Notte polare, dopo 40 giorni di buio a Murmansk torna il sole

Lev Fedoseyev/TASS
Gli abitanti della città situata nel Circolo polare artico hanno atteso con una grande festa i primi timidi raggi di luce, durati in tutto solo 34 minuti

Il sole sorge ogni giorno. Ma non per tutti. Questa regola non vale infatti per gli abitanti di Murmansk, la più grande città del mondo all'interno del Circolo polare artico che in inverno è avvolta dal buio della notte polare.

Quest’anno la notte polare è durata 40 giorni e ha lasciato posto ai primi timidi raggi di sole oggi, 12 gennaio, dopo oltre un mese di oscurità e penombra.

Per ammirare lo straordinario evento gli abitanti di Murmansk si sono radunati come ogni anno in un luogo speciale fuori città, chiamato Solnechnaya Gorka (la collina del sole). Qui diverse centinaia di persone hanno atteso il sorgere del sole ballando e bevendo tè.

Uno spettacolo durato solamente 34 minuti: la durata della luce aumenterà con l’avvicinarsi della primavera.
Se volete saperne di più sulla notte polare di Murmansk, non perdetevi questo straordinario racconto

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie