L’opera d’arte dedicata a chi non ha comprato i bitcoin in tempo

Hioshi
Il valore della criptomoneta continua a crescere, e un artista russo ha creato un’installazione che rappresenta chi avrebbe voluto ma non ha potuto acquistarla quando era il momento buono. E che ora può solo soffrire in silenzio

Un artista di San Pietroburgo, noto con lo pseudonimo di Hioshi, ha creato una nuova opera d’arte di strada dedicata a coloro che non possono permettersi di acquistare bitcoin. Come tutte le opere di Hioshi, anche questa è minimalista e di dimensioni molto ridotte (alta solo 15 cm), ed è posta su una colonna all’incrocio tra la Prospettiva Nevskij e il Lungofiume della Fontanka.
La piccola installazione rappresenta una figura umana seduta nella posizione del loto, con la testa china per la disperazione, con i simboli del dollaro e del bitcoin alla sua sinistra e alla sua destra. Si intitola “Zen e dolore” e l’autore l’ha dedicata a tutti coloro che non sono riusciti a capitalizzare la recente crescita del valore del Bitcoin.
“Questo è per tutti coloro che avrebbero voluto acquistare bitcoin, ma quando la valuta iniziò a mostrarsi promettente già costava un paio di migliaio di dollari, ovvero una cifra che rappresenta da due a sei mesi di lavoro per un medio cittadino russo (sempre che non spenda niente per il cibo e la casa)”, ha spiegato Hioshi. A suo avviso, chi è rimasto senza bitcoin (la criptovaluta ha superato i 20 mila dollari di valore, con una crescita di + 1.950% nel 2017) non ha altra scelta che assistere passivamente alla crescita. E continuare a praticare lo zen.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie