Sognando la Siberia, dalla A alla Z

Escursionisti sui monti Altaj.

Escursionisti sui monti Altaj.

: Sergej Filinin
Selvaggia, incontaminata, estrema. Questa terra sconfinata custodisce paradisi inesplorati e avventure dietro ogni angolo. E Rbth vi aiuta a organizzare il vostro viaggio grazie alla grande enciclopedia siberiana. Solo per i viaggiatori più audaci

La Siberia, terra di eroi, boschi e miniere. Questa regione, che copre quasi il 10% della superficie terrestre, è la culla di oltre trenta diverse nazionalità e di una grande varietà di abitudini culinarie, che la rendono una delle mete gastronomiche più esotiche della Russia. Qui, fra giacimenti di gas e torri di trivellazione per il petrolio, in questa terra che vanta la più grande percentuale di manto forestale al mondo, esistono centinaia di interessanti luoghi da visitare. E grazie alle peculiarità di questo luogo, la Siberia ha tutte le carte in regola per offrire vacanze avventurose, esplorazioni e attività ad alto contenuto di adrenalina. Preparatevi ad affrontare queste avventure con la nostra “grande enciclopedia siberiana”.

A - Altaj

I monti Altaj. Fonte: Vladimir Vyatkin / RIA NovostiI monti Altaj. Fonte: Vladimir Vyatkin / RIA NovostiI monti Altaj si svelano gradualmente lungo la strada Chuysky Trakt, la principale della regione, con i suoi tornanti, i paesaggi indimenticabili e la cucina tradizionale, mantenuta viva dai pastori locali.

Esplorate i paesaggi lunari dell’altopiano Ukok Plateau con visite guidate a cavallo. O godetevi un soggiorno tranquillo sul lago Teletskoye in un campeggio all’interno del complesso Biryuzovaya Katun.

Per avvicinarsi alla cultura e alle popolazioni del sud della Siberia, visitate Barnaul, Gorno-Altajsk o il villaggio dell'arte di Askat.

B - Bajkal

Uno scorcio del Lago Bajkal durante la bella stagione. Fonte: Shutterstock/Legion-MediaUno scorcio del Lago Bajkal durante la bella stagione. Fonte: Shutterstock/Legion-MediaIl modo più semplice e rapido per salutare il Lago Bajkal faccia a faccia è visitare Listvyanka, a un'ora da Irkutsk. Qui è possibile fare una passeggiata lungo il grande lago, provare coregone essiccato o affumicato e osservare da un punto panoramico l’Angara, l'unico fiume che affluisce nel Lago Bajkal. Sulla strada per Listvyanka si potrebbe fare una sosta a Taltsy, un museo all'aperto di architettura siberiana in legno.

Per conoscere meglio il Bajkal, visitate l’isola di Olkhon, dove è possibile fare escursioni a piedi o in bicicletta e pernottare in un confortevole cottage. Partecipare alla International Bajkal Ice Marathon è un modo attivo e non convenzionale (ma solo per esperti maratoneti) per esplorare il lago in inverno. Il ghiaccio del Bajkal è impressionante non solo per la sua trasparenza, ma anche per gli insoliti rumori che emette.

A Irkutsk potete apprezzare l’architettura siberiana barocca e gustare specialità locali come il tsuivan, tagliatelle fritte con verdure e carne di maiale, o i buuz, fagottini ripieni cotti al vapore. Accompagnate il tutto con una vodka di latte chiamata tarasun. Nel centro della città è stata dipinta sul marciapiede una linea verde: seguendola si arriva camminando da un punto architettonico a un altro, esplorando così gradualmente la storia della città e della sua gente. Se volete vedere la totalità della Russia attraverso un finestrino di un treno, salite a bordo della Transiberiana fino al Bajkal.

C - Cucina tradizionale

Un piatto di pesce tradizionale. Fonte: Anton PetrovUn piatto di pesce tradizionale. Fonte: Anton PetrovLa Siberia è patria di 30 etnie, ognuna caratterizzata dalle proprie originali tradizioni culinarie.

I sapori più interessanti della Siberia orientale sono le torte alle bacche e i tortelli Shorian, con pinoli di cedro, tradizionali dei popoli indigeni della regione. Nella cucina del nord della Siberia si possono gustare fette sottili di pesce congelato o carne, chiamata stroganina, un'interpretazione siberiana della tartare chiamata sugudaj, a base di pesce crudo, e pane Dolgan, cotto in padella. Gli ospitali discendenti dei nomadi della Siberia orientale potrebbero accoglierti con deliziosi buuz al vapore accompagnati da tè salato al latte. Nella Siberia meridionale, invece, agli ospiti potrebbero essere offerti una nutriente minestra chiamata bukhlyor e le dorate ciambelle baursak.

E - Escursionismo

Sugli altopiani della Siberia i turisti possono fare escursioni di varia difficoltà. I principianti e coloro che desiderano trascorrere una settimana rilassante in montagna possono andare a Yegraki, una catena montuosa situata nell’omonimo parco naturale.

I Monti Altaj sono l’ambiente ideale per coloro che amano le escursioni sugli altopiani con guide e cavalli. Gli alpinisti esperti che amano camminare sui ghiacciai in ramponi dovrebbero andare alla conquista del Monte Belukha, la vetta più alta della Siberia.

L’assoluta vicinanza al Kuznetskij Alatau è una destinazione ideale per lo sci di fondo. Ci sono anche diversi rifugi lungo la strada per prendersi delle pause. La catena montuosa Kodar è il non plus ultra delle destinazioni per gli esploratori esperti. Di rado i turisti organizzano escursioni nelle Chara Sands, un deserto siberiano frequentato da orsi girovaganti.

F - Festival

Musica e folklore durante un festival in Khakassia. Fonte: Mikhail MaklakovMusica e folklore durante un festival in Khakassia. Fonte: Mikhail MaklakovL’estate in Siberia è una stagione di festival e feste tradizionali, quella in cui si può tranquillamente trascorrere del tempo all'aperto senza il timore di congelarsi.

“The World of Siberia” è il più grande festival di musica etnica della regione. Si svolge in giugno o luglio nelle vicinanze del villaggio di Shushenskoye, nella regione di di Krasnoyarsk, e si è ormai guadagnato una reputazione internazionale. Al festival è possibile ascoltare artisti provenienti da Khakassia, Tuva e Buriatia, gustare piatti nazionali e acquistare souvenir alla fiera del folklore. Tra gli oggetti migliori, il khomus, un'arpa vocale, i costumi tradizionali e i tè dei nomadi.

Il festival etnico di Altargana (giugno/luglio) a Ulan-Ude, capitale della Buriatia, attira buriati e mongoli da tutto il mondo. Vengono qui per partecipare a un concorso di fotografia e cinema, a gare di combattimento e canto e a concorsi di bellezza.

Il festival “Tun Pairam” in Khakassia (giugno/luglio) ed “El Oyin” sugli Altaj, che si tiene ogni due anni in giugno o luglio, non sono spettacoli improvvisati per turisti, ma vere e proprie feste nazionali, in cui ci si impegna molto nella creazione dei costumi e nella scelta del repertorio. I cuochi acquistano la miglior carne di montone per i loro stand gastronomici e i registi portano film che non troverete nei cinema nel breve periodo.

L – Legno e architettura

Una tradizionale casa in legno siberiana. Fonte: PhotoXpressUna tradizionale casa in legno siberiana. Fonte: PhotoXpressLa città siberiana di Tomsk è caratterizzata dalla più grande riserva di architettura in legno al mondo. Delle sue 2.000 case in legno, 700 rientrano nella lista dei monumenti. Scaricate una mappa di Tomsk e trascorrete l'intera giornata esplorando: dal Monte Voskresenskaya, dov’è anticamente nata la città, al tartaro Sloboda (villaggio) con le finestre in legno intagliato in ogni casetta. Assicuratevi di andare a vedere la Casa con gli uccelli di fuoco e la Casa tedesca e di lasciare del tempo per fare le proprie scoperte.

R - Riserve

Nella Riserva Siberiana Centrale. Fonte: Shutterstock/Legion-MediaNella Riserva Siberiana Centrale. Fonte: Shutterstock/Legion-MediaIl territorio della Siberia è ricoperto da montagne, foreste, fiumi e tundra, quindi è difficile esplorare questa terra senza un elicottero, un SUV o avanzate capacità di sopravvivenza. Si può sperimentare la natura selvaggia siberiana nelle riserve naturali, che offrono eco-rotte commerciali per i turisti.

La Riserva Siberiana Centrale vi invita a penetrare attraverso un’impassibile taiga pernottando in dei rifugi; a lasciarvi andare lungo le acque bianche dei fiumi o coprire larghe distanze in elicottero, in modo da sentire lo spirito della natura del nord.

Il santuario della fauna selvatica, che comprende la zona e le acque del più grande lago d'acqua dolce del mondo, il Bajkal, detiene oltre 360 specie endemiche di animali e uccelli. Alpinismo e spedizioni ornitologiche lungo la Great Bajkal Trail offrono la possibilità di osservare la nidificazione degli uccelli e le timide foche inanellate del Bajkal.

Il parco naturale più insolito della Siberia, Tunguska, sorge nelle vicinanze del luogo in cui si schiantò il meteorite Tunguska, dove la taiga incontra un’enorme palude che copre la caldera di un antico vulcano. Gruppi di turisti sono guidati lungo i sentieri tracciati dai primi ricercatori del meteorite, precipitato nel 1908 con un'esplosione così forte da abbattere ogni albero nel raggio di 2.000 chilometri quadrati.

È possibile conoscere uno dei più rari gatti selvatici del mondo, il leopardo delle nevi, e scattare foto di stambecchi alpini nel Parco Naturale di Sayano-Shushenskij, nel Sud della Siberia; mentre al Parco nazionale di Stolbij a Krasnoyarsk si può passeggiare per la taiga o fare un po' di arrampicata senza allontanarsi troppo dalla città.

Ti potrebbero interessare anche:

Prossima fermata: Minusinsk, uno dei villaggi più antichi della Siberia

Navigando lungo il fiume Enisej fino a Igarka

Quando Russia fa rima con avventura

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale