Mannik, dolci sapori d’oriente sulle tavole russe

Victoria Drey
Secondo la leggenda, sarebbe la versione slava di una torta della tradizione araba. Facilissima da preparare, vi farà fare un figurone con i vostri ospiti. Provatela con scaglie di cocco e una tazza di tè caldo

La semola (o “manka”, così come viene chiamata dai russi) è molto diffusa nelle cucine della Federazione. La semola è un ingrediente molto utilizzato per preparare il porridge, ma anche budini, cotolette e zuppe. Se amate i dolci, provatela in versione torta, comunemente nota in Russia con il termine “mannik”. 

Secondo una credenza popolare, il mannik sarebbe la versione slava di un piatto della tradizione araba chiamato “basboussa”. Si narra che la ricetta sarebbe stata introdotta nell’antica Rus da uno straniero di ritorno da un viaggio. La semola era già molto conosciuta e utilizzata in alcuni paesi, ma gli slavi la scoprirono solamente nel XII-XIII secolo.

A questa ricetta che vi proponiamo potete aggiungere anche scaglie di cocco o sciroppo di zucchero. In Russia il “mannik” è chiamato anche “ricetta per cuochi pigri”, vista la sua semplicità nella preparazione: tutto quello che dovrete fare sarà mescolare gli ingredienti e cuocerli in forno! 

Un dolce facile e gustoso per tutte le occasioni! Vogliamo provare? Ecco a voi la ricetta! 

Ingredienti:  

  • 250 ml di kefir o panna acida liquida
  • 200 gr di semola
  • 150 gr di farina
  • 2 uova
  • 170 gr di zucchero
  • 50 gr di burro
  • 1 cucchiaino di lievito per dolci
  • 1 pizzico di sale
  • 150 gr di crema
  • 1 cucchiaino di olio
  • Zucchero a velo da spolverare 

Preparazione: 

Sbattete il kefir e le uova all’interno di una ciotola grande. Aggiungete la farina setacciata insieme al lievito, la semola, lo zucchero, il sale e mescolate tutto energicamente. Tutti gli ingredienti dovrebbero essere a temperatura ambiente. A questo punto completate l’impasto aggiungendo un po’ di burro fuso e mescolate nuovamente. 

Dovreste ottenere un impasto denso e cremoso, leggermente spumoso per via della semola. 

Ungete la tortiera con l’olio. Quindi versate l’impasto e cucinatelo in forno per 45-45 minuti a 170° C. 

Quando il vostro mannik sarà pronto (dovrà assumere una colorazione dorata-marrone), toglietelo dal forno e versateci sopra la crema. Fatelo appena togliete la torta dal forno senza farla raffreddare, altrimenti rischia di risultare secca. 

Dopo aver versato la crema sopra la torta, lasciatela riposare una mezzora per fare in modo che il dolce si impregni di crema. 

A questo punto estraete il vostro mannik dalla teglia, tagliatelo a quadretti e spolverateci sopra lo zucchero a velo. Servitelo con una tazza di tè caldo.

 

Priyatnogo appetita!

 

Se siete in vena di sperimentare nuovi dolci, non perdetevi la ricetta della torta di bliny e crema!

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie