogliere

Legion Media
Anche in Russia ci sono specie a rischio estinzione: tra queste alcuni splendidi esempi floreali. Se li riconoscete mentre visitate il Paese, consideratevi fortunati ma resistete alla tentazione di strapparli dal loro habitat naturale

Ogni anno il numero delle piante in via di estinzione cresce in tutto il mondo, anche in Russia. Secondo la lista rossa che elenca la flora e la fauna rare e in via di estinzione, ci sono oltre 470 tipi di piante da fiore che sono attualmente in pericolo, e questo senza tener conto di centinaia di altre specie di flora.

Fortunatamente, ci sono oltre 300 parchi naturali e riserve naturali in tutto il Paese che proteggono ciò che può essere protetto. Ecco dieci dei tanti fiori in via di estinzione. Non raccoglieteli se siete abbastanza fortunati da vederli allo stato selvatico!

1 / Paeonia tenuifolia

Talvolta chiamata in Russia “peonia dalle foglie di felce”, la Paeonia tenuifolia è una specie erbacea di peonia originaria delle steppe, che cresce nella Penisola balcanica, nell’Europa orientale e in Asia centrale. La si trova principalmente nelle regioni meridionali della Russia, compreso il Caucaso, e la pianta è ora considerata in via di estinzione: gli esemplari stanno diminuendo a causa della diminuzione delle aree di steppa.

2 / Rhododendron schlippenbachii

Il Rhododendron schlippenbachii cresce principalmente nella penisola coreana, in Giappone e nell’Estremo Oriente russo. Arbusto deciduo fitto che raggiunge un’altezza di 4,5 metri, la pianta è uno degli arbusti a fioritura precoce più belli, ma soffre le attività umane, come le costruzioni di grandi infrastrutture, gli incendi e gli allevamenti di renne.

3 / Crocus speciosus

Nativo del Sud della Russia, del Caucaso, della Turchia e dell’Iran, il Crocus speciosus è una pianta perenne che cresce fino a 10-15 cm di altezza. È diffuso nelle regioni steppiche, ma a causa dell’attività umana, i suoi esemplari si stanno riducendo.

4 / Nelumbo nucifera

Il Nelumbo nucifera, o Fior di loto asiatico, ha una distribuzione molto ampia e in Russia si trova sia nella parte europea che nell’Estremo Oriente: nelle regioni di Astrakhan, dell’Amur e di Khabarovsk, intorno al Mar Caspio e nel Territorio del Litorale. Come molte piante in via di estinzione, il loto è protetto fin dalla fine degli anni Settanta, ma gli esseri umani continuano a danneggiare la sua popolazione, raccogliendolo.

5 / Erythronium sibiricum

Comunemente noto come giglio siberiano, l’Erythronium sibiricum è una pianta perenne bulbosa della famiglia delle liliacee. Nella Russia selvaggia la pianta può essere trovata nelle regioni degli Altaj, di Krasnoyarsk, Tomsk, Novosibirsk, Kemerovo, in Khakasia e a Tuva. Ancora una volta, noi umani stiamo facendo del nostro peggio per peggiorare la situazione, quindi se lo vedete, non raccoglietelo assolutamente!

6 / Viola incisa

Si trova in Siberia, sugli Altaj e nel Territorio del Litorale. La Viola incisa cresce su steppe erbose. Pascoli eccessivi e infrastrutture stanno danneggiando i suoi numeri. Ad esempio, a Tuva l’habitat naturale della pianta è stato distrutto dall’espansione della città di Kyzyl.

7 / Cypripedium macranthos

Specie di orchidea originaria della parte europea della Russia e della Siberia, il Cypripedium macranthos cresce in boschi decidui e misti, occasionalmente nelle foreste di conifere e ai loro bordi, nonché nei prati dei terrazzamenti sul mare. La pianta è protetta dalla fine degli anni Settanta, e ora è considerata una specie rara minacciata da molti fattori, tra cui la deforestazione, lo sfruttamento intensivo del terreno e la raccolta.

8 / Rhodiola rosea

Conosciuta anche come radice d’oro, radice di rosa, radice artica e rosa orfana, la Rhodiola rosea è una pianta perenne che cresce nelle selvagge regioni alpine dell’Europa, dell’Asia e del Nord America. In Russia, può essere trovata in molte aree (compresi gli Altaj e Tuva), ma è protetta solo nella parte settentrionale della Russia europea, negli Urali e nelle regioni artiche e montuose della Siberia e dell’Estremo Oriente. È una preziosa pianta medicinale che soffre la raccolta umana.

9 / Lilium lancifolium

Originario della Cina, del Giappone e della Corea, il Lilium lancifolium, o Giglio tigrato della Cina, è una pianta rara in Russia e si trova in alcune regioni dell’Estremo Oriente, come il Territorio del Litorale e l’Isola di Sakhalin. Cresce spesso su rocce e terreni costieri, radure nelle foreste di conifere e latifoglie e vicino a sorgenti calde. Come molti fiori, la popolazione della pianta soffre la raccolta.

10 / Tulipa schrenkii

Il Tulipa schrenkii, o Tulipa suaveolens, è una pianta erbacea bulbosa perenne della famiglia dei tulipani che popola la steppa eurasiatica. In Russia cresce nelle aree sud e sud-orientali della parte europea del Paese e nel Caucaso settentrionale. Sta lottando per non scomparire in Cecenia, Inguscezia e Ossezia del Nord. Essendo una pianta decorativa e medicinale, questo tulipano soffre per la raccolta umana, la distruzione della terra e il pascolo del bestiame.

Sapete che in Russia c’è anche una pianta mortale? Fate attenzione se la vedete! 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie