Sette “trappole” per turisti da evitare durante la vostra vacanza a Mosca

Sergey Pyatakov/Sputnik
Quando si arriva in una città sconosciuta, aumenta il rischio di essere vittima di truffe e raggiri. Dal cibo ai prezzi di ristoranti e souvenir, passando per i “tranelli” che si nascondono nella metro della capitale, ecco alcuni pratici consigli per un viaggio perfetto e senza spiacevoli sorprese

1/ Le porte chiuse

La Russia è il paese delle porte chiuse. Vi facciamo un esempio molto comune: delle cinque porte previste all’interno di un progetto, solo una di esse si aprirà. Nella migliore delle ipotesi, sulle altre porte sbarrate troverete affissa una freccina che indica la direzione da prendere per trovare il punto di accesso.
Questo singolare fenomeno riguarda i centri commerciali, i teatri, i musei, la metropolitana.
Quindi badate bene: ritrovarsi di fronte a un gran numero di porte non significherà per forza avere un gran numero di ingressi a portata di mano.
2/ Il kebab che non ti aspetti

Questo piatto tipico della tradizione turca e mediorientale può assumere in Russia un aspetto del tutto diverso a come siamo abituati a vederlo. Non solo la carne viene tagliata in modo strano, ma spesso vengono aggiunti alcuni ingredienti che non sono previsti nella ricetta originale. Non stupitevi quindi se il vostro kebab in Russia sarà intriso di uno spesso strato di maionese!
E fate attenzione al cibo di strada: affidatevi solo a punti vendita e a catene sicure. Anche la gente del posto preferisce mangiare solo in ristoranti conosciuti.
3/ Non cercate di indovinare che tempo fa guardando dalla finestra come è vestita la gente

Non fidatevi di quello che vedete dalla finestra dell’hotel: la gente che cammina in maniche corte per strada non è sempre sinonimo di caldo e bel tempo! Questa è la Russia, baby! E non dovrete stupirvi se incrocerete un ragazzo coi pantaloncini corti che passeggia mano nella mano con una ragazza che indossa il piumino: è proprio quando il termometro segna +15 °C che la gente dà sfogo alla propria voglia di svestirsi e togliersi di dosso i pesanti indumenti invernali, anche se la temperatura ancora non lo consente. I primi e timidi raggi di sole primaverili rappresentano per molti l’occasione giusta per sfilare dall’armadio i tanto agognati indumenti estivi.
4/ I prezzi all’aeroporto

Tutto ciò che viene venduto negli aeroporti russi avrà di sicuro un prezzo due volte più caro rispetto al normale. Una bottiglietta di acqua che normalmente costa 60 rubli (circa 0,80 euro), all’aeroporto costerà 150-200 rubli (2-2,7 euro).
5/ La vodka non deve essere economica

Per la vodka vale esattamente la regola opposta: acquistare una bottiglia di vodka a basso prezzo in un piccolo negozio di alimentari equivale a prendere una bella fregatura. I prezzi per una vodka di qualità partono dai 300 rubli (4 euro) per una bottiglia da mezzo litro.
6/ I souvenir e i bar della Vecchia Arbat

La Vecchia Arbat è uno dei luoghi più turistici della capitale russa. E come spesso accade, rischia di rivelarsi una trappola per i vacanzieri. Ciò riguarda soprattutto i souvenir: ovunque volgiate lo sguardo sarete inondati ad matrioshke, colbacchi, foulard e chincaglierie in legno. La posizione geografica è di sicuro un gran vantaggio per acquistare i regalini dell’ultimo minuto, ma tenete presente che se volete risparmiare esistono luoghi di souvenir molto più economici.
Stessa cosa vale per i prezzi dei ristoranti della Vecchia Arbat: si tratta di locali turistici e per questo il conto sarà di sicuro più salato rispetto altrove.
Ecco 10 originali souvenir dalla Russia da mettere assolutamente in valigia! 
7/ Metro

La metropolitana di Mosca è una delle sotterranee più belle, efficienti e comode che esistano al mondo. Ma fate attenzione, perché anche la metro di Mosca non è sempre perfetta: esistono infatti stazioni “gemelle”, che portano lo stesso nome e quasi lo stesso colore di linea (per esempio la fermata Arbat), ma sono situate in due piattaforme diverse: confondersi è facilissimo.
E ricordatevi che alla fermata Aeroport non esiste nessun aeroporto!
Cose che invece non rappresentano affatto una fregatura:

Gli uomini premurosi
Gli uomini russi sono dei veri gentlemen. Su questo non c’è dubbio. Se in metropolitana o nei sottopassaggi incrociano una donna che sta portando dei sacchetti o delle borse pesanti, di sicuro offriranno il proprio aiuto senza volere nulla in cambio: le porteranno le borse o la valigia fin dall’altro lato delle scale, congedandosi con un sorriso prima di sparire tra la folla.
Internet gratuito
In metropolitana e nei bar internet è davvero gratuito! Vi basterà ordinare un caffè o una zuppa (ecco le zuppe più amate dai russi) e potrete navigare gratis per tutto il tempo che volete!


Avete poche ore a disposizione per visitare Mosca? Scoprite dove andare e cosa vedere in 24 o 48 ore! 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie