Non ci crederete, ma fino a 50 anni fa Mosca era un “villaggio”

Fonte: Anatolij Sergeev-Vasiliev/RIA Novosti
Case in legno e stradine sterrate: in pochi anni la capitale russa ha completamente cambiato volto, diventando una metropoli moderna. Ma com’era una volta?

Fonte: Anatolij Sergeev-Vasiliev/RIA NovostiFonte: Anatolij Sergeev-Vasiliev/RIA Novosti

Osservando i grattacieli e i palazzi che disegnano lo skyline di Mosca è difficile immaginare che un tempo il paesaggio della capitale russa era completamente diverso: niente strade, niente blocchi di appartamenti, niente Starbucks né McDonald’s

Fonte: I. Zotin/RIA NovostiFonte: I. Zotin/RIA Novosti

Il quartiere Troparyovo-Nikulino, nella zona sud-occidentale della città, oggi dista solo 20 minuti di metropolitana dal centro storico e non si trova nemmeno in una delle stazioni più periferiche della sotterranea. Tuttavia, meno di 50 anni fa, qui non esistevano altro che due piccoli villaggi: Troparyovo e Nikulino, per l’appunto. Oggi questa zona è delimitata dall’impressionante strada Leninskij Prospekt

Fonte: Vsevolod Tarasevich/MAMMFonte: Vsevolod Tarasevich/MAMM

“I miei genitori avevano acquistato un appartamento in un nuovo blocco alla fine degli anni Sessanta, vicino alla fermata metropolitana Yugo-Zapadnaya – ricorda Sergej, un giovane moscovita -. Sembrava così strano: attorno alla metropolitana non c’era niente e oggi invece è tutto cambiato”

Fonte: Lev Borodulin/MAMM Fonte: Lev Borodulin/MAMM

Le famose “khrushchevki”, case di 3-5 piani composte da piccoli appartamenti, furono costruite negli anni Cinquanta e oggi è in corso un colossale progetto di demolizione di queste vecchie strutture. In questa foto, il villaggio Cheremushki, nella regione di Mosca

Fonte: Nikolaj Sitnikov/TASSFonte: Nikolaj Sitnikov/TASS

Molti quartieri di Mosca oggi considerati centrali, fino agli anni Sessanta ospitavano moltissime case in legno. Nella foto, il villaggio di Vykhino, oggi un quartiere di Mosca

Fonte: Archivio di Sergej OvsyannikovFonte: Archivio di Sergej Ovsyannikov

Le abitazioni in legno sopravvissero nei quartieri periferici della capitale fino agli anni Sessanta. Ecco, ad esempio, come appariva fino a qualche anno fa la zona di Tekstilshchiki

Fonte: I.IvanovFonte: I.Ivanov

La metropolitana di Mosca che oggi conta 206 stazioni è cresciuta a ritmi vertiginosi e trasporta milioni di passeggeri ogni giorno. Nella foto, la stazione ferroviaria di Vykhino durante i lavori di costruzione

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale