Sul ponte di Crimea spunta un gigantesco graffiti in omaggio al micio mascotte del progetto

most.life

Nei giorni scorsi su uno dei pilastri del ponte di Crimea, che collega la penisola al resto della Russia, è apparso un gigantesco graffiti che raffigua il gatto Mostik, mascotte del progetto ingegneristico, insieme al suo amico, l’operaio Mikhalich.

Alto 20 metri, il disegno è stato realizzato per rendere omaggio a tutte le persone che hanno lavorato a quest’opera faraonica: 15.000 ingegneri provenienti da ogni parte del paese.

Vicino al micio si trova anche il cane Tsigan, che dal 2018 ha “accompagnato” Mostik (che in russo significa “piccolo ponte”) nella “supervisione” del progetto in costruzione. 

Ricordiamo che questo micio rossiccio, adottato dagli operai nei cantieri, si è trasformato nella mascotte dell’opera. In poco tempo il tenero felino è diventato addirittura una star dei social network: oggi il suo profilo Instagram conta la bellezza di 51.000 follower! 

Un’opera che anticipa l’inaugurazione della nuova linea ferroviaria che fra poche settimane attraverserà questo stesso ponte - al momento aperto solo al traffico su ruota - per 19 km.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie