Catastrofe aerea in Egitto: "Un attentato"

I rottami dell'aereo sul luogo del disastro.

I rottami dell'aereo sul luogo del disastro.

Reuters
L’FSB, i servizi segreti russi, ha annunciato che la causa del disastro aereo dell’Airbus 321, dove sono morte 224 persone, è da attribuire a un attentato terroristico: una bomba a bordo del velivolo. Putin: "Troveremo e puniremo i colpevoli"

Il capo dell’FSB Aleksandr Bortnikov ha riferito al Presidente Putin che la causa dello schianto dell’Airbus russo A321 della compagnia aerea Kogalymavia sul Sinai è da attribuire a un attentato terroristico. “Durante il volo a bordo dell’A321 c’è stata l’esplosione di un ordigno”, ha detto. Secondo Bortnikov, tra i frammenti del velivolo sono state rinvenute tracce di sostanze di produzione straniera. 

L'ultimo volo

Il Presidente russo ha fatto sapere che i terroristi che hanno architettato l’ordigno “saranno cercati ovunque”. “L’uccisione dei nostri concittadini sul Sinai - ha dichiarato Putin -, è uno dei massacri più sanguinosi per numero di vittime. Ma non asciugheremo le lacrime dalle nostre anime e dai nostri cuori. Esse rimarranno con noi per sempre. Ma ciò non ci impedirà di trovare e punire i colpevoli. E li troveremo, per punirli. In qualsiasi parte del pianeta si trovino”. 

L’aereo russo era partito da Sharm el-Sheikh verso San Pietroburgo il 31 ottobre 2015. A bordo c’erano 224 persone. Nella catastrofe nessuno si è salvato.

Tutti i diritti riservati da Rossiyskaya Gazeta