I sette più giganteschi rompighiaccio atomici sovietici e russi

L’Urss prima e la Russia oggi sono l’unico Paese ad avere questo tipo di navi, necessarie per aprire la rotta nei mari del Nord. Ecco tutti i loro record

1. Lenin

Questo rompighiaccio è stata la prima nave a propulsione nucleare del pianeta. Fu costruito nel 1957 ed entrò in servizio due anni più tardi. Fu anche la prima nave di superficie a navigare più a nord dell’arcipelago di Severnaja Zemljà (nel 1971). L’Urss era molto orgogliosa della sua creatura, quindi quando fu costruito e testato, il rompighiaccio Lenin fu visitato da politici stranieri di alto profilo, come il primo ministro britannico Harold Macmillan e l’allora vicepresidente degli Stati Uniti, Richard Nixon. Il rompighiaccio è stato in servizio per 30 anni e ha aperto la strada lungo la costa settentrionale russa a migliaia di navi, dato che il suo motore a propulsione nucleare si rivelò molto efficiente. Dopo la fine del servizio, il Lenin è stato trasformato in un museo (nel porto di Murmansk). 

2. Arktika

Il successore del Lenin, il rompighiaccio Arktika (“Artico”) fu la prima nave di superficie a raggiungere il Polo Nord (nel 1977). Fu anche la prima nave che trascorse più di un anno in mare senza entrare in nessun porto (nel 2000). Negli anni di servizio (1975-2008) l’Arktika ha coperto più di un milione di miglia, cinque volte la distanza dalla Terra alla Luna. Era in grado di rompere blocchi di ghiaccio spessi 5 metri. Per diversi anni portò un altro nome. Nel 1982, dopo la morte del leader dell’Urss Leonid Brezhnev, la nave fu chiamata in suo onore, ma nel 1986 fu ribattezzata Arktika.

3. Sibir

L’Arktika si rivelò un tale successo che venne costruita un’intera classe di simili navi rompighiaccio. La prima fu il Sibir (“Siberia”). Entrò in servizio nel 1977 e in dieci anni divenne la seconda nave di superficie a raggiungere il Polo Nord. Il Sibir è stato dismesso nel 1993.

4. Rossija

La nave era equipaggiata con un motore enormemente potente, da 75.000 cavalli. Rompighiaccio del tipo Arktika, è stata la prima nave a fare una crociera al Polo Nord (nel 1990) per turisti stranieri. Da allora quattro-cinque viaggi al Polo Nord sono organizzati ogni anno. Il viaggio di solito dura circa due settimane e costa oltre 21 mila euro.

5. Sovetskij Sojuz

Questa nave a propulsione atomica è stata commissionata nel 1990 e dopo appena un anno lo Stato da cui prendeva il nome, l’Unione Sovietica (“Sovetskij Sojuz” in russo) è scomparso dalle mappe. Entrò in servizio nella nuova Russia indipendente. Il rompighiaccio è stato progettato in modo da poter essere facilmente modificato in una nave militare, ma non ce n’è stato bisogno. Tuttavia recentemente si è diffusa la voce che potrebbe essere trasformato in una nave di comando per unità militari dell’Artico russo. Negli anni Novanta il rompighiaccio si occupò principalmente di portare turisti al Polo Nord. Successivamente ha partecipato alla spedizione di ricerca che stava studiando gli effetti del riscaldamento globale nell’Artico.

6. Jamal

Lo Jamal fu progettato nel 1986 ma varato solo nel 1993. Il suo nome originale era Oktjabrskaja Revoljutsija (“Rivoluzione d’Ottobre”), ma poi, dopo la dissoluzione dell’Urss, fu cambiato a favore della penisola nell’estremo Nord russo. Lo Jamal è stato progettato per rompere il ghiaccio di 2,5-2,9 metri di spessore. L’imbarcazione può spostarsi avanti e indietro. La sua cilindrata supera le 23.000 tonnellate e può raggiungere velocità fino a quasi 40 chilometri all’ora. Nel 2009, ha preso parte a una missione di salvataggio e ha evacuato un gruppo di archeologi da Severnaja Zemlja. La nave ha denti di squalo dipinti sulla prua.

7. 50 let pobedy

Fino a poco tempo fa, il 50 let pobedy (“50 anni dalla vittoria”: quella sulla Germania nazista nella Grande Guerra Patriottica) era il più grande rompighiaccio a propulsione nucleare del pianeta. Dopo che la Russia ha lanciato le sue due nuove grandi navi artiche, il 50 let pobedy è diventato “solo” un enorme rompighiaccio nucleare. Ha iniziato a essere costruito nel 1989 ma è stato varato solo nel 2007, a causa della mancanza di finanziamenti. Per la prima volta ha un’insolita, per le navi russe, prua a forma di cucchiaio. In vista delle Olimpiadi invernali 2014 a Sochi, la nave ha trasportato la Fiamma Olimpica al Polo Nord nell’ottobre 2013.

Il più grande, il più profondo, il più veloce: i record dei sottomarini sovietici 

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond
Leggi di più

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie