Mineralnye Vody, la vacanza perfetta fra natura, terme e relax

DOM.RF
Le proprietà terapeutiche delle sorgenti termali di questa località sono ben note fin dall’antichità. Amata dai turisti e citata in alcuni classici della letteratura russa, la cittadina di Mineralnye Vody è la meta ideale per un’escursione in montagna e tanto, tanto relax

Circondata dalle montagne del Caucaso, da laghi con fanghi terapeutici e sorgenti termali, la cittadina di Mineralnye Vody, nella Russia meridionale, è non solo una graziosa località di villeggiatura, ma una vera e propria spa naturale! Non a caso le proprietà terapeutiche delle acque locali sono note fin dall'inizio del XIX secolo: Mikhail Lermontov, Aleksandr Pushkin e Lev Tolstoj amavano trascorrere le loro estati qui, viaggiando da una località all'altra. 

Abbiamo raccolto una carrellata di immagini per accompagnarvi in un viaggio virtuale alla scoperta di questa affascinante località turistica.

1 / La cima del Monte Mashuk a Pyatigorsk

La città termale di Pyatigorsk, capitale della regione caucasica delle acque minerali, si trova ai piedi dei monti Mashuk e Beshtau. Non è solo il principale centro turistico e culturale della zona, ma anche una delle più antiche località balneari della Russia con numerosi sanatori. Nel parco centrale di Tsvetnik ci si può concedere una passeggiata lungo eleganti viali con sorgenti minerali, prendere un caffè in uno dei locali risalenti all’inizio del XX secolo e ammirare le acque blu di un lago carsico sotterraneo: il lago Proval. Vi è anche una funivia che porta sulla cima del Monte Mashuk, da dove si possono ammirare alcuni dei panorami più mozzafiato della zona.

2 / Il Parco Nazionale di Kislovodsk

L'orgoglio di Kislovodsk è l'enorme parco situato proprio all'interno del perimetro cittadino. Qui si potrebbe passeggiare tranquillamente per un’intera settimana senza passare due volte per lo stesso percorso. La parte inferiore del parco è una zona termale con un viale pedonale, bar e ristoranti, negozi di souvenir e fontane. Un po' più in alto c'è la Valle delle Rose circondata da alberi di conifere, da dove si può raggiungere la parte più alta del parco: lo Stadio Olimpico (a circa 1.200 metri di altitudine). Il parco offre un gran numero di sentieri e percorsi per l’attività fisica con diversi livelli di difficoltà.

Nel centro di Kislovodsk si possono ammirare antiche ville risalenti alla fine del XIX secolo, e le Scale a Cascata, costruite nel 1930, che conducono a una piattaforma panoramica nella parte centrale del parco e a un edificio che ospita le Terme principali di Narzan, costruite all'inizio del XX secolo in stile moresco.

3 / Essentuki

Nel parco Kurortny si possono provare diverse varietà di acque minerali: questa, infatti, è considerata la patria del più grande “museo di bevande d'Europa”, che può accogliere 5.000 visitatori al giorno. A due passi dall'ingresso principale del parco ci si imbatte nei bagni di fango terapeutico, costruiti all'inizio del XX secolo nello stile di un antico complesso di bagni pubblici.

4 / Parco Kurortny a Zheleznovodsk

Zheleznovodsk si trova ai piedi del monte Zheleznaya, che dà il nome alla città. Anche se si tratta della località più piccola e tranquilla della regione, qui si contano diversi luoghi d’interesse. Il Palazzo dell'Emiro di Bukhara avrebbe dovuto diventare la villa estiva di questo discendente di Gengis Khan, ma dopo la tragica morte di uno dei suoi progettisti, il sovrano di Bukhara si rifiutò di venire qui perché lo interpretò come un cattivo presagio. 

Una volta arrivati nel centro del parco di Kurortny è d’obbligo concedersi una visita alla Galleria Pushkin, con le sue acque minerali e il Vicolo delle Cascate, che incanala l'acqua fresca di montagna.

5 / Montagna dell'anello

Non lontano da Kislovodsk si trova una curiosa formazione rocciosa con un’apertura ad anello. La si può ammirare da una sola direzione, perché sul lato opposto vi è un burrone. I turisti più coraggiosi si arrampicano e scattano foto estreme dall'interno dell'anello. Da lì, poi, si possono ammirare stupendi panorami.

6 / Monte Beshtau

Con i suoi 1.401 metri, il Beshtau è il monte più alto e famoso della regione. Il suo nome in turco significa “cinque montagne”. Qui si può ammirare una gran varietà di paesaggi: dolci pendii, scogliere a strapiombo, una moltitudine di sentieri e fitti boschi, che offrono l’habitat ideale per animali selvatici e uccelli. Inoltre, dalle cime del Beshtau, si possono osservare tutte le città di Mineralnye Vody e il monte Elbrus.

7 / Roccia di Lermontov

Questa roccia nella gola del fiume Olkhovka prende il nome dallo scrittore russo Mikhail Lermontov: si ritiene che una delle scene del suo racconto, “La principessa Maria”, sia stata ambientata qui. Il paesaggio insolito è il risultato dell'invecchiamento della pietra arenaria nel corso di molti secoli, ed è un luogo molto popolare tra gli appassionati di fotografie. 

8 / Le Cascate del Miele

Cinque corsi d’acqua si riversano in queste gole di montagna, creando cascate incredibili! Secondo la leggenda, si chiamerebbero le Cascate del Miele perché qui in passato vi erano degli alveari e l'acqua aveva il sapore del miele.

9 / Lago Tambukan

Questo piccolo lago di acqua salata è chiamato il “Mar Morto di Pyatigorsk”. I fanghi del lago Tambukan sono molto popolari per la cura delle malattie della pelle e vengono utilizzati anche per la produzione di prodotti cosmetici.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie