Quindici apocalittici panorami postindustriali russi

Ai tempi dell’Urss questi posti brulicavano di operai e il lavoro non si fermava mai. Oggi non rimane che ruggine e devastazione. Un gruppo di fotografi raccoglie online le foto più straordinarie dei complessi abbandonati in giro per la Russia

Una community russa presente su Instagram dal nome “NordSkif & Co” fotografa le fabbriche e le zone industriali sovietiche remote e abbandonate. Le posizioni esatte non sono divulgate, dato che non sono certo luoghi di ritrovo turistici. È difficile credere che solo pochi anni fa questi luoghi fantasma fossero pieni di persone e tecnologia industriale.

Navi dismesse e abbandonate appartenenti alla Compagnia di Navigazione fluviale di Perm

Miniera di ferro nella regione di Sverdlovsk

Rifugio antiaereo sovietico allagato

Officina della vecchia fabbrica di automobili, Nizhnij Novgorod

Ex ufficio di progettazione dello stabilimento IzhMash. Le leggendarie motociclette sovietiche sono state sviluppate qui dal 1929 al 2008

Miniera di rame allagata (profonda un chilometro), zona degli Urali

Rifugio antiaereo sotto una fabbrica di marmellate

Uffici di una fabbrica

Locomotive dismesse nella regione di Cheljabinsk

Vecchio laboratorio sovietico in una fabbrica di gomma. Presto qui verranno costruiti appartamenti

Stazione della metropolitana di Omsk, che non è mai stata aperta (la costruzione è iniziata nel 1992)

Fabbrica metallurgica di Cheljabinsk

Fabbrica di lampade, Ufà

Fabbrica semidistrutta a Sterlitamak

Hangar vuoti in una fabbrica di costruzione di macchine

Amate le cose abbandonate e rugginose? Guardate allora i cimiteri dei treni e degli aerei russi

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Leggi di più
Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie