Altro che Pisa! Ecco cinque torri pendenti in Russia

Anna Sorokina; @taksa_na_uaz, @olga_dynkovskaya/https://www.instagram.com
Sono sicuramente meno famose di quella in Piazza dei Miracoli, ma valgono tutte una visita

1) Torre Nevjansk – Regione di Sverdlovsk

L’antica città degli Urali di Nevjansk (85 km a nord di Ekaterinburg) è nota a molti solo per la sua torre pendente (gli amanti di icone, la conoscono anche per i capolavori dei Vecchi Credenti). La pendenza, di 1,85 metri, è visibile da lontano. Non si sa chi l’abbia costruita e quando: presumibilmente risale agli anni Venti del Settecento e a edificarla potrebbe essere stato l’industriale Akinfij Demidov, di cui si sa che ordinò la costruzione di una casa per la sua famiglia e di un campanile per la vicina chiesa lignea della Trasfigurazione. La torre avrebbe ospitato anche il suo ufficio. Oggi è un museo storico aperto a tutti. Se passate da queste parti, prestate attenzione all’orologio inglese della torre, con 18 melodie: funziona ancora perfettamente.

Ma perché il campanile di Nevjansk “pende”? La teoria principale è che la torre sia stata costruita così apposta (ma non è certo). La torre, alta 57 metri, ha una base quadrata su cui sono presenti tre sezioni ottagonali, ognuna più piccola della precedente. Termina con un cono sormontato da una banderuola, che oscilla con il minimo vento. Se la torre si fosse inclinata, la banderuola non ruoterebbe.

2) Torre Sjujumbike – Kazan, Tatarstan

Il Cremlino non è solo a Mosca, ma anche in molte altre città antiche. Uno dei più belli, quello di Kazan, ha una torre di guardia del XVII secolo. E anche lei pende. Come nel caso di Nevjansk, non conosciamo né l’anno di costruzione né il nome dell’architetto. Secondo la leggenda, prende il nome dalla sovrana del Khanato di Kazan, Sjujumbike (il cui nome significa “amata Signora”), che si rifiutò di sposare Ivan il Terribile, che conquistò la città nel 1552. Lui le dette un ultimatum: o il accettava il matrimonio o la città sarebbe stata distrutta. Sjujumibike voleva salvare la città e accettò, chiedendo che fosse costruita una torre come regalo di nozze. L’edificio di sette piani fu eretto in sette giorni. Ma, subito dopo il matrimonio, lei salì le scale e si buttò giù, uccidendosi.

Gli storici credono che la torre di 58 metri si sia piegata perché i tronchi di quercia alla sua base, che fungono da fondamento, non sono stati piantati abbastanza in profondità, e nel tempo sono affondati nel terreno sotto il suo peso. Di conseguenza, la torre ha deviato dalla verticale di quasi 2 metri. Ora il suo livello inferiore è rinforzato con una benda d’acciaio in modo che non cada completamente. Funge da minareto.

3) Torre di Kideksha – Regione di Vladimir

L’antico villaggio di Kideksha si trova vicino a Suzdal, ma qui ci sono molti meno turisti. Anche se ci sono un sacco di cose interessanti! Le isbe di legno ricche di intagli, e la più antica chiesa di pietra bianca, risalente alla metà del XII secolo, con la sua torre “pendente” del XVIII secolo. Apparentemente, il terreno è affondato sotto di essa e la torre si è inclinata con il tempo. Non sono ammessi visitatori all’interno per motivi di sicurezza.

4) Campanile della chiesa di San Giovanni Battista – Jaroslavl

Sulla banconota da 1000 rubli è raffigurata la chiesa di San Giovanni Battista a Jaroslavl, costruita alla fine del XVII secolo sulle rive del fiume Kotorosl. Negli anni Trenta del Novecento, nel campanile fu ospitata la fucina di un fabbro e, secondo gli storici, ciò causò il danneggiamento dell’edificio e la sua pendenza di un metro. Fortunatamente, il problema fu notato in tempo. Negli anni Cinquanta, la fondamenta dell’edificio vennero rafforzate, con un leggero “raddrizzamento” di questa torre, alta 45 metri, che fu anche iscritta nell’elenco dei monumenti architettonici.

5) Campanile di Solikamsk – Territorio di Perm

In una piccola città mercantile, 200 chilometri a nord di Perm, c’è un’insolita costruzione di 57 metri: il campanile della Cattedrale di Solikamsk, che ha una pendenza di circa un metro e mezzo.

Il campanile fu eretto a partire dall’autunno del 1713, ma a causa del maltempo il ritmo di costruzione fu lento, quindi i lavori dovettero essere rimandati fino alla primavera. Durante questo periodo, il suolo si erose, la torre cedette rispetto alla verticale e fu poi completata in questa forma. Interessanti sono le “camere” che fungono da base della torre: da un lato ci sono due piani, dall’altro quattro! Pertanto, il campanile fu in grado di adattarsi alla topografia collinare della piazza centrale di Solikamsk. Oggi ospita un museo e una terrazza panoramica.


Solikamsk, la capitale del sale russo è una meta da scoprire 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie