Cinque nuovi film dell’orrore russi da guardare ad Halloween

kinopoisk.ru
Cosa c’è di meglio da fare, nella notte dei fantasmi, che organizzare una bella maratona di pellicole horror? Tra automobili infestate di fantasmi, specchi malefici, un giovane Gogol e un maniaco che sgozza gli YouTuber, i brividi non mancheranno

“Marshrut postroen” (“Itinerario creato”), 2016

Andrej e Olja sono una coppia con una splendida figlioletta di cinque anni. Andrej ha appena fatto un affarone, comprando una bella automobile usata a un prezzo bassissimo, e, sulla nuova macchina, l’intera famigliola si mette in moto, durante la notte, per una gita in un’altra città. Già di per sé il viaggiare di notte comporta i suoi rischi: il guidatore può essere preso da un colpo di sonno o non accorgersi in tempo di un ostacolo sulla strada. Ma Andrej e Olga sono attesi da rischi più spaventosi e sovrannaturali. Ancora non lo sanno, ma in quella macchina era stato commesso un omicidio. E adesso il fantasma di una donna uccisa che odia tutti i litigi domestici (proprio perché a causa di quello è morta) infesta l’abitacolo e li sta accompagnando durante il lungo viaggio. Ma tra Andrej e Olga non va tutto a gonfie vele: lei sospetta che il marito la tradisca, prende degli antidepressivi e non di rado fa scenate. Allora il fantasma dell’uccisa, che vive in macchina, decide di risolvere la crisi familiare a modo suo…
Pikovaja dama” (“La Dama di Picche”), 2015

Se gli adolescenti americani nel buio della notte evocano davanti allo specchio Bloody Mary, quelli russi hanno la loro, nazionale, presenza demoniaca che vive nelle profondità degli specchi: la Dama di Picche. La figura del pericoloso fantasma, personificato nel film, deriva dall’omonimo racconto si Aleksandr Pushkin.
Una combriccola di amici organizza una veglia notturna a casa di una ragazzina del gruppo. Dopo aver deciso di prendere in giro una delle superstiziose e paurose amichette, i ragazzi iniziano a recitare un particolare rituale di fronte a uno specchio, per evocare la perfida Dama di Picche. Quando termina il rito i ragazzi sentono dei fruscii nella stanza e lo sportello di un armadio chiuso si spalanca da solo. Serezha, uno dei ragazzini della compagnia, si spaventa a morte quando, un paio di giorni dopo, vede nello specchio del suo bagno la Dama di Picche e cerca il modo di liberarsi dal molesto demone. Potranno i ragazzi cacciare lo spirito, fermamente deciso a impossessarsi di un’anima innocente?
Gogol.Nachalo”, (Gogol.Inizio)

Il destino del famoso scrittore russo Nikolaj Gogol è sempre stato avvolto in una cortina di mistero. Da dove questo genio della letteratura attingeva le trame per i suoi racconti di paura sulle forze del maligno? Dove traeva ispirazione nel descrivere in modo tanto realistico i demoni? Forse lui stesso li aveva incontrati, almeno una volta?
Il film “Gogol.Nachalo” (Gogol.Inizio) narra dei primissimi tempi della carriera di Gogol come scrivano assegnato a un giudice istruttore delle indagini criminali. Ma al giovane accade qualcosa di inquietante sul luogo di un delitto. Cade in deliquio e scrive poi, al posto di quello che gli detta il giudice, parole incomprensibili. E solo il giudice Jakov Guro si accorge che lui possiede delle doti extrasensoriali del tutto non comuni, che possono aiutare a risolvere i casi più complessi. E allora le avventure del giovane Gogol proseguono a Poltava, dove, secondo la gente del posto, nell’omicidio di una giovane ragazza è implicato il Diavolo in prima persona.
Nevesta” (“La sposa”), 2017

Questo film prosegue la tradizione, amata dagli spettatori russi, dell’horror gotico. Nastja, subito dopo le nozze, insiste e convince il novello marito Vanja a portarla con sé in un viaggio dai parenti di lui. I parenti vivono in una piccola cittadina, molto malmessa, e lui si appresta a officiare un tradizionale rito familiare, legato a vecchie fotografie del XIX secolo, nelle quali appaiono morti con scritte sulla parte superiore delle palpebre chiuse. Ben presto Nastja si inizia a pentire amaramente della sua curiosità. Riuscirà a sfuggire dalla raccapricciante casa dei parenti del marito?
Dizlajk” (Dislike), 2016

Questo film è una grande satira del mondo contemporaneo di YouTube. Otto popolari videoblogger si ritrovano in una casa in campagna, per provare un nuovo beverone energetico e farne pubblicità nei loro video. Ma quella che all’inizio sembra una divertente iniziativa, si trasforma in un autentico incubo, quando spunta un maniaco con la maschera da neonato e tutta l’operazione si rivela una macchinazione, per adescare gli avidi blogger. Adesso sono tutte pedine di un terribile gioco, nel quale risuona solo una domanda: “Chi è il mandante del vostro omicidio?”. E per ogni risposta non corretta, il maniaco è pronto a uccidere una delle star del web. Ottimo esempio di genere slasher.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Leggi di più