Non solo vodka: le migliori cantine russe dove degustare un ottimo vino

Getty Images
Da Abrau-Dyurso a Novy Svet, il paese vanta una pregiata produzione di vini. Ecco sei itinerari per gli amanti del turismo slow e delle degustazioni

1 / Abrau-Durso

Se amate il vino e volete provare la buona produzione vinicola della Russia, allora organizzate una visita alla Abrau-Durso Wine House, situata vicino a Novorossiysk. Fondata nel 1870 sulla base di un decreto dello zar Alessandro II vicino al pittoresco lago di Abrau, questa cantina vanta una ricca storia legata alla produzione dei vini. È attualmente il maggior produttore di vino del paese.

Ogni anno qui si recano circa 150.000 visitatori, attratti dalla bellissima vista panoramica sul lago, ma anche dai romantici vigneti, dai ristoranti e dalla scuola di ristorazione. Qui vengono inoltre organizzate interessanti degustazioni. Potrete inoltre rilassarvi nella spa locale.
“Si tratta di un’eccezionale destinazione, anche per coloro che vogliono trascorrere lì solamente una giornata – racconta Dmitrij, consulente di vendite di Mosca, che ha visitato la cantina un paio di anni fa -. Il suggestivo paesaggio fa da cornice a una vera e propria mecca del vino”.
2 / Myskhako

Myskhako è un’altra cantina che merita di essere visitata. Situata vicino a Novorossiysk, è stata fondata circa 150 anni fa. Era un luogo molto frequentato dall’élite sovietica e in passato qui veniva prodotta una serie limitata di vini di altissima qualità. Oggi qui è possibile degustare vini fermi e spumanti, e ammirare gli antichi cunicoli sotterranei risalenti alla Seconda guerra mondiale.

3 / Fanagoria

Un’altra grande azienda vinicola situata nella regione di Krasnodar è Fanagoria, che produce oltre 20 milioni di litri di vino all’anno. La cantina prende il nome dall’antica città greca di Phanagoria.
Qui vengono prodotti vini bianchi e rossi, spumanti, ma anche cognac e vodka d’uva.

Qui potrete visitare la cantina e i vigneti, oltre a una delle più grandi cantine sotterranee della Russia, grandi la bellezza di tremila metri quadri, completa di sala degustazione e museo del vino.
“Qui ho provato degli ottimi vini russi – racconta Pavel, di San Pietroburgo -. Si tratta di prodotti naturali la cui qualità può essere testata personalmente durante i tour guidati e le degustazioni”.
4 / Massandra

La cantina Massandra è un vero gioiello nella produzione di vini in Crimea. Vanta una delle più grandi collezioni di vini pregiati e rari al mondo, fra cui uno Sherry de la Frontera prodotto nel 1775, che lo rende uno dei vini più antichi al mondo. Una bottiglia di questo vino è stata venduta all'asta Sotheby’s di Londra nel 2001 alla bellezza di 43.500 dollari.

Questa cantina (la più antica della Crimea) è stata costruita fra il 1894 e il 1897 e oggi organizza degustazioni e visite guidate alle cantine.
5 / Zolotaya Balka

Situata a circa 20-30 minuti di auto da Sebastopoli, la Zolotaya Balka è da sempre motivo di orgoglio per gli appassionati del buon vino. Dal 1889! È stata fondata in quell’anno da Aleksandr Vitmer.
Dopo la caduta dell’Unione Sovietica, Zolotaya Balka ha vissuto un momento di declino, fino a quando un gruppo di investitori di Mosca ha deciso di rinnovare la cantina. Pur restando fedeli alle tradizioni vinicole del passato, i nuovi proprietari hanno puntato molto sulla tecnologia italiana, rimodernando anche l’intero edificio.

Qui c’è spazio per tutti i gusti: oltre alle degustazioni di vino, gli ospiti possono godersi un giro in quad nell’immenso territorio che circonda la cantina, e concerti di musica.
6 / Novij Svet

Risalente al 1878, l’azienda vinicola Novij Svet si trova nell’omonimo villaggio situato nella parte orientale della Crimea. Fondata dal conte Golitsyn, la cantina produce spumanti che all’epoca vennero servizi in occasione dell’incoronazione dell’ultimo zar russo. Oggi Novij Svet realizza un ottimo spumante utilizzando le tecniche della produzione francese, che ha dato alla cantina il diritto di chiamare questo vino “champagne”, anziché spumante.

La cantina non ha subito grandi ammodernamenti dall’epoca sovietica e conserva ancora oggi uno stile unico e affascinante. Vengono inoltre organizzati tour incentrati sulla storia: lo Tsarsky Tour, ad esempio, porta i visitatori indietro nel XX secolo, quando lo zar Nicola e la sua famiglia fecero visita al conte Golitsyn in questa cantina. Durante la visita è possibile esplorare il labirinto di cunicoli scavato nel XIX secolo. Le visite terminano ovviamente con una deliziosa degustazione.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie