Il ponte di Crimea compie un anno: alcune curiosità sul progetto del secolo

facebook.com/Krymsky.bridge
Vanta il titolo di ponte più lungo d’Europa. Pesante come 36 Torri Eiffel, si poggia su pilastri alti come edifici di 34 piani

Un anno fa veniva completata la costruzione del ponte di Crimea, che collega la penisola di Kerch a quella di Taman. In quello stesso giorno il presidente russo Vladimir Putin percorreva i 19 km di ponte a bordo di un camion Kamaz, congratulandosi con gli ingegneri per il lavoro svolto. La circolazione alle auto veniva aperta il giorno successivo, inaugurando a tutti gli effetti il ponte più lungo non solo della Russia, ma anche dell’Europa intera. I veicoli commerciali, invece, hanno dovuto attendere il 1° ottobre per poter circolare. 

Da allora questa struttura non ha avuto un attimo di riposo: giorno e notte vi circolano migliaia di autovetture, camion e treni. Secondo il sito ufficiale, in 12 mesi sono passati quasi 500.000 camion e più di 60 autobus.

Parlando in cifre, la struttura metallica pesa in totale 260.000 tonnellate, ovvero 36 volte la Torre Eiffel, scrive l’agenzia Ria Novosti. Il ponte è sorretto da 595 pilastri.

L’inaugurazione del tratto ferroviario invece è prevista per le prossime settimane. La sua campata pesa più di 500 tonnellate: una massa superiore a quella della Stazione spaziale internazionale! La lunghezza di ogni arco è pari a 227 metri, più di due campi da calcio, mentre il pilastro più lungo si immerge in acqua fino a una profondità di 105 metri, l’equivalente di un edificio di 34 piani.

Per saperne di più su uno dei progetti ingegneristici più ambiziosi dell’intera storia russa, cliccate qui

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie