La vita oltre il Circolo polare artico

I suoi scatti sono stati raccolti in una mostra e si trovano ora esposti a Firenze, all’interno delle sale di Palazzo Coppini (via del Giglio 10)

I suoi scatti sono stati raccolti in una mostra e si trovano ora esposti a Firenze, all’interno delle sale di Palazzo Coppini (via del Giglio 10)

Grigorij Yaroshenko
Una mostra a Firenze racconta la città di Norilsk, coperta di neve per quasi 250 giorni all’anno. Il fotografo russo Grigorij Yaroshenko espone i propri scatti a Palazzo Coppini fino all’8 aprile 2016
Dopo Murmansk, Norilsk è la seconda città al mondo per popolazione situata oltre il Circolo polare artico. È il centro più settentrionale della Siberia, fondato all’inizio del Novecento come campo di lavoro
Il fotografo russo Grigorij Yaroshenko, direttore artistico della rivista “Vestnik Evropy” (Herald of Europe), ha dedicato a questa città un intero progetto fotografico
Le foto esposte hanno avuto grande risalto a livello internazionale e nel 2015 sono state esposte anche alla House of Photography di Mosca, una delle principali sedi espositive per la fotografia in Russia
La città di Norilsk, situata su una zona di permafrost, è coperta di neve per quasi 250 giorni all’anno: qui, infatti, regnano il freddo e il gelo, accompagnati dalla notte artica che dura da dicembre a gennaio. In estate, invece, il sole non tramonta mai da metà maggio fino a fine luglio
Oltre che per il clima tutt’altro che ospitale (le temperature possono arrivare anche a 40 gradi sotto zero) Norilsk è famosa anche per essere una delle città più inquinate: da questo territorio provengono il 35% del palladio, il 25% di platino, il 20% di nichel e il 10% del cobalto utilizzati nel mondo
Leggi di più