Kalashnikov presenta la Izh-49, la moto elettrica di ispirazione sovietica in edizione limitata

Izh-49

Izh-49

Pavel Kuzmichev
Il design originale di epoca sovietica è accompagnato da un moderno motore elettrico che permette di percorrere 80 km in piena autonomia e si può ricaricare con una semplice presa della corrente da 220 V

Il Consorzio Kalashnikov ha “resuscitato” la motocicletta sovietica Izh-49 con un nuovo motore elettrico. Il modello è stato presentato ad Armia-2020, l’esposizione militare che si svolge ogni anno nella Regione di Mosca. 

La Izh-49 è stata una delle moto più prodotte in Unione Sovietica, e ancora oggi si può incrociare qualche esemplare lungo le strade della provincia russa.

A prima vista, il nuovo modello firmato Kalashnikov sembra uscito da un film di fantascienza: le linee morbide, il cruscotto futuristico e i moderni motori elettrici si mescolano al design tipico dell’epoca sovietica. 

Ma le caratteristiche tecniche della Izh-49 non le permettono di affrontare lunghi viaggi attraverso il paese più grande del mondo, e secondo alcuni non si tratta nemmeno di una comoda moto da città. Difficilmente, insomma, può competere con altri modelli più moderni. Tuttavia, il sapore retrò di questo bolide offre ben altre soddisfazioni. 

La nuova moto elettrica Izh-49

Può raggiungere una velocità massima di 95 km/h, con una potenza sufficiente a coprire 80 chilometri. Tra le novità più sorprendenti, vi è il fatto che per ricaricare il motore non serve una speciale stazione elettrica, ma è sufficiente una presa della corrente domestica da 220 V.

Per ora, il Consorzio Kalashnikov non prevede di avviare una produzione di massa della Izh-49. 

“Questo modello è stato creato per gli appassionati di moto di tutto il mondo che sognano di aggiungere una nuova Izh-49 alla propria collezione. Abbiamo prodotto solo 49 esemplari e per il momento non prevediamo di costruirne altri”, ha fatto sapere l’addetto stampa della compagnia, Mark Reznikov.

Secondo Reznikov, la maggior parte di questi bolidi è già stata venduta. “Nel magazzino restano solo poche unità”, ha aggiunto.

Il prezzo della motocicletta non è stato rivelato. “Chi è interessato può contattarci direttamente”, ha detto Reznikov. Secondo alcune fonti citate dalla stampa russa, il prezzo di una Izh-49 elettrica parte dai 20.000 dollari. 

A livello estetico, questo modello riproduce fedelmente la moto originale prodotta negli anni ‘70. 

Il mercato delle moto elettriche Kalashnikov

Il lancio della moderna Izh-49 non è il primo tentativo fatto dalla Kalashnikov per addentrarsi nel mercato delle moto elettriche. Alla fine del 2019, il Consorzio aveva presentato un’altra Izh, ma con un moderno design “cafe racer”.

La Izh-49 è stata prodotta in meno di 50 unità

Così come avevano spiegato i portavoce della Kalashnikov, il modello era stato creato per “corse veloci e interessanti”. Un’affermazione discutibile, visto che anche in quel caso la velocità massima non superava i 100 km/h, di poco superiore a quella del modello elettrico Izh-49. 

Quel modello era servito come prototipo per la possibile produzione di moto ecologiche in Russia; ma, non avendo riscosso grosso interesse, il progetto è stato accantonato, almeno fino alla recente “resurrezione” della Izh-49, prodotta in edizione limitata.

Moto elettriche per le forze dell’ordine

All’inizio del 2018, in vista dei Mondiali di Calcio, il Consorzio Kalashnikov aveva prodotto 30 Izh Pulsar per le forze dell’ordine: veicoli elettrici adatti anche alle corse su strade sterrate. La presentazione delle Izh Pulsar rappresentava per l’impresa la capacità di creare motociclette ecologiche capaci di avanzare anche su terreni impervi e non asfaltati: un sogno per tutti gli appassionati che amano viaggiare in moto attraverso paesi e continenti. 

La moto elettrica Izh Pulsar realizzata per le forze dell’ordine

Le armi da fuoco sono la nostra principale sfera di produzione e di interesse. Ma volevamo provare anche un altro segmento e ogni volta la produzione [di motociclette elettriche] risulta sold out”, ha detto Reznikov. 

Secondo l’addetto stampa, il Consorzio non prevede di avviare una produzione su vasta scala di moto elettriche, ma continuerà a stupire gli appassionati presentando anche in futuro piccoli gioiellini in edizione limitata.

Per utilizzare i materiali di Russia Beyond è obbligatorio indicare il link al pezzo originale

Scoprite le altre entusiasmanti storie e i video sulla pagina Facebook di Russia Beyond

Questo sito utilizza cookie. Clicca qui per saperne di più

Accetta cookie