Dieci stilisti che in Russia rielaborano i vestiti etnici rendendoli di gran moda

Ekaterina Chesnokova/Sputnik
Motivi russi possono essere visti nelle collezioni di Valentino, Dolce&Gabbana, Ralph Lauren e altri grandi delle sfilate mondiali. Ma molti giovani creativi stanno ora portando alla ribalta disegni e colori delle tante nazioni che popolano la Federazione russa

1. Asiya Bareeva – Mosca innova la moda musulmana

Per creare abiti conservatori che soddisfino le rigorose regole musulmane, Bareeva usa il minimalismo, una tavolozza dei colori sobria e forme d’avanguardia. Allo stesso tempo, il suo taglio insolito e la varietà di tessuti e trame conferiscono ai suoi abiti un tocco di fantasia.

#asiyabareeva photography @alyonakuzmina 🕊

Публикация от Асия Бареева. (@asiyabareeva)

2. Ulzyma Vantazova – I colori buddisti della Repubblica di Buriazia

Vantazova crea abiti usando il tessuto tradizionale dei nomadi della Buriazia, una repubblica nel sud della Siberia, sul Lago Bajkal: lana di pecora trasformata in feltro (gli stivali tradizionali russi, i valenki, sono realizzati proprio con questo materiale). Vantazova decora quei caftani incredibilmente caldi con ornamenti buddisti.

3. Levadnaja Details – I fantasiosi ricami di Mosca

Questo marchio è tornato alle radici, riportando alla moda i ricami e ricreandoli in modo rustico. Hanno abiti e stili sia tradizionali che contemporanei: dal caftano alle camicette da donna, ai grembiuli e ai gilet lunghi. Tutti i capi sono generosamente decorati con motivi fiabeschi.

4. Masha Andrianova – Una slavofilia di Mosca

Dopo aver trascorso gran parte della vita a Parigi, Masha è tornata in Russia e crea abiti con temi ispirati alla natura, all’antica Rus’ e alla vita contadina. Usa solo tessuti naturali: lino, cotone, lana, seta e modella seguendo tagli antichi.

5. Slava Zaitsev – I motivi russi alla conquista delle sfilate europee

Probabilmente il designer più famoso della nostra lista, Zaitsev sta diffondendo i motivi russi nelle sfilate di moda di mezzo mondo. A luglio, ha presentato una “collezione russa” come parte della sfilata di moda orientale a Parigi. I suoi abiti haute couture sono luminosi e spesso prevalentemente rossi.

6. Firdaw – La moda femminile della Cecenia

La Repubblica della Cecenia ama i lustrini, l’oro e lo stile fantasioso. Come fondatrice di questo marchio, Aishat Kadyrova crea sia abiti lunghi classici per donne musulmane con ornamenti tradizionali che vestiti con allusioni alla bellezza della natura locale. Allo stesso tempo ci sono opzioni di tendenza più casual.

7. Levsha Studio – Casual patriottico dal fiume Volga

Con sede nella città di Samara, Levsha presenta stampe in caratteri cirillici a tema russo e abiti lunghi a taglio libero in stile russo antico. Lo studio ha anche creato una collezione dedicata allo spazio (una delle principali attrazioni turistiche della città è il Museo del Cosmo).

8. Studio “Gort” – Motivi popolari degli Urali

Un interesse per le radici nazionali ha portato Vera Mekhonoshina, che vive e opera nella città di Perm, alla moda etnica. Si concentra sull’abbigliamento casual quotidiano: i suoi sarafan sono lunghi prendisole realizzati con tessuti naturali perfetti per le attività all’aria aperta.

9. Sultan Saliev – Tradizione e contemporaneità in Tatarstan

Sultan crea abiti per grandi eventi come il concorso di bellezza Miss Tatarstan o incontri con delegazioni ufficiali. Ciò che gli piace di più è modernizzare il costume nazionale in modo che i tatari possano indossare questi abiti tutti i giorni, proprio come fanno gli abitanti dei Paesi ex sovietici dell’Asia centrale.

о.Байкал

Публикация от Султан Салиев (@sultansaliew)

10. Nizie Emirshah – Tatari della Crimea

Il design di Nizie è una ricerca dell’individualità. A luglio, ha vinto un Grand Prix nel concorso “Ethno Podium”. I suoi disegni, che richiamano il folklore dei tatari della Crimea, mescolano fascino etnico e linee costruttiviste con tessuti e colorazioni contemporanei.

In passerella a Parigi sfilano i simboli della criminalità russa, ed è polemica 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie