Perché tutti i russi andavano pazzi per le auto Volga?

Queste macchine, prodotte dalla Gaz, erano uno dei marchi più famosi dell’Urss, e sono state guidate da Gagarin e da Putin, ma per molti cittadini sovietici rimasero un sogno proibito

Prodotta dalla Gaz (Gorkovskij avtomobilnyj zavod; “Fabbrica di automobili di Gorkij”; il nome della città di Nizhnij Novgorod dal 1932 al 1990), la Volga è stata uno dei marchi automobilistici più popolari nell’Unione Sovietica.

Ogni appassionato di auto dell’Urss sognava questo veicolo. Grande e spaziosa, la Volga era molto più confortevole e lussuosa della “popolare” Zhigulì.

Tuttavia, solo in pochi potevano permettersela. Questa macchina costosa era prenotata in anticipo da funzionari e dipartimenti statali, così come da famosi artisti, attori, autori, ecc.

Apparsa nel 1956, la Gaz-21 è stata la prima vettura della serie Volga. Un’auto nera con un interno blu speciale venne donata a Jurij Gagarin dopo il suo famoso volo nello spazio del 1961. Questa diventò la macchina di Gagarin insieme a un regalo dei francesi, una Matra Djet 5.

Tra i grandi appassionati di oggi c’è il presidente russo Vladimir Putin. Nel 2005, ha portato il presidente degli Stati Uniti George W. Bush nella sua Gaz-21.

Una Volga nera era spesso usata dal Kgb, e divenne un simbolo non ufficiale del servizio segreto sovietico. Uno dei modelli più popolari tra gli agenti era la Gaz-24-24, che poteva raggiungere i 170 km/h, ed era una delle auto più veloci dell’Urss.

La paura nei confronti Kgb ha dato vita a numerosi miti che circondano la Volga. Negli anni Sessanta e Settanta, una leggenda metropolitana sulla “Volga nera” era molto popolare in Polonia e Ungheria. Si credeva che preti, monaci, satanisti o addirittura vampiri e il diavolo stesso guidassero la macchina, rapissero i bambini piccoli e vendessero i loro organi a ricchi occidentali e arabi.

La Gaz-24-95 venne creata come nuovo fuoristrada per i bisogni dell’esercito, della polizia e come veicolo di caccia dei leader sovietici. Tuttavia, poiché era troppo complicata da costruire e mantenere, il progetto fu abbandonato e solo cinque macchine videro la luce.

La Gaz-3102 è stata prodotta in un numero limitato per funzionari di medio livello il cui grado era troppo basso per ambire a una limousine sovietica, ma che avevano bisogno di un certo livello di comfort e sicurezza.

Il modello più recente, la Volga Siber, è apparsa nel 2008. Sfortunatamente, la crisi economica globale e la debole domanda interna hanno presto messo fine a questi ambiziosi piani e la produzione della vettura è stata abbandonata nel 2010.

“Robuste e a buon prezzo”: il successo delle auto sovietiche in Occidente 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie