A Mosca una nuova filiale dell’Ermitage, omaggio alla contemporaneità

La nuova filiale del museo che verrà inaugurata a Mosca nel 2022

La nuova filiale del museo che verrà inaugurata a Mosca nel 2022

Ufficio Stampa
Entro il 2022, negli spazi dell’ex fabbrica Zil, il museo pietroburghese aprirà una nuova sede, ispirata al Costruttivismo russo degli anni Venti. L’edificio a cinque piani, progettato dal prestigioso Studio d’architettura Asymptote, ospiterà il meglio dell’arte contemporanea

L’Ermitage parte alla conquista di Mosca. Entro il 2022, infatti, il museo più importante di San Pietroburgo inaugurerà una sua filiale nella capitale russa. Hani Rashid, del prestigioso Studio d’architettura Asymptote, ha presentato il progetto.

Il nuovo centro museale farà parte del complesso abitativo Zilart, che verrà costruito sul territorio dell’ex fabbrica Zil, fondata nel 1916 e specializzata nella produzione di camion. Una parte degli edifici storici esistenti verrà conservata, mentre sul resto dell’area verrà costruito un microcomplesso abitativo dove, oltre al Centro Ermitage, verrà realizzata anche una sala per concerti e spettacoli teatrali.

La nuova filiale di museo. Fonte: Ufficio Stampa

Come ha spiegato il curatore e ideatore del progetto “Ermitage 20/21”, Dmitry Ozerkov, nella filiale moscovita del museo verrà messa in risalto l’arte contemporanea: “Mosca non è una città conservatrice come San Pietroburgo, qui siamo abituati all’arte contemporanea e sappiamo darle il giusto valore. Anche l’Ermitage vanta già una grande esperienza in questo campo con le importanti esposizioni allestite negli ultimi anni: dalle mostre di Antony Gormley, Anish Kapoor, Louise Bourgeois e Zaha Hadid fino alla Biennale “Manifesta” dello scorso anno.

Ozerkov ha anche annunciato una mostra di pittura impressionista e postimpressionista con tele provenienti dalle collezioni conservate nei depositi dell’Ermitage, e un’altra che vedrà la presenza di artisti pietroburghesi contemporanei per i quali verrà allestita una galleria apposita.

La nuova filiale di museo. Fonte: Ufficio Stampa

Hani Rashid e Asymptote hanno già collaborato con il museo pietroburghese per il progetto “Ermitage Guggenheim”. Per l’edificio moscovita si sono ispirati al Costruttivismo russo degli anni Venti, ai padiglioni dei modernisti americani e sovietici della celebre esposizione esposizione Expo-1967 di Montreal e alle nuove tecnologie”. Secondo Rashid, l’edificio di cinque piani sarà composto da blocchi di diverse dimensioni sovrapposti l’uno sull’altro.

“L’edificio avrà una struttura multiforme e una sala con soffitti alti 45 metri, come la Turbine Hall  della Tate Modern di Londra. In questo modo si avrà a disposizione uno spazio sperimentale per l’esposizione di installazioni e sculture di grandi dimensioni. Vi saranno anche sale multiuso per l’arte del futuro e perfino un giardino di sculture sul tetto”, ha spiegato Rashid.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta

Leggi di più