Cinque tour negli impianti industriali di epoca sovietica più impressionanti di Russia

Vladimir Smirnov/TASS
Se siete stanchi delle solite visite a musei e gallerie, scoprite come nascono i tubi per gli enormi gasdotti di Nord Stream e Power of Siberia, e osservate il processo di produzione in uno storico impianto metallurgico

Impianto metallurgico di Cherepovets

Questo impianto ha aperto le porte ai turisti nel luglio 2019 dopo una riqualificazione costata 8 milioni di dollari.

Fondato nel 1955, produce principalmente metallo per la costruzione di elettrodomestici e per il loro utilizzo nell'industria navale e meccanica, dei carburanti, dell'energia, della difesa e dell'edilizia.

Il tour inizia con il Museo dell’Industria Metallurgica che racconta la storia della produzione del ferro; i visitatori possono provare macchine e strumenti d’epoca.

Nel cortile del museo sono esposte attrezzature per la produzione di ghisa, acciaio e laminati metallici. Gli ospiti possono anche guidare un BELAZ, uno dei più grandi camion russi.

Non perdetevi poi una visita alle acciaierie più produttive della Russia: il laminatoio 200. La temperatura nella sezione di laminazione a caldo raggiunge i 1.000°C, per cui è prevista una speciale piattaforma panoramica da cui osservare il processo.

Il tour dura due ore e si svolge in inglese. Una visita di gruppo costa 12 dollari a persona; un tour individuale vale invece 170 dollari.

Museo delle macchine utensili a Tula

Questo museo di 1.000 mq nel polo industriale di Оctave ospita otto torni assemblati da tutta la Russia. Essi comprendono il nastro trasportatore “Henry Ford”, il primo motore a vapore, il martello a vapore "Tsar-Hammer", una pressa a cartuccia e un filatoio.

Gli enormi tubi appesi al soffitto riproducono i suoni dell'impianto in funzione: un’installazione sonora che si integra perfettamente con l’estetica generale della fabbrica. 

Su una parete di 40 metri è inoltre raccontata l’intera storia dell’impianto e dell’industria russa. 

L'ingresso costa 5,50 dollari per gli adulti, 3,93 dollari per gli studenti dell’università, 3,14 dollari i ragazzi delle scuole, ed è gratuito per i bambini sotto i sei anni, le famiglie con più figli e le persone disabili. Viene fornita un'audioguida in inglese.

Cantina Abrau Durso

Abrau Durso, nel Territorio di Krasnodar, è la cantina più famosa in Russia. Il tour inizia con una visita all'Abrau Gallery of Light Contemporary Art Center e con la proiezione di un filmato sulla storia dello stabilimento (in lingua inglese). Successivamente, i turisti vengono accompagnati nelle vecchie cantine costruite alla fine del XIX secolo.

La visita prosegue poi nei moderni impianti di produzione di spumante e si conclude con una degustazioni di vini e una visita al negozio della galleria.

Il tour dura 1 ora e mezza e costa 15,70 dollari.

Acciaierie di Vyksa

Qui è possibile scegliere fra 3 tour disponibili, indicati come: “La nascita dei tubi di largo diametro”, “Le straordinarie trasformazioni dell'acciaio" e "Il mondo delle ruote a caldo".

I turisti possono osservare il processo di laminazione dell'acciaio e vedere come vengono costruiti i tubi per gli enormi gasdotti come Nord Stream e Power of Siberia. Si scopre inoltre come il metallo fuso viene utilizzato per costruire ruote di treni e vagoni della metropolitana.

Qui si può ammirare il graffiti "Vyksa 10 000”: creato dal popolare artista russo Misha Most su una superficie di 10.800 metri quadrati, è il più grande murales al mondo mai realizzato sulla facciata di un edificio.

Una visita di gruppo (disponibile in inglese) costa 15.000 rubli (234,50 dollari); si accettano fino a 15 persone; bisogna prenotare la visita con almeno 12 giorni di anticipo. 

La fabbrica di orologi di Petrodvorets

Fondata a San Pietroburgo all’epoca di Pietro il Grande, questa fabbrica produceva orologi speciali per gli esploratori polari, per l'esercito e per la marina sovietica.

Dopo la Seconda guerra mondiale, l'impresa iniziò a produrre orologi con il marchio Victory. L'orologio più famoso è il Rocket, lanciato nel 1961 in onore di Yuri Gagarin. A quel tempo la fabbrica impiegava circa 8.000 persone. 

Il lavoro nello stabilimento è stato interrotto negli anni '90 ed è ripreso solo nel 2012, seppur con una drastica riduzione della forza lavoro (oggi sono impiegate appena 50 persone).

Qui ogni componente viene assemblato a mano: un raro esempio di fabbrica di orologi dove ogni meccanismo, tra cui spirali e bilanceri, sono realizzati artigianalmente. 

La fabbrica effettua periodicamente visite guidate in russo e in inglese. È necessario contattare gli organizzatori con anticipo per mail o telefono. I tour sono gratuiti.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie