Cinque stravaganti tipi di guide per il vostro prossimo viaggio in Russia

Natalya Nosova
La maggior parte dei turisti si affida ai servizi di una guida. Abbiamo selezionato per voi i prototipi più diffusi in Russia. Qual è il vostro accompagnatore ideale?

1 L’impiegato del museo

Motto preferito: Guarda com’è bello! Semplicemente meraviglioso!
Abbigliamento: Outfit eclettico, ad esempio un maglione di lana sopra un abito da sera degli anni Settanta, anche se il termometro segna +25 gradi.
La Russia è piena di musei, ce ne sono almeno un migliaio. (scoprite qu perché in Russia ci sono così tanti musei di storia locale e case museo). Spesso i dipendenti dei musei, una volta che vanno in pensione, continuano a lavorare come guide per potersi pagare le bollette.
Si tratta di persone di buon cuore, ma la loro conoscenza è spesso limitata a ciò che hanno appreso in epoca sovietica durante la loro giovinezza.
2 La ragazza esperta di storia

Motto preferito: Non lo so esattamente... ma lo cercherò.
Abbigliamento: Qualcosa di così poco appariscente che non la notereste mai in mezzo alla folla... a meno che non si presenti con un appariscente ombrello colorato.
La sua parola d’ordine è diligenza. Si prepara per giorni interi (sarebbe meglio dire “notti”, visto che di giorno molto probabilmente studia e lavora) e conosce cinque volte più informazioni di quelle che sarebbero realmente necessarie per il tour. Può essere molto timida e parlare a bassa voce, quindi siate pronti a dover allungare l’orecchio per poter sentire ciò che avrà da raccontarvi.
Questo tipo di guida farà del suo meglio per rispondere a tutte le vostre domande, ma le tematiche più complesse richiedono una ricerca più approfondita e di sicuro lei si offrirà per mandarvi per mail le informazioni che non è stata in grado di fornirvi durante il tour.
3 Un abitante del posto un po’ arrogantello

Motto preferito: Non siete di qui, vero?
Abbigliamento: Gilet multitasche, sandali con calzini, un megafono per farsi sentire perché fuma costantemente e non ha voce.
Questo signore di mezza età conosce molto bene la propria città natale. Con ogni probabilità ha una laurea in storia e può fornirvi molte informazioni su ogni edificio e monumento locale. Tuttavia queste virtù sono spesso accompagnate da un atteggiamento arrogante: questo tipo di guida spesso pensa che ogni domanda sia stupida e potrebbe sottolineare la vostra ignoranza. Com’è possibile che non sappiate queste cose elementari di storia? Non offendetevi: se saprete come prenderlo, sarà di sicuro il miglior tipo di guida che possa capitarvi!
4 Il giovane hipster

Motto preferito: “Per farla breve...” e segue una spiegazione di 30 minuti!
Abbigliamento: Outfit moderno, abiti di marca, occhiali da sole eleganti e orologio da polso, barba ben rifinita.
Grazie al recente boom di turisti in Russia, soprattutto a Mosca, molti giovani intellettuali e di bell’aspetto si stanno cimentando nell’organizzazione di visite guidate.
Prima di andare a lavorare si preparano accuratamente e studiano ogni dettaglio. I loro tour sono brevi e informali e possono farvi vedere edifici storici chiusi o di proprietà privata, ai quali di solito difficilmente si può accedere. Il loro inglese è di sicuro impeccabile. L’unico inconveniente potrebbe essere il prezzo del tour.
5 Lo storico ubriacone

Motto preferito: Mi viene in mente che... ma questa è un’altra storia...
Abbigliamento: Qualcosa di totalmente caotico ma con un sottile tocco di stile, ad esempio una sciarpa di seta viola su una t-shirt degli anni Sessanta.
Con ogni probabilità questa guida turistica da tempo non ha un lavoro regolare a causa delle sue cattive abitudini e del vizietto dell’alcol. Ma il fatto di poter condividere le proprie conoscenze con qualcuno, è per lui motivo di grande orgoglio. Conosce tutte le strade della città, conosce tutti i bar e vi potrà raccontare curiose storielle della sua giovinezza in epoca sovietica.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie