L’arte sottoterra: alla scoperta della linea grigia della metro di Mosca

Le stazioni che si incrociano attraversando da nord a sud la capitale offrono un viaggio attraverso la storia e l’evoluzione del Paese. Alzate gli occhi per ammirare i mosaici, i dipinti e le statue che incontrerete durante il cammino

Savelovskaya 

La storia dei trasporti pubblici è raccontata attraverso le decorazioni della stazione Savelovskaya. Scendendo dal treno, vi ritroverete davanti a quattro mosaici di cobalto raffiguranti una carrozza trainata da cavalli, una locomotiva a vapore, un treno elettrico e un motore ferroviario.

Sulla parete opposta si trova un altro gruppo di mosaici di colori diversi.

Mendeleyevskaya

Scommettiamo che questa stazione sarà una delle preferite per i fan della chimica! Nel momento della sua realizzazione, al progetto parteciparono anche alcuni chimici russi, che si riunirono per rendere omaggio al grande Dmitrij Mendeleev. Non è un caso quindi che dal soffitto pendano grandi lampade a forma di molecola.

Sul muro dell’ingresso è inoltre presente un monumento dedicato a tutti i senzatetto, chiamato “Compassione”: si tratta di una statua raffigurante un cagnolino che visse in stato di abbandono nei pressi della stazione e venne ucciso nel 2001.

Tsvetnoy Bulvar

Il celeberrimo Circo di Tsvetnoy Bulvar si trova a pochi passi da questa fermata. E non è un caso che le decorazioni di questa stazione siano dedicate all’arte circense, come il grande mosaico in vetro che si può ammirare nei pressi del sottopassaggio.

Chekhovskaya

Se avete letto e amate i capolavori di Anton Chekhov, di sicuro questa sarà una delle vostre stazioni preferite. Le pareti sono abbellite con immagini a mosaico ispirate alle opere del grande scrittore russo. Sulle lampade sono invece raffigurati mazzi di fiori e drappeggi.

Borovitskaya

Questa fermata deve il proprio nome a una delle torri del Cremlino di Mosca, situata poco lontano da lì. Non è un caso infatti che il Cremlino sia stato il tema centrale utilizzato per decorare questa stazione.

Alzate gli occhi, quando arrivate in fondo al corridoio: non vorrete mica perdervi lo spettacolare “Albero delle nazioni sovietiche”, vero? Si tratta di una grande raffigurazione in cui un grande albero sbuca dalle mura del Cremlino. Tra le foglie si possono scorgere immagini rappresentative di tutte le nazioni sovietiche con i costumi tradizionali di ogni popolo.

Il marmo bianco utilizzato per realizzare la stazione non è stato scelto a caso: ricorda il colore del Cremlino così come era originariamente fino al XV secolo, quando era in pietra bianca. Facendo un po’ di attenzione, su alcuni mattoni si possono scorgere piccole miniature in vecchio stile raffiguranti delfini, una fortezza in pietra, un cannone di artiglieria, un cosmonauta e altri interessanti dettagli.

Nagatinskaya

Quasi tutta l’area delle mura della stazione Nagatinskaya è decorata con grandi immagini dedicate alla storia antica di Mosca: dalla costruzione del Cremlino ai guerrieri, passando per i grandi artisti che hanno segnato la storia.

Chertanovskaya 

Se la fermata Nagatinskaya ripercorre la costruzione dell’antica Mosca, Chertanovskaya è dedicata alla nascita della Mosca sovietica. L’ingresso più a sud ospita un enorme mosaico dedicato a questo tema.

Nakhimovsky Prospekt

Questa fermata è dedicata allo straordinario ammiraglio russo Pavel Nakhimov, che vinse una decisiva battaglia sulla flotta ottomana durante la Battaglia di Sinope (1853).

Appena varcate l’ingresso, alzate gli occhi: potrete ammirare un enorme medaglione con il profilo dell’ammmiraglio.

Sevastopolskaya

Sulle pareti di questa stazione, dedicata alla storia eroica di Sebastopoli duante la Grande guerra patriottica, si possono ammirare dei mosaici colorati con le immagini dei principali monumenti della città e con la flotta del Mar Nero.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Leggi di più