Cinque adattamenti di capolavori russi che su Netflix non dovrebbero mancare

TASS
L’abitudine di mettere in scena le opere di Dostoevskij, Tolstoj e di altri grandi della letteratura russa sembra ormai un ricordo del passato. Qui ci sono alcune serie che non dovreste perdervi

1. L’Idiota, 2003

L’innocente sincerità del protagonista di questa storia, il conte Myshkin, fa sì che i personaggi che incontra durante il suo viaggio dalla Svizzera alla natia San Pietroburgo lo prendano per un idiota; ma questo non potrebbe essere più lontano dalla verità.

Accanto al brillante attore Evgenij Mironov nei panni di Myshkin, questa serie vede protagonisti anche altri attori russi. Gli sceneggiatori hanno lavorato con cura sul testo di Dostoevskij e la trama fornisce tutta la passione e la tensione che circonda l’eroina Nastasia Filippovna. Fidatevi di noi, una volta che inizierete a guardarlo non sarete più in grado di fermarvi.

2. Il Maestro e Margarita, 2005

Mai parlare con gli estranei. Due scrittori incontrano un diplomatico straniero nel centro di Mosca e le loro vite cambiano drammaticamente, poiché l’uomo si rivela essere Satana in persona. Mette in ginocchio la società di Mosca, causando il caos con la sua banda di demoni, tra cui un gatto di enormi dimensioni. Una donna diventa una seguace di Satana per aiutare l’uomo di cui è innamorata a completare il suo romanzo.

Tutti i tentativi di mettere il più misterioso romanzo russo sullo schermo sono falliti o sono stati fortemente criticati, proprio come questo. Forse è maledetto…

3. Il dottor Zivago, 2006

La rivoluzione e la guerra civile costringono Jurij Zivago a fuggire dalla natia San Pietroburgo con la sua famiglia. In una remota biblioteca siberiana, tuttavia, incontra una bella donna che aveva visto una volta nella sua giovinezza, e la sua vita cambia completamente.

Se amate il defunto attore Omar Sharif nei panni di Zivago, l’attore russo Oleg Menshikov vi farà letteralmente impazzire. Questa particolare interpretazione del romanzo classico non è sempre fedele al geniale testo di Boris Pasternak, ma descrive brillantemente il periodo.

4. Guerra e pace, 1965

Due persone sincere e simpatiche, Natasha Rostova e Pierre Bezukhov, vivono momenti difficili durante la guerra russa con la Francia di Napoleone. Perdono amici e parenti, ma alla fine finiscono per vivere felici insieme.

Il romanzo di Tolstoj è stato messo in scena e proiettato molte volte, e se avete guardato la recente serie della BBC (o anche meglio, se non lo avete fatto), potreste volerla paragonare al mitico film sovietico in quattro parti con i veri sex symbol del tempo, tra cui Vasilij Lanovoj. E, naturalmente, godervi il ​​talento registico di Sergej Bondarchuk.

5. Piccole tragedie, 1979

L’appuntamento notturno di Don Giovanni con Donna Anna, o Salieri che avvelena Mozart in un impeto di invidia, o un giovane che muore di fame mentre suo padre nasconde i tesori in un forziere, o persone che organizzano una grande festa durante una pestilenza medievale.

Ognuno di questi quattro episodi è una breve tragedia scritta in versi da Aleksandr Pushkin e messa in scena utilizzando i migliori attori sovietici, tra cui Vladimir Vysotskij nei panni di Don Giovanni.

Dieci film tratti da libri russi che sono diventati dei classici di Hollywood 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie