Mathilde e le altre, le foto inedite delle étoile russe della danza

E.O. Hoppé Estate Collection provided by OOO “Iskusstvo – XXI vek” publishing house
In Russia sono stati pubblicati gli scatti del fotografo personale di molte ballerine di inizio Novecento, Emil Otto Hoppé

Un secolo fa i Balletti russi di Sergej Dyagilev portarono una ventata di freschezza nella vita culturale europea. Durante gli anni Dieci e Venti, il fotografo inglese di origini tedesche Emil Otto Hoppé immortalò i ballerini sul palco e dietro le quinte dei teatri. In quegli anni le più grandi ballerine dell’epoca frequentavano lo studio fotografico di Emil Otto Hoppé. Fra loro c’erano Mathilde Kschessinska, Anna Pavlova e Tamara Karsavina. Una parte di questa enorme e preziosa collezione è stata pubblicata in Russia nell’album “101 Photography” della casa editrice Iskusstvo–XXI Vek.

Mathilde Kschessinska nel ruolo di Artemis, 1912

L’imperatore Alessandro III presentò personalmente l’étoile della danza Mathilde Kschessinska a suo figlio Nicola, futuro zar. E fu così che fra i due scoppiò la passione. La storia d’amore tra lo zar russo e la ballerina è stata raccontata nel film russo “Mathilde”

Tamara Karsavina nel ruolo di Zhar-Ptitsa (L’uccello di fuoco), 1911

Karsavina era una delle ballerine preferite di Hoppé. Nel 1902 ottenne il diploma della Scuola imperiale di teatro ed entrò a far parte del Teatro Mariinskij

Tamara Karsavina nel ruolo di Zhar-Ptitsa e Adolf Bolm nel ruolo di Ivan lo Tsarevich, 1911

Tamara Karsavina realizzò un grande tour sia in Russia, sia in Europa. I critici parigini la descrissero come “una fiamma danzante sul palco”

Lyubov Chernysheva nel ruolo di Zobeid in Shahrazad, 1920

Lyubov Chernysheva si diplomò alla Scuola imperiale di San Pietroburgo e nel 1912 divenne una delle principali ballerine della compagnia di Dyaghilev

Lyubov Chernysheva interpreta Cleopatra, 1918

Quando lasciò la compagnia di Dyaghilev, Chernysheva divenne la prima ballerina del Balletto di Monte Carlo. Insieme al marito, insegnò danza nel Regno Unito e in vari paesi d’Europa

Vera Fokine nel ruoldo di Young Beotian, 1914

La moglie del celebre coreografo Michel Fokine fu una delle stelle del Teatro Mariinskij. Nel 1918, dopo la Rivoluzione russa, insieme al marito lasciò il paese per sempre. All’inizio i due vissero in Europa, poi, nel 1919, decisero di trasferirsi negli Stati Uniti, dove aprirono una scuola di ballo

Anna Pavlova e Lavrenty Novikov durante le prove del balletto La figlia del faraone, 1923

Anna Pavlova si diplomò alla Scuola di teatro di San Pietroburgo, prima di esibirsi al Teatro Mariinskij. Ha danzato sui palchi di varie città degli Stati Uniti, in India, Australia, Giappone, Argentina, Uruguay e Cuba. In Russia esiste addirittura un dolce che porta il suo nome

Anna Pavlova in una performance da solista, 1923

La maggior parte delle foto realizzate da Hoppé sono state scattate nei suoi studi a Londra e a New York. La raccolta tuttavia comprende anche degli scatti all’aria aperta

Olga Spessivtseva nel ruolo di Aurora (La bella addormentata), 1921

Olga Spessivtseva iniziò la sua carriera nel 1913 nel Teatro Mariinskij. Ma ottenne il titolo di prima ballerina solo dopo la Rivoluzione d’ottobre. Entusiasmò il pubblico con le sue straordinarie interpretazioni di Giselle ed Esmeralda

Lydia Lopukhova come Bambola Ballerina, 1919

Figlia d’arte, si formò presso la Scuola del balletto imperiale. Si unì ai Balletti russi nel 1910 e divenne famosa per le sue interpretazioni dell’Uccello di Fuoco di Stravinskij. Al termine della sua carriera da ballerina, divenne presentatrice della BBC.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie